Palazzo di città Bari
Palazzo di città Bari
Attualità

Raid americano in Iran, la città di Bari risponde all'appello per la pace

Il Comune raccoglie l'invito de La Giusta Causa. Decaro: «La guerra va fermata subito»

La città di Bari si fa portavoce di una richiesta di pace. Il sindaco Antonio Decaro risponde all'appello lanciato dall'associazione La Giusta Causa all'indomani del raid americano che ha portato all'uccisione del generale iraniano Qassed Soleimani.

«Condivido pienamente l'appello a far sì che le cancellerie europee e la stessa UE si rendano promotrici di iniziative di pace per fermare qualsiasi azione che provochi ulteriori tensioni nello scacchiere mediorientale - dice Decaro. È del tutto evidente, infatti, che la guerra vada fermata subito. Prima che sia troppo tardi, è importante che le comunità e i territori facciano sentire la propria voce contro ogni forma di aggressione militare e di azione unilaterale come quella compiuta dagli USA».

«Se l'Italia ripudia la guerra, come è scritto nella nostra magnifica Carta costituzionale, questo deve anche significare la ferma condanna dell'uso unilaterale della forza e di quelle azioni che, al di fuori di ogni convenzione internazionale, come nel caso del raid americano dello scorso 2 gennaio, possano alimentare la guerra - continua il primo cittadino. Bari è città operatrice di pace, come scritto nel suo Statuto; è città del dialogo e dell'accoglienza, come testimonia la scelta della Conferenza episcopale italiana di organizzare proprio qui l'incontro di riflessione e spiritualità "Mediterraneo, frontiera di pace", che si concluderà il 23 febbraio con l'intervento del Papa. Per questo la nostra città non farà mancare la sua voce, mobilitandosi in favore della pace per promuovere una nuova cultura del dialogo e del rispetto per il futuro dell'intero bacino mediterraneo».
  • Antonio Decaro
Altri contenuti a tema
Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Non possiamo aspettare oltre, servono risorse per garantire servizi ai cittadini»
Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Decaro: «Cittadini, associazioni e imprese si stanno mostrando attenti e generosi in questa emergenza»
Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Firmata l'ordinanza del sindaco di Bari. Possibile richiedere la spesa a casa tramite prenotazione telefonica
Bari, organizzano festa di compleanno nonostante il decreto. Scattano le multe Bari, organizzano festa di compleanno nonostante il decreto. Scattano le multe Il fatto nella giornata di ieri al Libertà. Decaro: «In questo momento non c'è cosa più stupida»
1 Artista di Rutigliano crea un fischietto per Decaro: «All'asta per la protezione civile» Artista di Rutigliano crea un fischietto per Decaro: «All'asta per la protezione civile» L'iniziativa di un artigiano lavoratore della terracotta: «Il sindaco di Bari entrerà nella storia di questo mestiere»
Bari, al via le uscite dei medici volontari per monitorare situazioni di fragilità Bari, al via le uscite dei medici volontari per monitorare situazioni di fragilità Stamattina la prima "vestizione". Decaro: «Tanti professionisti e cittadini hanno già dato la loro adesione»
Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Il sindaco parla della ripresa dopo la pandemia. Intanto un lido di Bari si attrezza con ombrelloni a distanza di sicurezza
Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Decaro: «Tante le realtà cittadine che in questo momento stanno dimostrando la loro solidarietà»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.