libri
libri
Scuola e Lavoro

Pronti i buoni per l'acquisto di testi scolastici, Romano: «Libri in arrivo nei prossimi giorni»

Nel complesso sono 3.125 le agevolazioni messe a disposizione del Comune per le famiglie a basso reddito

Il Comune di Bari mette a disposizione buoni per l'acquisto di libri di testo scolastici per le famiglie a basso reddito. L'assessore alle Politiche educative e giovanili Paola Romano rende noto che da venerdì 4 ottobre le scuole possono ritirare le cedole librarie e trasferirle alle famiglie aventi diritto, che a loro volta potranno comprare i libri direttamente in libreria. Nel complesso i buoni libro in distribuzione sono 3.125. A seguito dell'ulteriore avviso indetto dalla Regione Puglia, cui potranno accedere coloro i quali non hanno partecipato tempestivamente, il numero di fruitori potrà aumentare.

Da questo anno scolastico gli alunni delle scuole secondarie di I e II grado che siano residenti a Bari e abbiano un ISEE familiare inferiore a 10.632,94 euro, possono utilizzare i voucher distribuiti dalle scuole di appartenenza per l'acquisto dei libri di testo, anziché disporre di libri in comodato d'uso. L'importo dei singoli buoni libro è definito da una tabella ministeriale e varia a seconda della classe - gli alunni delle prime classi usufruiscono di una quota maggiore - e dell'indirizzo dell'istituto scolastico. Per usufruire del beneficio, le famiglie che non abbiano ancora fatto domanda possono accedere alla piattaforma regionale https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/libri-di-testo-2019-2020/ entro le ore 14 del 23 ottobre.

«Come promesso, grazie a un lavoro di rete condiviso dall'assessorato alle Politiche educative e giovanili, dalla Regione, dai dirigenti delle scuole secondarie di I e II grado e dalle librerie della città, nei prossimi giorni gli alunni potranno disporre dei testi, diventandone proprietari a tutti gli effetti, e non ricevendoli in prestito come accadeva sino all'anno scorso - commenta Paola Romano. Questa nuova modalità ha consentito al Comune di trasferire in una settimana i fondi ricevuti lunedì scorso dalla Regione agli studenti, scongiurando quindi i tempi lunghi registrati negli anni precedenti. Il nostro obiettivo è far sì che gli studenti abbiano i libri il prima possibile, poiché non è accettabile ciò che è accaduto l'anno scorso, quando a gennaio alcuni alunni baresi non avevano ancora ottenuto i testi su cui studiare. Un problema che nasceva da una procedura complessa che, dopo l'erogazione dei fondi regionali, obbligava le scuole a indire delle gare per l'individuazione dei fornitori, operazioni che spesso si concludevano troppo tardi con il rischio che, nel frattempo, le librerie terminassero i libri disponibili allungando i tempi per la fornitura ai ragazzi meno abbienti».

«Questa iniziativa, che nasce dall'analisi e dalla condivisione di queste problematiche con le scuole, i librai, gli studenti e la Regione, si pone anche l'obiettivo di invogliare le famiglie ad entrare nelle librerie cittadine, patrimonio di prossimità di inestimabile valore, perché spesso l'acquisto dei libri di testo rappresenta il primo passo per avvicinare i ragazzi alla lettura - prosegue Romano. Inoltre, si inserisce in un percorso più ampio, in cui rientrano anche le biblioteche comunali di prossima apertura, che prevede la costituzione di un tavolo permanente con le scuole, gli studenti e i librai al fine di monitorare l'andamento della misura e costruire delle iniziative congiunte per incentivare la lettura. Ringrazio la Regione Puglia che, aumentando il budget a disposizione fino a 617mila euro, ci ha consentito di optare per l'introduzione dei buoni libro, che coprono quasi la totalità della spesa libri che le famiglie devono sopportare».
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
A Japigia il primo polo dell'infanzia di Bari. Stamattina l'open day con le famiglie A Japigia il primo polo dell'infanzia di Bari. Stamattina l'open day con le famiglie La struttura è stata realizzata nell'asilo Michele Speranza dopo la ristrutturazione con interventi da 280mila euro
Comune di Bari e Retake insieme per ridare "decoro" alle scuole cittadine Comune di Bari e Retake insieme per ridare "decoro" alle scuole cittadine Previsti una serie di interventi per ripulire le facciate da scritte non autorizzate
Pronto il polo dell'infanzia di Japigia, il 15 febbraio l'open day Pronto il polo dell'infanzia di Japigia, il 15 febbraio l'open day All'interno della struttura verranno trasferite le attività dell'asilo di via Viterbo
Dal Ministero il premio per le mense scolastiche di Bari, da domani tariffe ridotte Dal Ministero il premio per le mense scolastiche di Bari, da domani tariffe ridotte Al servizio comunale è stato riconosciuto il sigillo di “mensa di eccellenza” per la qualità e la tracciabilità dei prodotti biologici utilizzati
Torre a Mare, inaugurata la palestra coperta della scuola Levi Montalcini Torre a Mare, inaugurata la palestra coperta della scuola Levi Montalcini Conclusi i lavori da 600mila euro. Decaro: «Sarà aperta anche il pomeriggio. Un servizio dedicato a tutto il quartiere»
Nasce ufficialmente il presidio di Libera a Bari, don Angelo Cassano eletto presidente Nasce ufficialmente il presidio di Libera a Bari, don Angelo Cassano eletto presidente L'associazione fondata da don Ciotti si occupa di antimafia sociale. L'assessore Romano: «Rompere il meccanismo della paura»
Bari "esporta" Spazio13. Pronta un'esperienza analoga a Bergamo Bari "esporta" Spazio13. Pronta un'esperienza analoga a Bergamo I due comuni hanno vinto il bando dell'Anci che ha l'obiettivo di far viaggiare le buone pratiche fra città
Termosifoni accesi, riprendono le attività nelle scuole di Bari Termosifoni accesi, riprendono le attività nelle scuole di Bari Stamattina il sopralluogo dell'assessore Romano per verificare la funzionalità degli impianti di riscaldamento
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.