Ospedale Di Venere JPG
Ospedale Di Venere JPG
Cronaca

Neonata morì dopo una lite tra medici: condannati per omicidio colposo

I fatti all’ospedale Di Venere nel 2016. Il parto subì un rallentamento di oltre un’ora e la piccola morì

La giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Bari, Valeria Isabella Valenzi, ha condannato per il reato di omicidio colposo tre medici in servizio all'ospedale Di Venere di Carbonara, al termine del processo, celebrato col rito abbreviato, sulla morte di una neonata avvenuta il 2 maggio 2016. Il decesso, salito alla ribalta nazionale, sarebbe avvenuto a causa di un ritardo nel parto cesareo dovuto, per l'accusa, ad un litigio per l'utilizzo della sala operatoria barese.
Sono stati condannati a 1 anno di reclusione, con pena sospesa, i due ginecologi in servizio , Vito Partipilo e Carlo Campobasso, e a 8 mesi di reclusione (pena sospesa) l'anestesista Antonio Simone. La stessa giudice del Tribunale di Bari, che ha ha condannato i tre medici ritenuti responsabili anche al risarcimento dei danni, inoltre, ha assolto ​«perché il fatto non costituisce reato» il primario di chirurgia generale Francesco Puglisi, assistito dall'avvocato Michele Laforgia.
Stando alle indagini dei Carabinieri del Nas, coordinate dal pubblico ministero Gaetano de Bari, quel giorno le sale del reparto di Ostetricia erano tutte occupate e quando i sanitari si sono accorti della sofferenza fetale e hanno disposto un cesareo, si sono rivolti al vicino reparto di Chirurgia, dove però era programmato un altro intervento. A quel punto ci sarebbe stato tra i medici dei due reparti un acceso litigio sull'utilizzo della sala, di fatto ritardando il cesareo di oltre un'ora.
Nell'attesa la donna, pronta per il parto, sarebbe rimasta senza monitoraggio e quando la bambina è stata fatta nascere era già in grave sofferenza per asfissia cardiaca dovuta al cordone ombelicale stretto al collo. I medici sono stati anche condannati al risarcimento danni, da quantificarsi in sede civile, nei confronti delle parti civili: i nonni della neonata (i genitori sono stati risarciti), assistiti dall'avvocato Felice Petruzzella, e la Asl difesa da Giuseppe Modesti.
  • Di Venere
Altri contenuti a tema
Fratture del calcagno, innovativo fissatore esterno impiantato per la prima volta al Di Venere Fratture del calcagno, innovativo fissatore esterno impiantato per la prima volta al Di Venere Si tratta del risultato di tre anni di studio sul campo
Parto trigemellare al Di Venere, centro di eccellenza per le nascite Parto trigemellare al Di Venere, centro di eccellenza per le nascite Il senatore Melchiorre: "Evento raro ed eccezionale"
Centro dedicato alla Genetica Medica e alla Medicina Fetale, inaugurazione per la nuova struttura Centro dedicato alla Genetica Medica e alla Medicina Fetale, inaugurazione per la nuova struttura Si trova al Di Venere, cerimonia lunedì mattina
Intervento record al Di Venere, asportata massa tumorale di 8 chili Intervento record al Di Venere, asportata massa tumorale di 8 chili Il paziente una donna di 61 anni, l'operazione effettuata dall'equipe del professor Vicino
Carenze igienico sanitarie alla mensa del Di Venere, multa dai Nas di Bari Carenze igienico sanitarie alla mensa del Di Venere, multa dai Nas di Bari La Asl: "La società appaltatrice ha garantito la correzione immediata delle criticità rilevate"
Chirurgia del Di Venere, Michele Simone è il nuovo primario Chirurgia del Di Venere, Michele Simone è il nuovo primario Esperto in chirurgia laparoscopica avanzata è anche impegnato nello sviluppo della chirurgia robotica
Asl Bari, 8.640 dosi del vaccino bivalente anti-Covid inviate al Di Venere Asl Bari, 8.640 dosi del vaccino bivalente anti-Covid inviate al Di Venere I frigoriferi a -80 gradi dell'istituto tumori Giovanni Paolo II sono il riferimento per lo stoccaggio
Di Venere, aggredito infermiere: aveva chiesto a paziente con la tosse di mettere la mascherina Di Venere, aggredito infermiere: aveva chiesto a paziente con la tosse di mettere la mascherina Il fatto è accaduto al triage. Per l'operatore sanitario è stata emessa una prognosi di 10 giorni dopo il pugno
© 2001-2023 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.