Cus esterno
Cus esterno
Altri sport

Fase due, dal 25 maggio riparte l'attività del Cus Bari

Allenamenti all'aperto, garantendo le distanze di sicurezza previste dalle norme. Separati ingressi e uscite

Lunedì 25 maggio, come da disposizione governativa, riaprirà il Centro Universitario sportivo di Bari, prestando attenzione alla sicurezza di utenti e lavoratori, facendo a meno della piscina scoperta, ma sfruttando a pieno la grandezza della struttura.

«Siamo pronti a ripartire – ha affermato il presidente Antonio Prezioso -. Inizieremo con le attività agonistiche di alcune sezioni. Gli allenamenti si svolgeranno all'aperto, garantendo tutte le distanze previste dalle normative. Non saranno ancora disponibili gli spogliatoi, perché stiamo provvedendo a metterli a norma».

Anche per quanto riguarda i corsi, lo staff del Cus è impegnato con gli ultimi accorgimenti. Il loro inizio è previsto nella prima settimana di giugno e si terranno, sfruttando gli ampi spazi del centro sportivo universitario, tutti all'aperto in modo che in tutta sicurezza chi frequenta il Cus potrà praticare sport in tranquillità. Lo staff del Cus è anche a lavoro per riproporre il centro estivo, sempre nel pieno rispetto delle linee guida che sono state fornite in merito. Anche in questo caso tutte le attività saranno svolte all'esterno. Solo per quanto riguarda il nuoto sarà a disposizione esclusivamente la vasca interna che, dopo essere stata svuotata, sarà riempita nei prossimi giorni in modo da renderla riutilizzabile dal 15 giugno. Per concedere comunque il piacere di stare al sole in relax, sarà allestito un punto solarium in prossimità dell'ingresso della piscina coperta. Particolare caratteristica di questa fase di riapertura del Cus Bari sarà l'accesso, che avverrà con un senso unico di marcia.

«Avendo molti metri quadri a disposizione e anche vari punti di accesso, abbiamo pensato di creare ingresso e uscita da due punti differenti, in modo tale da evitare incroci ed eventuali assembramenti. Vogliamo ripartire in piena sicurezza. E proprio per tale motivo stiamo predisponendo all'interno del Cus una cartellonistica dettagliata dove illustreremo tutte le buone pratiche per contenere la diffusione del virus».
Tutto il personale del Cus, che in questi giorni è tornato a lavoro, è impegnato in corsi di formazione per il contrasto del virus. Dunque sarà una ripartenza all'insegna della sicurezza, resa tale anche dalla presenza di totem con gel disinfettante e la presenza di materiale per la sanificazione disponibile per ogni sezione, in modo che il materiale utilizzato possa essere condiviso senza rischi.

«Queste modalità di sicurezza sono state pensate sia per gli atleti che si alleneranno al Cus, sia per tutti i fruitori della struttura, ma anche per tutto il personale impegnato lavorativamente. È giusto che anche loro abbiano tutta la protezione possibile».
  • Cus Bari
  • Fase 2 Bari
Altri contenuti a tema
Dal 22 giugno ripartono campi estivi e attività ludiche, ecco le misure di sicurezza Dal 22 giugno ripartono campi estivi e attività ludiche, ecco le misure di sicurezza Il Comune di Bari ha diramato delle linee guida a beneficio dei soggetti organizzatori
In Puglia ripartono centri benessere e guide turistiche. Da lunedì locali per spettacoli e fiere In Puglia ripartono centri benessere e guide turistiche. Da lunedì locali per spettacoli e fiere Decorrenza immediata anche per la riapertura di circoli culturali e ricreativi. Il 15 giugno al via servizi per l'infanzia e congressi
Apertura discoteche e movida, Decaro: «Governo ci dia una mano con i controlli» Apertura discoteche e movida, Decaro: «Governo ci dia una mano con i controlli» Stamattina la riunione dei sindaci metropolitani con il ministro Lamorgese. Sul tavolo la connessione fra forze dell'ordine e polizie locali
Bando Open D-Bari per incentivi al commercio, 161 le istanze già in pagamento Bando Open D-Bari per incentivi al commercio, 161 le istanze già in pagamento Online la graduatoria delle prime 500 domande esaminate. Sono 6 milioni di euro i fondi che il Comune ha messo a disposizione
Dopo tre mesi atterra a Bari il primo volo da Milano, 92 i passeggeri Dopo tre mesi atterra a Bari il primo volo da Milano, 92 i passeggeri In mattinata è sbarcato a Palese anche il collegamento da Roma. Un medico di Monza: «Qui per andare al mare»
Obbligo di segnalazione dell'arrivo in Puglia, già oltre 6mila i moduli compilati Obbligo di segnalazione dell'arrivo in Puglia, già oltre 6mila i moduli compilati Superano quota 80mila gli accessi registrati da questa mattina sulla piattaforma online. Emiliano: «Senso di responsabilità fa la differenza»
Problemi con il modulo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia, è polemica politica Problemi con il modulo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia, è polemica politica Le criticità sono state risolte nel corso della mattinata, ma Movimento 5 stelle e Fratelli d'Italia attaccano Emiliano
Mobilità fra regioni, obbligo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia Mobilità fra regioni, obbligo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia Firmata l'ordinanza del presidente Michele Emiliano valida dal 3 giugno. Necessario dichiarare anche il comune di soggiorno
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.