universita guardia di finanza JPG
universita guardia di finanza JPG
Cronaca

Università di Bari e Guardia di Finanza, stretta sugli studenti "furbetti". Recuperati 50.000 euro di tasse

Si rinnova la cabina di regia interistituzionale. Degli oltre 150 controlli, 55 sono risultati irregolari

Si rinnova la "cabina di regia" interistituzionale fra Guardia di Finanza e Università di Bari. Il 17 dicembre si sono riuniti presso l'ateneo barese il rettore Antonio Felice Uricchio e il Comandante Regionale della GdF Vito Augelli. Nell'ambito dell'accordo stipulato il 20 dicembre 2017, infatti, sono stati 150 controlli i controlli sugli studenti, dei quali 55 irregolari, con un recupero di gettito contributivo di oltre 50 mila euro.

Università e Guardia di Finanza hanno esaminato le risultanze delle verifiche congiunte avviate sulle dichiarazioni della condizione reddituale e patrimoniale degli studenti iscritti ai corsi di studio universitari, finalizzate alla riduzione di tasse o al beneficio di altre prestazioni agevolate in materia di diritto allo studio.

Rettore e Comandante Regionale hanno manifestato vivo apprezzamento per gli importanti risultati raggiunti in questo primo anno dell'accordo, che hanno consentito, da un lato, il recupero delle entrate non riscosse, dall'altro, di affermare l'importanza dello spontaneo adempimento nell'assolvimento degli obblighi di contribuzione da parte dei soggetti interessati.

L'area di osservazione che ha evidenziato maggiori fenomeni elusivi della contribuzione universitaria ha riguardato, in particolare, la dichiarazione di "studente indipendente", in alcuni casi prodotta in assenza dei requisiti prescritti dalla vigente normativa in materia.

In questo senso, l'Università degli Studi di Bari ha evidenziato che, ai sensi dell'art. 5 del D.P.C.M. del 09/04/2001, tale fattispecie richiede il possesso di due essenziali requisiti:
  1. residenza esterna all'unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di proprietà di un suo membro;
  2. redditi dello studente, da lavoro dipendente o fiscalmente assimilati, da almeno due anni, non inferiori a 6.500 euro all'anno.
In assenza dei suddetti requisiti, il nucleo familiare del richiedente è integrato con quello di origine. Nel corso della riunione, l'amministrazione universitaria ha consegnato, ai vertici del Comando Regionale, un campione di studenti iscritti all'anno accademico 2017/2018, per l'avvio di ulteriori controlli.

L'accordo, fanno sapere i vertici della Guardia di Finanza, testimonia l'elevato impatto sociale che assume l'attività di controllo, volta ad assicurare la percezione dei benefici in capo a coloro i quali ne hanno effettivo diritto, nonché a perseguire finalità sia di tutela delle entrate, che di equità sociale nella redistribuzione delle risorse.
  • Guardia di Finanza
  • Università
  • uniba
Altri contenuti a tema
Discarica abusiva sequestrata, tra i rifiuti migliaia di cartelle cliniche Discarica abusiva sequestrata, tra i rifiuti migliaia di cartelle cliniche Il territorio interessato si trova a Polignano a Mare, l'area complessiva supera i 16 mila metri quadri
Vendeva accessori per cellulari contraffatti per un valore di 100mila euro, scatta il sequestro Vendeva accessori per cellulari contraffatti per un valore di 100mila euro, scatta il sequestro Dopo la segnalazione di alcuni commercianti, l'imprenditore cinese è stato denunciato. Oltre 9mila gli apparecchi illeciti
Altamura, produceva alcolici di contrabbando. Sequestrata fabbrica clandestina Altamura, produceva alcolici di contrabbando. Sequestrata fabbrica clandestina La guardia di finanza ha denunciato il proprietario dell'attività illecita, un 38enne del luogo
Bari dice addio a Ruggiero Fumarulo, padre di Stefano Bari dice addio a Ruggiero Fumarulo, padre di Stefano Era direttore della direttore della Scuola di specializzazione in Medicina. Decaro: «Non è sopravvissuto al dolore per la morte del figlio»
Fermato corriere della droga a Bari, aveva 54 ovuli di coca nell'intestino Fermato corriere della droga a Bari, aveva 54 ovuli di coca nell'intestino L'uomo,un 35enne nigeriano, era appena sbarcato da un volo proveniente dalla Spagna, sequestrate in totale 11 mila dosi
False cartelle esattoriali a Bari e nella BAT, fermata una famiglia di truffatori False cartelle esattoriali a Bari e nella BAT, fermata una famiglia di truffatori I tre, due donne e un uomo, avevano guadagnato così diverse migliaia di euro. Ecco l'avviso della guardia di finanza
Tommy Colasanto, il ragazzo disabile che chiede aiuto alle istituzioni per poter studiare Tommy Colasanto, il ragazzo disabile che chiede aiuto alle istituzioni per poter studiare Ha dovuto lasciare l'università di Bari per la mancata assistenza agli studenti portatori di handicap
Un master per assistenti sociali al San Paolo di Bari, da oggi è realtà Un master per assistenti sociali al San Paolo di Bari, da oggi è realtà Romano: «La cultura migliora la vita delle persone e rende i quartieri periferici luoghi che contano», Schingaro: «Operazione che mi rende orgoglioso»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.