Il presidio di sabato al Mercatone a Bari
Il presidio di sabato al Mercatone a Bari
Scuola e Lavoro

Bari, vicenda Mercatone Uno, si dimettono i commissari straordinari

«Decisione presa nell'esclusivo interesse dell'azienda e dei suoi lavoratori per ristabilire la necessaria serenità»

Una nota dei commissari straordinari di Mercatone Uno, la cui vicenda interessa anche il negozio di Bari e i suoi dipendenti, mette un ulteriore tassello nella vertenza, comunicando le proorie dimissioni dopo quattro anni.

«In data odierna (ieri ndr), i commissari di Mercatone Uno in amministrazione straordinaria hanno consegnato al Ministero dello Sviluppo Economico l'istanza per la proroga del programma di cessione - si legge nella nota - Si tratta di un passaggio indispensabile per la pubblicazione del nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali, e per l'accesso agli ammortizzatori straordinari previsti dalla legge. L'istanza segue la fondamentale decisione del Tribunale di Bologna dello scorso 6 giugno che, accogliendo un'istanza degli stessi commissari, permette la riattivazione dell'attività d'impresa. In questo modo è stata portata a compimento una ulteriore, significativa fase della procedura e se ne sta per aprire una nuova che dovrà condurre all'auspicabile individuazione di nuovi acquirenti».

«Pertanto, i commissari straordinari, con il medesimo senso di responsabilità che ha contraddistinto gli oltre quattro anni in cui hanno ricoperto l'incarico, hanno ritenuto di presentare al Ministro dello Sviluppo Economico le proprie dimissioni per consentire a nuovi Commissari di gestire la prossima fase - sottolineano - Si tratta di una decisione presa in piena collegialità e con spirito di servizio, nell'esclusivo interesse dell'azienda e dei suoi lavoratori, come ogni altro provvedimento assunto negli oltre quattro anni d'incarico, con la finalità di contribuire a ristabilire la necessaria serenità. In questa logica di virtuosa discontinuità, i commissari straordinari dimissionari confermano la piena disponibilità a collaborare con i commissari in corso di individuazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico per il necessario supporto nella fase di passaggio di consegne».
  • Mercatone Uno
Altri contenuti a tema
Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Questa mattina il presidio. I sindacati: «La politica locale intervenga con il Mise per la nomina di nuovi commissari»
Mercatone Uno a Bari, ok dal tribunale si procede per la cassa integrazione Mercatone Uno a Bari, ok dal tribunale si procede per la cassa integrazione I primi passi sono stati fatti, ora si va avanti per far avere ai dipendenti anche un futuro lavorativo
Crisi Mercatone Uno, l'onorevole Gemmato: «Governo dia segnali di discontinuità» Crisi Mercatone Uno, l'onorevole Gemmato: «Governo dia segnali di discontinuità» L'esponente pugliese di Fratelli d'Italia alla Camera: «L'Esecutivo mantenga le promesse fatte al tavolo del Mise»
"Sciacalli" anche al Mercatone di Bari, i dipendenti costretti alla sorveglianza "Sciacalli" anche al Mercatone di Bari, i dipendenti costretti alla sorveglianza Furti e danneggiamenti in tutti i punti vendita della Puglia. Il sindacato: «Al prefetto chiediamo di coordinare i periti in tutta la regione»
Mercatone Uno, la tragedia dei dipendenti in una lettera aperta Mercatone Uno, la tragedia dei dipendenti in una lettera aperta Sta girando via social il racconto dell'inferno dei lavoratori attraverso la voce di uno di loro
Mercatone Uno, la Regione Puglia punta alla riqualificazione dei lavoratori Mercatone Uno, la Regione Puglia punta alla riqualificazione dei lavoratori Borracino: "Servono risposte per i 256 dipendenti coinvolti. Cerchiamo anche possibili investitori"
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.