Ripresi lavori per la fogna bianca a Sant'Anna. Decaro: «Cercheremo di finirli in 90 giorni»
Ripresi lavori per la fogna bianca a Sant'Anna. Decaro: «Cercheremo di finirli in 90 giorni»
Territorio

Ripresi lavori per la fogna bianca a Sant'Anna. Decaro: «Cercheremo di finirli in 90 giorni»

Il sindaco stamattina sul cantiere per un sopralluogo: «Il presidente di un consorzio non vuole che le opere vengano realizzate»

«Ci abbiamo messo quasi tre anni - annuncia il sindaco - ma per fortuna sono ripresi i lavori nella zona relativa alla maglia esterna di Sant'Anna». Queste le parole con cui il sindaco di Bari Antonio Decaro, con un video in diretta sulla sua pagina Facebook, annuncia la ripresa dei lavori per la fogna bianca nel rione Sant'Anna.

«Si tratta di un'opera di collegamento fra la rete delle acque meteoriche e la vasca che è stata realizzata nel comparto a mare di Sant'Anna - spiega Decaro. L'acqua piovana, quindi, passerà da questa strada, alle spalle del ponte Pantaleo. I lavori dureranno 120 giorni, anche se l'azienda mi ha assicurato che i tempi saranno ridotti a 90 giorni. Subito dopo il collegamento della fogna bianca potranno procedere con l'asfalto; al momento non c'è questa autorizzazione perché si impermeabilizzerebbe la zona delle strade, rischiando così allagamenti nella zona di Sant'Anna dove c'è materiale inerte».

L'occasione è buona, inoltre, per tornare a mettere alcuni puntini sulle "i", ricordando ai consorzi che conducono le operazioni quali sono compiti e responsabilità del cantiere. «I lavori - precisa il primo cittadino - sono a cura dei consorzi, composti a loro volta da cooperative e aziende private. Grazie a due provvedimenti del Consiglio comunale abbiamo anticipato delle somme per un importo totale di circa 600.000 Euro. Sono fondi che avremmo comunque messo nel tempo a disposizione del consorzio con la vendita dei terreni alle cooperative; con un'operazione finanziaria e una variazione di bilancio autorizzata dal Consiglio comunale siamo riusciti a mettere immediatamente questi soldi nella loro disponibilità. C'è, però, un presidente di uno di questi consorzi che anche ieri è venuto qui a protestare, evidentemente perché non vuole che finiscano i lavori. Ricordo che le opere vengono autorizzate dal Comune, poiché ci sono i cittadini che abitano qui senza strade, senza fogna e senza la possibilità di aprire i negozi. La responsabilità ce la prendiamo noi per rendere più vivibile il quartiere».

Un'opera tanto attesa dal quartiere e dalla città intera; dopo tanto ritardo questa sembra la volta buona per dare un'accelerata definitiva all'intera zona. «Chiedo scusa ai residenti di Sant'Anna per averci messo così tanto tempo - continua Decaro. A chi ha i suoli nel comparto 3 confermo che, nonostante l'autorità di bacino abbia classificato quell'area come soggetta ad alluvioni, con l'approvazione del progetto per la vasca e la gara finanziata dalla Regione l'ufficio comunale è disposto a rilasciare l'autorizzazione per la costruzione di abitazioni. Il tempo di esecuzione dei lavori per la vasca è molto inferiore a quello per la costruzione delle palazzine. Una volta ultimata la vasca, l'autorità di bacino modificherà la relazione e la cartografia; quella non sarà più una zona alluvionale e non avremo più rischi idrogeologici».

Sant'Anna rientra in un progetto più ampio, vale a dire quello della riqualificazione dell'intera costa sud, per garantire a Bari un vero raccordo con il mare da Pane e Pomodoro fino a San Giorgio, con una significativa modifica urbanistica dell'assetto del territorio. «La speranza - conclude Decaro - è che a breve inizino i lavori per il "collo d'oca", dal momento che questo sarà un quartiere con diretto accesso al mare. Fra sette anni questa linea ferroviaria non ci sarà più: RFI ha assegnato i lavori a una nuova ditta che ha superato i problemi legati al fallimento. Questi binari saranno spostati verso Mungivacca, e l'ingresso in città avverrà in parallelo alle Ferrovie Sud-Est».
Social Video5 minutiRipresi i lavori a Sant'Anna
  • Antonio Decaro
  • Quartiere Sant'Anna
Altri contenuti a tema
Porto di Bari, i silos granari si illuminano dal tramonto all'alba Porto di Bari, i silos granari si illuminano dal tramonto all'alba Ogni sera quattro colori diversi. Decaro: «Le cose migliori nascono da comunità che lavora insieme»
Inaugurazione Fiera del Levante, il discorso del sindaco di Bari Antonio Decaro Inaugurazione Fiera del Levante, il discorso del sindaco di Bari Antonio Decaro Il ringraziamento al presidente della Repubblica Mattarella e il focus su sicurezza e accoglienza i punti chiave
Catturati altri cinque cinghiali al San Paolo, Decaro: «In totale prelevati 98 esemplari» Catturati altri cinque cinghiali al San Paolo, Decaro: «In totale prelevati 98 esemplari» Il sindaco: «Lavoro costante. Stiamo facendo la nostra parte, consapevoli che il fenomeno non può essere debellato del tutto»
Il premier Conte a Bari per inaugurare la Fiera, i commenti di Emiliano e Decaro Il premier Conte a Bari per inaugurare la Fiera, i commenti di Emiliano e Decaro Il presidente della Regione: «Futuro del fronte progressista dipende da alleanza M5s-centrosinistra». Il sindaco: «Aspettiamo parole sulla finanziaria»
A Bari si torna a sparare, Decaro: «Chi sa qualcosa parli con le forze dell'ordine» A Bari si torna a sparare, Decaro: «Chi sa qualcosa parli con le forze dell'ordine» Allo studio di Comune, Regione e Prefettura un nuovo patto per la sicurezza. Il sindaco: «Mappati tutti i quartieri a rischio»
Tutto pronto per la Fiera del Levante, ambiente e sostenibilità i temi dell'edizione 2019 Tutto pronto per la Fiera del Levante, ambiente e sostenibilità i temi dell'edizione 2019 Sarà il premier Conte a inaugurare la campionaria numero 83 sabato 14 settembre. Emiliano: «Decideremo il futuro della Puglia»
Consegnato il playground di parco 2 giugno, Decaro: «Bari palestra a cielo aperto» Consegnato il playground di parco 2 giugno, Decaro: «Bari palestra a cielo aperto» Questa mattina la consegna con la delegazione della Lega Basket. Il sindaco: «A breve i lavori per la pubblica illuminazione»
Bando Urbis, finanziate 66 attività di imprenditoria sociale. Boom a Libertà e San Paolo Bando Urbis, finanziate 66 attività di imprenditoria sociale. Boom a Libertà e San Paolo La misura prevede incentivi da 15mila a 40mila euro a fondo perduto. Decaro: «Bari vuole scommettere su se stessa»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.