Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Cronaca

Frode fiscale, sequestro da 2 milioni a imprenditore della provincia di Bari

Maxi operazione della Guardia di finanza a Taranto contro le false fatturazioni

Sequestro da circa 2 milioni di euro nelle scorse ore a un noto imprenditore di Molfetta, in qualità di rappresentante legale di una società operante nel settore della distribuzione, con sedi anche a Bari e Terlizzi. Altri due provvedimenti sono stati eseguiti nei confronti di altrettanti soggetti, per un totale di 7 milioni e 670 mila euro sequestrati.

Il sequestro preventivo è stato posto in essere a Taranto dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Martina Franca. I militari, agli ordini del Capitano Federica Iervoglini, hanno svolto indagini che avrebbero portato alla verifica fiscale su una ditta, da dove i controlli sono stati estesi ad altre realtà arrivando a coinvolgere anche quella dell'imprenditore di Molfetta. L'attività investigativa della Gdf ha portato ad accertare una frode fiscale per oltre 13 milioni di euro, oltre alla constatazione di ricavi sottratti alla tassazione per 15 milioni di euro e un'evasione dell'Iva pari a 3 milioni e 260mila euro. Il capo di imputazione contestato all'imprenditore molfettese è di evasione in materia di imposte dirette e Iva.

L'attività s'inquadra nel più ampio contesto di contrasto all'illecito fenomeno delle frodi fiscali ed in particolare di quegli operatori che con la loro condotta illecita e ingannevole non soltanto frodano il Fisco, ma alimentano la concorrenza sleale a danno di chi opera quotidianamente e con grande difficoltà nel rispetto delle norme fiscali e contributive.
  • Guardia di Finanza
  • frode fiscale
Altri contenuti a tema
Reclutavano braccianti in provincia di Bari per sfruttarli nei campi. Otto patteggiamenti Reclutavano braccianti in provincia di Bari per sfruttarli nei campi. Otto patteggiamenti I lavoratori, tutti italiani, venivano impiegati per 14 ore sotto i tendoni e dovevano restituire 2 euro al giorno al caporale
Truffavano un Comune in provincia di Taranto, scattano i sequestri anche a Bari Truffavano un Comune in provincia di Taranto, scattano i sequestri anche a Bari Operazione della Guardia di finanza nei confronti di un'azienda incaricata della riscossione dei tributi
Rutigliano, azienda incassa il finanziamento senza eseguire i lavori. Sequestri da 350mila euro Rutigliano, azienda incassa il finanziamento senza eseguire i lavori. Sequestri da 350mila euro Il responsabile aveva chiesto un contributo europeo alla regione per l'ammodernamento dell'attività di vendita di frutta all'ingrosso
Giro di affari illeciti gestito da Giancaspro, arrestato l'ex patron del Bari calcio Giro di affari illeciti gestito da Giancaspro, arrestato l'ex patron del Bari calcio Secondo la Guardia di finanza distraeva i soldi dalla società sportiva per appalti e sponsorizzazioni. Indagato anche il sindaco di Trani Bottaro
Porto di Bari, scoperti 240mila euro di valuta non dichiarata Porto di Bari, scoperti 240mila euro di valuta non dichiarata Beccati cittadini di origine albanese, bulgara, macedone e kosovara che cercavano di importare o esportare il denaro
Porto di Bari, nascondevano cocaina e contanti nel camion carico di patate. Arrestati Porto di Bari, nascondevano cocaina e contanti nel camion carico di patate. Arrestati I due malviventi sono stati trovati in possesso di 150mila euro. Erano pronti a imbarcarsi per l'Albania
Lenticchie egiziane e cinesi spacciate come di Altamura. Scattano le denunce Lenticchie egiziane e cinesi spacciate come di Altamura. Scattano le denunce Una maxi frode alimentare scoperta dalla Guardia di finanza di Torino: sequestrate oltre 20 tonnellate di prodotti
Concussione, sequestrati un immobile e un'auto ad ex dg del Policlinico Concussione, sequestrati un immobile e un'auto ad ex dg del Policlinico Giovanni Giannoccaro era finito ai domiciliari dopo essere stato sorpreso a ricevere 3mila euro da un imprenditore
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.