pantera
pantera
Attualità

Provincia di Bari, che fine ha fatto la pantera nera?

Un paio di mesi fa era un susseguirsi di segnalazioni di avvistamento. Ora ricompare ad Ostuni e nel leccese

Lo scorso 4 febbraio ci fu il primo avvistamento della pantera a Castellana Grotte. Da lì, quasi ogni giorno, qualcuno giurava di averla vista, e da Casamassima ad Acquaviva della Fonti, da Adelfia a Cassano delle Murge, fu un susseguirsi non solo di segnalazioni, ma anche di ordinanze dei sindaci a tutela della incolumità dei cittadini. Alcuni cittadini la videro anche a Bari, nei pressi dello stadio San Nicola. Nel frattempo, i carabinieri forestali dovevano verificare ogni nuovo avvistamento, e da alcune perizie venne confermata la presenza di un animale nelle campagne del barese, ma nessuno ad oggi ha confermato o meno se fosse davvero una pantera nera.

Ultima segnalazione a Giovinazzo lo scorso 11 marzo, nelle campagne verso Bitonto. Il sindaco si premurò anche in quel caso di allertare i cittadini. E poi? La pantera sembrava sparita nel nulla. Eppure, un grosso felino se davvero presente, avrebbe dovuto continuare ad essere visto. È anche vero che poi è scattata la zona rossa, forse si va meno in campagna. Ma il clamore intorno all'animale sembrava essere svanito, e con lui anche il felino.

Fino a un paio di giorni fa, quando ad Ostuni il sindaco, Guglielmo Cavallo, ha allertato la popolazione con un post su Facebook: «Grosso animale sulla nostra costa. Il comando di polizia locale mi comunica che sono giunte altre due segnalazioni per la presenza di un animale di grosse dimensioni sulla nostra costa. Occorre prestare attenzione e segnalare qualsivoglia avvistamento». È vero che non nomina esplicitamente la pantera, ma in molti hanno collegato le due cose. E stamattina arriva una ulteriore segnalazione, ma dal leccese.

Viene naturale domandarsi ora: Esiste davvero la pantera? E se esiste possibile riesca a girare indisturbata per tutta la Puglia senza che nessuno riesca a catturarla? Sono più di un esemplare? Al momento non ci sono risposte alle nostre domande, restiamo in attesa della prossima segnalazione.
  • carabinieri forestali
Altri contenuti a tema
Provincia di Bari, la pantera nera in realtà è un serval? Provincia di Bari, la pantera nera in realtà è un serval? L'esemplare sarebbe stato avvistato a nord di Bari, resta da capire da dove provenga
Pantera nelle campagne di Bari, il vademecum per evitare problemi Pantera nelle campagne di Bari, il vademecum per evitare problemi I comportamenti a rischio da evitare comunicati dopo una riunione tenutasi in Prefettura
Provincia di Bari, «La pantera è stata catturata». Ma è un fake Provincia di Bari, «La pantera è stata catturata». Ma è un fake Il messaggio attribuito al sindaco di Bitetto sta diventando virale su WhatsApp, ma è lo stesso primo cittadino a smentire
Provincia di Bari, la pantera fa paura. E i sindaci corrono ai ripari Provincia di Bari, la pantera fa paura. E i sindaci corrono ai ripari I primi cittadini di Bitetto e Cassano delle Murge hanno emanato delle apposite ordinanze per la sicurezza del territorio
Pantera avvistata a Casamassima? "Non risulta" Pantera avvistata a Casamassima? "Non risulta" La notizia era trapelata in mattinata. Prefettura e carabinieri forestali smentiscono
Scoperti ad abbandonare rifiuti nel parco Alta Murgia, scattano le sanzioni Scoperti ad abbandonare rifiuti nel parco Alta Murgia, scattano le sanzioni I responsabili sono stati individuati dalle fototrappole. Verbali fino a 3mila euro
Controlli sui sacchetti di plastica nell'Alta Murgia, multe per 30mila euro Controlli sui sacchetti di plastica nell'Alta Murgia, multe per 30mila euro Stretta dei carabinieri forestali per il rispetto della direttiva dell'Unione europea in vigore dal 1 gennaio 2018
Accumulavano rifiuti in casa, carabinieri e Asl sequestrano appartamento a Carbonara Accumulavano rifiuti in casa, carabinieri e Asl sequestrano appartamento a Carbonara Le autorità sono intervenute per arginare il rischio igienico-sanitario e per rischio di staticità dell' immobile
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.