sindacati scuola
sindacati scuola
Scuola e Lavoro

Scuola, Cgil Bari e Uil Puglia: «Immissioni in ruolo insufficienti, stabilizzare precari storici»

Le sigle sindacali: «Nostri docenti i meno pagati d'Europa. Tra poco inizierà il valzer dei supplenti e delle graduatorie sbagliate»

I sindacati si fanno sentire nel giorno della riapertura delle scuole in Puglia e nella nostra città. La Cgil- Camera del lavoro di Bari coglie l'occasione per rimarcare le insufficienze strutturali della scuola italiana, rimaste tali anche in epoca Covid: «Oggi la Scuola riapre le porte nella nostra città e in tanti altri paesi del nostro territorio. È bene che riapra: è un bene per studenti, docenti e la crescita delle nuove generazioni. Il Covid ha messo sotto gli occhi di tutti i limiti del nostro sistema scolastico, criticità che sono il risultato di anni di politiche dei tagli», si legge nel comunicato della Cgil Bari.

Il sindacato continua: «La scuola riparte anche se le immissioni in ruolo al momento sono assolutamente insufficienti al contingente necessario, anche se non sono state trovate soluzioni concrete alle classi pollaio, anche se la qualità dell'edilizia e dei servizi scolastici meriterebbe maggiore attenzione e anche se i nostri docenti sono tra quelli con lo stipendio più basso in Europa. Il nostro impegno sarà quello di far sì che non si spenga il faro di attenzione sulla scuola. A gran voce chiederemo che la discussione aperta sulle condizioni dei nostri servizi scolastici continui in nome del miglioramento delle condizioni per docenti e studenti».

Sulla riapertura delle scuole ha detto la sua anche Uil Scuola Puglia, che con parole dure attacca il Governo: «Al suono della campanella, in Puglia, mancano all'appello 8mila tra docenti e personale Ata, per non parlare dei banchi, dei cantieri ancora aperti e dell'assenza di presidi sanitari».

«Nonostante l'instancabile e incessante lavoro degli uffici periferici, tutti gli sforzi effettuati sono risultati vani – spiega Gianni Verga, segretario generale della Uil Scuola Puglia. Prevale l'ostinazione di attuare idee sbagliate e tardive sulla pelle dei lavoratori e degli alunni».

Uil Scuola parla di "proposte molto chiare e semplici": «Stabilizzazione dei precari storici e utilizzo delle vecchie graduatorie - continua Verga. Tanti mesi persi inutilmente e la scuola continua ad essere in emergenza, un'emergenza annunciata, per l'assenza di personale. Ma non finisce qui, perché tra un po' arriverà il valzer dei supplenti per via delle nuove graduatorie sbagliate e la negazione del diritto all'istruzione per gli alunni disabili, molti dei quali sono stati costretti a restare a casa a causa dell'assenza del docente di sostegno. Come può ben verificare la ministra, nonostante in Puglia la scuola stia partendo quasi a ottobre, a differenza degli anni scorsi, mancano migliaia di docenti in cattedra. Come al solito i tanti proclami non corrispondono alla realtà e, ancora una volta, i dirigenti scolastici restano soli con le loro responsabilità, ad affrontare le conseguenze di una pandemia epocale a causa dei ritardi accumulati dall'amministrazione centrale».
  • cgil bari
  • Uil scuola
Altri contenuti a tema
Smart working, Bucci (Cgil Bari): «Va contrattualizzato, altrimenti è mezzo di sfruttamento» Smart working, Bucci (Cgil Bari): «Va contrattualizzato, altrimenti è mezzo di sfruttamento» La segretaria della Camera del lavoro provinciale: «Sappiamo che questa forma di occupazione sarà strutturale, ma va governata»
Il Disney store di Bari chiude il 3 ottobre, in via Sparano scioperano i lavoratori Il Disney store di Bari chiude il 3 ottobre, in via Sparano scioperano i lavoratori La Cgil tuona: «I vertici aziendali non si sono neanche preoccupati di aprire una trattativa con i sindacati»
Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista La cerimonia è stata organizzata da Comune, Anpi, Ipsaic, Cgil e Arci
Diritto dei bambini all'istruzione, il flash mob in piazza di Cgil Bari Diritto dei bambini all'istruzione, il flash mob in piazza di Cgil Bari Il sindacato: «Al governo chiediamo risorse immediatamente fruibili dai comuni per l'assunzione di personale e per modificare gli spazi»
Ritorno a scuola in presenza, in Puglia mancano 5 mila unità Ritorno a scuola in presenza, in Puglia mancano 5 mila unità Non solo docenti ma anche personale Ata in deficit, Verga (Uil): «Siamo allo sbando, all’improvvisazione, al si salvi chi può»
Muore sul lavoro a 23 anni, Cgil Bari: «Basta con queste tragedie» Muore sul lavoro a 23 anni, Cgil Bari: «Basta con queste tragedie» L'incidente nella zona artigianale di Bitonto, il giovane si è ribaltato con il muletto
Incertezza sulla ripartenza della scuola a settembre, a Bari sit-in dei dirigenti Incertezza sulla ripartenza della scuola a settembre, a Bari sit-in dei dirigenti Ecco le istanze che hanno presentato al direttore generale Anna Camilleri affinché vengano poste al ministro
Bari dice no al vandalismo, in centro la "biciclettata" dei sindacati Bari dice no al vandalismo, in centro la "biciclettata" dei sindacati Le tre sigle confederali hanno chiamato a raccolta la città per la manifestazione su due ruote per la mobilità sostenibile
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.