Polizia di Stato
Polizia di Stato
Cronaca

Omicidio Lorusso a San Girolamo, ergastolo per il boss e il suo braccio destro

Il manette finiscono un 56enne e un 32enne, che hanno ricevuto la condanna in via definitiva

Nella mattinata di ieri, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari hanno dato esecuzione agli Ordini di carcerazione disposti dalla Procura Generale presso la Corte d'Appello di Bari, nei confronti rispettivamente di un 52enne e di un 36enne.

Il primo, capo di un clan locale, operativo nel quartiere periferico di Bari, era già detenuto per associazione mafiosa nel carcere di Asti. Il suo braccio destro, il 36enne, ristretto agli arresti domiciliari perché coinvolto nell'operazione di polizia Vortice — Maestrale, diretta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari ed eseguita nel mese di aprile del 2021, è stato associato nel carcere di Foggia.

Entrambi sono stati condannati in via definitiva alla pena dell'ergastolo, con l'aggravante del metodo mafioso, per l'omicidio di Lorusso Nicola, classe 1956, detto "il ciuccio", consumato nel quartiere San Girolamo l' 11 gennaio 2015.

Tra il 2012 ed il 2015, le due organizzazioni criminali mafìose, operanti nella città di Bari, entrambe desiderose di conquistare il dominio assoluto nella gestione delle attività illecite del rione (traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni ad esercizi commerciali ed imprese edili), si affrontarono a più riprese, facendo registrare una pluralità di fatti di sangue.

La mattina dell' 11 gennaio 2015, sempre nel quartiere San Girolamo di Bari, a poca distanza dalla propria abitazione e mentre era alla guida di un'autovettura, in compagnia della moglie, Lorusso Nicola, con precedenti anche per reati associativi, fu attinto mortalmente da numerosi colpi d'arma da fuoco, esplosi con un fucile mitragliatore AK 47 kalashnikov.

L'omicidio di Lorusso Nicola, in particolare, costituì la risposta all'assassinio di Campanale Felice, classe 1946, commesso il 28 agosto 2013, nel quartiere Poggiofranco di Bari.
  • Polizia di Stato
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Rintracciato dopo una video chiamata con il padre in carcere, in manette giovane esponente della criminalità locale Rintracciato dopo una video chiamata con il padre in carcere, in manette giovane esponente della criminalità locale Il 24enne si nascondeva in un casolare sul lungomare a sud di Bari
Carbonara, la furia del branco su due ragazze 12enni che finiscono in ospedale Carbonara, la furia del branco su due ragazze 12enni che finiscono in ospedale L'aggressione sarebbe stata condotta da un gruppo di alcune coetanee. Non ci sono denunce
Nel 2021 ritorno alla "normalità" anche per i reati, calano i "codice rosso" ma aumentano le rapine Nel 2021 ritorno alla "normalità" anche per i reati, calano i "codice rosso" ma aumentano le rapine I dati dell'area metropolitana comunicati dalla Polizia di Stato in occasione della celebrazione dei 170 anni
Ragazze adescate via social e ridotte in schiavitù, 20 indagati Ragazze adescate via social e ridotte in schiavitù, 20 indagati Tra le persone coinvolte dodici sono state portate in carcere, mentre per 5 è scattata la misura degli arresti domiciliari
Sfruttamento della prostituzione e riduzione in schiavitù, 20 arresti a Bari Sfruttamento della prostituzione e riduzione in schiavitù, 20 arresti a Bari Operazione in corso della polizia, in città e in altri comuni della Puglia
Trovato a Palese ordigno della seconda guerra mondiale, intervento degli artificieri Trovato a Palese ordigno della seconda guerra mondiale, intervento degli artificieri A rinvenirla un uomo durante una passeggiata nei pressi del porticciolo
Associazione mafiosa dedita allo spaccio, 43 arresti tra Bitonto e Bari Associazione mafiosa dedita allo spaccio, 43 arresti tra Bitonto e Bari Impiegate oltre oltre 300 unità della polizia di Stato
Cadavere ritrovato su binari in disuso a Bari, fermato un uomo Cadavere ritrovato su binari in disuso a Bari, fermato un uomo Il giovane aveva un profondo taglio alla gola ed era seminudo
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.