matrimoni in localita di pregio
matrimoni in localita di pregio
Turismo

Unioni civili e matrimoni in strutture ricettive di pregio, online la procedura esplorativa

L'iniziativa del Comune si rivolge ai gestori di locali privati ma anche al pubblico per dare impulso all'industria turistica di Bari

Organizzare cerimonie per matrimoni e unioni civili in locali di pregio della città di Bari: è in pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Bari, a questo link, l'avviso esplorativo per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte di soggetti pubblici o privati (persone fisiche o giuridiche) che possono legittimamente disporre di strutture ricettive o immobili di particolare pregio storico, turistico, estetico, architettonico e ambientale, qualora interessati all'istituzione di un separato Ufficio di Stato civile per la celebrazione dei riti civili.

Il Comune di Bari, infatti, in una prospettiva funzionale alla promozione turistica della città e alla crescita degli operatori del settore wedding ed eventi, intende consentire la celebrazione di matrimoni e unioni civili all'interno di luoghi di pregio presenti sul territorio cittadino che dispongano di spazi e locali idonei, previa acquisizione in forma gratuita ed esclusiva della disponibilità giuridica da parte dell'amministrazione comunale attraverso apposito titolo giuridico, quale ad esempio il contratto di comodato d'uso gratuito o contratto di sponsorizzazione, nel rispetto di quanto previsto dal vigente Regolamento comunale per la disciplina delle sponsorizzazioni in funzione del valore dell'operazione economica.

Alla manifestazione di interesse dovrà essere allegata la seguente documentazione:
• planimetria di dettaglio relativa al sito messo a disposizione per la celebrazione dei riti civili, debitamente timbrata, datata e sottoscritta da tecnico abilitato;
• relazione descrittiva, corredata da adeguata documentazione fotografica, che attesti il possesso dei requisiti previsti da parte della struttura o immobile proposto, tra cui il particolare pregio storico, turistico, estetico, architettonico ed ambientale;
• idonea rappresentazione grafica e fotografica della location e dell'allestimento che si intende proporre;
• relazione tecnica con la quale si dichiara, in riferimento agli spazi che si intendono proporre per l'istituzione dell'Ufficio separato di Stato Civile:

- la conformità della struttura o immobile proposto alle vigenti norme in materia di edilizia ed urbanistica, nonché la conformità alle vigenti norme in materia di impianti, superamento delle barriere architettoniche, prevenzione incendi, tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro;
- conformità alle vigenti norme in materia di destinazione d'uso, agibilità e sicurezza in occasione di eventi aperti al pubblico;
- ubicazione dei servizi igienici per il pubblico;
- capienza massima che potrà essere assicurata per ogni rito civile da celebrare.

La manifestazione di interesse, redatta sul modello allegato all'avviso, dovrà pervenire al Comune di Bari, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12 di giovedì 2 maggio, utilizzando una delle seguenti modalità:

- consegna a mano presso l'ufficio P.O.S. Approvvigionamento, Economato ed Affari Generali della Ripartizione Servizi Demografici, Elettorali e Statistici (largo A. Fraccacreta 1, piano 3°), dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12:00 e il giovedì pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 17:00;
- consegna a mezzo Posta Elettronica Certificata mediante inoltro al seguente indirizzo:demografici.comunebari@pec.rupar.puglia.it;
- consegna a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Comune di Bari – Ripartizione Servizi Demografici, Elettorali e Statistici – largo A. Fraccacreta 1 – 70122 BARI. In tal caso il plico sigillato dovrà recare all'esterno la seguente dicitura: "Manifestazione di interesse per l'istituzione di un separato Ufficio di Stato Civile per la celebrazione di riti civili (matrimoni ed unioni civili).
  • Comune di Bari
Altri contenuti a tema
Premio Regiostars della Commissione europea, il Comune di Bari candidato con due progetti Premio Regiostars della Commissione europea, il Comune di Bari candidato con due progetti Si può votare fino al 9 luglio. In gara i programmi "Casa del cittadino" e "Città connessa", finanziati con fondi comunitari
Bando Rigenerazioni creative per verde urbano e arte a Bari, 19 risposte pervenute Bando Rigenerazioni creative per verde urbano e arte a Bari, 19 risposte pervenute L'assessore Carla Tedesco: «Abbiamo inteso intercettare e supportare la capacità di azione diffusa nella cittadinanza»
Piazza Umberto, il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Bari Piazza Umberto, il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Bari Respinto il ricorso presentato tra gli altri dalla progettista di via Sparano, ora si potrà procedere con la riqualificazione
Bari, c'è il nuovo bando per la concessione dello stadio San Nicola Bari, c'è il nuovo bando per la concessione dello stadio San Nicola Il Comune stima il oltre tre milioni di euro il valore dell'accordo. Scadenza il 28 giugno
Bari racconta la costa che verrà Bari racconta la costa che verrà In dieci cartelli da Palese a Torre a Mare i cantieri e i progetti costieri
Scuole d'infanzia comunali di Bari, online l'avviso per le supplenze Scuole d'infanzia comunali di Bari, online l'avviso per le supplenze Pubblicate anche le graduatorie per le supplenze. Tutte le info utili
Bando D_Bari per l'apertura di nuovi negozi, online la procedura di verifica dei requisiti Bando D_Bari per l'apertura di nuovi negozi, online la procedura di verifica dei requisiti Un finanziamento complessivo di 2 milioni 400mila euro a fondo perduto per il rilancio delle attività imprenditoriali
Rapporto soldi spesi-servizi offerti nei capoluoghi, Bari è quintultima Rapporto soldi spesi-servizi offerti nei capoluoghi, Bari è quintultima La classifica stilata dall'Osservatorio conti pubblici non premia la nostra città: 48esimo posto su 52
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.