I profughi afgani arrivati a Bari
I profughi afgani arrivati a Bari
Cronaca

Profughi afgani in quarantena a Bari, Bottalico: «Pronti ad ospitarli»

L'assessore sottolinea che al momento non si sa se resteranno in città o meno, la scorsa notte accolto un minore non facente parte del gruppo

La ASL di Bari si è attivata per fornire assistenza sanitaria per i primi 40 profughi afghani arrivati in Puglia. Medici e infermieri sono intervenuti nel Covid Hotel al quartiere San Paolo che in questo momento sta ospitando uomini, donne e bambini arrivati con il ponte aereo dall'Afghanistan.

Tra loro si contano 8 nuclei famigliari e 3 singoli, tra cui una donna incinta, diversi bambini tra gli 8 e i 13 anni e un afgano che vive in Italia da 5 anni, con regolare permesso di soggiorno, tornato nella sua terra per riprendere la moglie. Gli uffici della ASL hanno già avviato le procedure per assegnare a tutti i profughi il codice Stp (straniero temporaneamente presente) in modo tale da garantire loro l'accesso alle prestazioni sanitarie.

Con la collaborazione dei volontari della Protezione Civile regionale, i sanitari hanno visitato i profughi accertando le loro condizioni di salute. Sono state fornite cure e terapie mediche ad alcuni dei profughi con patologie di lieve entità. Sono state visitate due donne gravide che sono in buone condizioni. Hanno ricevuto assistenza anche i più piccoli messi in sicurezza. L'equipe sanitaria ha avviato la presa in carico dei profughi che saranno monitorati anche nei prossimi giorni.

«Non sappiamo ancora se dovremo ospitare alcuni dei profughi arrivati a Bari - sottolinea l'assessore al welfare Francesca Bottalico - Dopo la quarantena di 15 giorni, il Ministero si occuperà dello smistamento ma al momento non abbiamo avuto alcuna comunicazione. Noi siamo pronti ad ospitare i profughi, come lo siamo sempre».

«La nostra rete di accoglienza normale e strutturata è in allerta - prosegue - La Protezione Civile sta gestendo tutto e al momento non sappiamo nemmeno se ci sono eventuali bisogni speciali. Nel momento in cui verranno smistati, in base ai posti disponibili nel sistema nazionale, siamo pronti come lo siamo sempre. Per noi non è una cosa eccezionale. Abbiamo chiesto l'avviamento del sistema di accoglienza già presente nel caso in cui dovessero arrivare più migranti rispetto al flusso normale. Inoltre, abbiamo anche dato la nostra disponibilità a strutturare tutti i servizi di base, anche per eventuali minori non accompagnati».

«Anche l'altra notte - conclude - abbiamo accolto un minore afgano non facente parte di quel gruppo. L'eventuale numero dei profughi che dovremmo ospitare dipende dal momento in cui si richiede l'accoglienza, si vedono i posti disponibili e si assegnano».

  • Francesca Bottalico
  • Welfare
Altri contenuti a tema
Pane e pomodoro, ecco la sedia galleggiante per l'ingresso in acqua di persone con disabilità Pane e pomodoro, ecco la sedia galleggiante per l'ingresso in acqua di persone con disabilità A Ferragosto sulle tre spiagge cittadine attivo il servizio di accompagnamento anziani e cittadini con difficoltà motoria
Weekend di Ferragosto, a Bari attivi i servizi welfare per i più fragili Weekend di Ferragosto, a Bari attivi i servizi welfare per i più fragili Dalle mense al centro antiviolenza, passando per il Pis e i servizi di InConTra. Tutte le info utili
Bari ricorda lo sbarco della Vlora, a San Girolamo la cerimonia della comunità italo-albanese Bari ricorda lo sbarco della Vlora, a San Girolamo la cerimonia della comunità italo-albanese Ieri pomeriggio l'iniziativa dell'associazione Le aquile di seta, con la lettura di poesie da parte dei bambini bilingue
"Agosto non ti conosco", a Bari parte il progetto a contrasto della solitudine degli anziani "Agosto non ti conosco", a Bari parte il progetto a contrasto della solitudine degli anziani Fino al 12 sarà possibile accedere agli spazi della “Biblioteca dell’anziano” dell’associazione ADA
Spiagge aperte a cittadini con disabilità e anziani, al via il progetto di Gens nova e assessorato al Welfare Spiagge aperte a cittadini con disabilità e anziani, al via il progetto di Gens nova e assessorato al Welfare Si tratta di un servizio di accompagnamento, sostegno e accoglienza. Nuove attrezzature a Pane e pomodoro e San Girolamo
Piano operativo cittadino a contrasto delle ondate di calore, i risultati del primo mese Piano operativo cittadino a contrasto delle ondate di calore, i risultati del primo mese Sarà attivo fino al 15 settembre a supporto di anziani e persone fragili
"Colibrì", a Bari nasce una rete di undici biblioteche. Saranno gestite da enti del terzo settore "Colibrì", a Bari nasce una rete di undici biblioteche. Saranno gestite da enti del terzo settore Un progetto finanziato per quasi 2 milioni di euro dal bando "Community library" della Regione Puglia
San Girolamo, arrivano due nuovi murales: legalità e cura delle relazioni i temi delle opere San Girolamo, arrivano due nuovi murales: legalità e cura delle relazioni i temi delle opere Bottalico: «Abbiamo bisogno di rimettere al "centro" i ragazzi offrire loro occasioni e strumenti per costruire il futuro»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.