La sottoscrizione del protocollo
La sottoscrizione del protocollo
Attualità

Polo della Giustizia a Bari, Bonafede: «Un anno fa le tende, ora gettiamo le basi della cittadella»

Stefanì: «Ci auguriamo che tutti restino uniti affinché i prossimi passi siano effettuati in tempi certi e brevi»

Dopo la firma del protocollo d'intesa che porterà alla nascita del Polo della Giustizia a Bari, arrivano i primi commenti. Entusiasta di quanto fatto il ,ministro Alfonso Bonafede che in qualche modo si prende i meriti per quanto raggiunto fino ad ora, grazie alla collaborazione di tutti i soggetti in campo.

«Un anno fa la giustizia a Bari si celebrava nelle tende, oggi gettiamo le basi della cittadella giudiziaria - scrive Bonafede - Insieme al ministro delle infrastrutture Toninelli, e agli altri soggetti istituzionali e giudiziari interessati abbiamo firmato il protocollo per il "Polo della giustizia di Bari". La nuova cittadella verrà realizzata riqualificando le caserme dismesse "Capozzi" e "Milano". Strutture dello Stato inutilizzate che ospiteranno gli uffici giudiziari baresi tornando così a essere utili alla società. Un esempio virtuoso di collaborazione tra le istituzioni nell'interesse della collettività e una soluzione che permette di combinare sostenibilità e risparmio sui costi».

«Come abbiamo detto sin dal primo giorno - sottolinea- Bari era un simbolo dello stato della giustizia in Italia: un anno fa in quella città magistrati e avvocati erano costretti a fare udienze nelle tende. Una situazione inaccettabile per un Paese civile. Nel giro di poco tempo abbiamo dato alla città una sede provvisoria dignitosa. E ora garantiamo a Bari e ai suoi cittadini una prospettiva futura ancora migliore. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per rendere possibile questo risultato così importante. Una giustizia efficiente e di qualità, al servizio dei cittadini, si costruisce solo attraverso investimenti adeguati nelle infrastrutture, nel personale e nelle risorse a disposizione».

Soddisfazione sia dell'Ordine degli Avvocati che della Camera Penale. «La sottoscrizione del protocollo di intesa per la realizzazione del Polo della Giustizia a Bari, avvenuta al Ministero della Giustizia, rappresenta un importante passo avanti per restituire alla comunità barese dignità e prestigio - dichiara Giovanni Stefanì - Ci auguriamo che ora tutti sappiamo restare uniti nella speranza che gli ulteriori e successivi passi avvengano in tempi certi e ragionevolmente brevi. La Giurisdizione è una funzione fondamentale e dal suo corretto funzionamento dipende il sereno svolgersi dei rapporti sociali ed economici e quindi le sorti della collettività. Un interesse supremo cui devono lasciare il passo gli interesso particolari e individuali».

A queste parole fanno eco quelle della Camera Penale di Bari che sottolinea: «Esprimiamo soddisfazione per la tanto agognata sottoscrizione del Protocollo d'intesa integrativo per la realizzazione del Polo della Giustizia a Bari. Sappiamo che si tratta di un punto di partenza ed attendiamo di conoscere il cronoprogramma dei prossimi adempimenti per l'effettiva realizzazione degli impegni assunti con la sottoscrizione».
  • palazzo di giustizia
  • Ministero della giustizia
  • Palagiustizia
Altri contenuti a tema
Cittadella della giustizia di Bari, interviene il presidente della Cassazione Cittadella della giustizia di Bari, interviene il presidente della Cassazione Curzio:"Auspico che vengano messe da parte tutte le polemiche e che si vada avanti con un atteggiamento costruttivo"
Nuovo "parco della giustizia" di Bari, firmato l'accordo di convenzione a Roma Nuovo "parco della giustizia" di Bari, firmato l'accordo di convenzione a Roma Il documento è stato siglato fra il Ministero e l'Agenzia del demanio. Sarà realizzato nelle ex casermette
Nuovo polo della giustizia di Bari, Decaro scrive a Mattarella: «Condizioni non più sopportabili» Nuovo polo della giustizia di Bari, Decaro scrive a Mattarella: «Condizioni non più sopportabili» Il sindaco: «Da gennaio non abbiamo più notizie. Il processo per il crac della Banca popolare dimostra che gli spazi in fitto non sono idonei»
La Camera Penale di Bari contro il ministro della Giustizia La Camera Penale di Bari contro il ministro della Giustizia A porta a porta Bonafede aveva detto: "Se manca la prova del dolo il reato diventa colposo"
Bari, palagiustizia di Poggiofranco, prime udienze con celle in plexiglas Bari, palagiustizia di Poggiofranco, prime udienze con celle in plexiglas Oggi sono stati celebrati i primi processi in attesa dell' avvio del cantiere del polo alle Casermette
Palagiustizia a Bari, finito il trasloco nell'ex Telecom di una parte della macchina giudiziaria Palagiustizia a Bari, finito il trasloco nell'ex Telecom di una parte della macchina giudiziaria Dopo l'inagibilità dello stabile in via Nazariantz si torna in una sede (quasi) unica. La camera penale: «Corte d'assise resta in piazza De Nicola»
"Cittadella della Giustizia di Bari", la Camera Penale scrive a Bonafede "Cittadella della Giustizia di Bari", la Camera Penale scrive a Bonafede Soddisfazione per la firma del protocollo da un lato, molti dubbi sulla realizzazione di quanto sottoscritto dall'altro
Polo della giustizia a Bari, finalmente firmato il protocollo di intesa Polo della giustizia a Bari, finalmente firmato il protocollo di intesa A Roma sottoscritto l'accordo tra Ministero, Agenzia del Demanio, Cittá Metropolitana, Comune, Provveditorato, Corte d'Appello e Procura
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.