inquinamento centrale elettrica
inquinamento centrale elettrica
Scuola e Lavoro

Inquinamento e problemi respiratori, ricercatori di Bari studiano possibili connessioni

Gli studiosi delle università pugliesi hanno messo a punto un algoritmo per valutare eventuali impatti sulla qualità della vita nella nostra regione

C'è una connessione diretta fra inquinamento e l'insorgere di problemi respiratori? Recenti studi potranno forse darci una risposta. I ricercatori dell'Università degli Studi di Bari e dell'Università del Salento hanno messo a punto un algoritmo che usa dati su qualità dell'aria, condizioni climatiche e emergenze sanitarie. Il fine è migliorare le condizioni di vita delle comunità pugliesi.

Lo studio si chiama Apllon (http://apollon-project.it/ ) e ha ottenuto i finanziamenti della regione Puglia (bando Innonetwork). I ricercatori coinvolti sono Corrado Loglisci del dipartimento di Informatica dell'Università degli Studi di Bari e Marco Zappatore, Antonella Longo, e Lucia Varia del dipartimento di Ingegneria dell'innovazione dell'Università del Salento. A guidarli, nelle due rispettive sedi, ci sono i professori Donato Malerba e Mario Bochicchio, uniti nel Laboratorio Nazionale di Big Data del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica (Cini).

L'algoritmo prende in considerazione tre dati diversi: livelli di inquinamento, fattori metereologici e dati sanitari e consente risposte a breve termine su quali sono i livelli di inquinamento dell'aria e i fattori meteorologici in corrispondenza dei quali si verifica un incremento dei problemi respiratori.

I ricercatori di Bari e del Salento sono pronti ad utilizzare questo strumento su scala locale nei paesi e nelle città della nostra regione, per provare ad avere correlazioni oggettive tra condizioni ambientali e riflessi immediati sulla salute della popolazione. Sono stati usati i primi dati raccolti con modalità partecipative di crowsourcing (raccolta collettiva) da dispositivi mobili, quali smartphone e tablet. Importante è infatti la collaborazione di cittadini e amministrazioni pugliesi che forniscano i dati necessari a poter sviluppare le ricerche.
  • Università
  • uniba
Altri contenuti a tema
Tommy Colasanto, il ragazzo disabile che chiede aiuto alle istituzioni per poter studiare Tommy Colasanto, il ragazzo disabile che chiede aiuto alle istituzioni per poter studiare Ha dovuto lasciare l'università di Bari per la mancata assistenza agli studenti portatori di handicap
Un master per assistenti sociali al San Paolo di Bari, da oggi è realtà Un master per assistenti sociali al San Paolo di Bari, da oggi è realtà Romano: «La cultura migliora la vita delle persone e rende i quartieri periferici luoghi che contano», Schingaro: «Operazione che mi rende orgoglioso»
Università di Bari, continua il trend positivo +2,43% di immatricolati Università di Bari, continua il trend positivo +2,43% di immatricolati Il maggior successo in termini assoluti lo ottiene il dipartimento di Informatica con 106 studenti in più dello scorso anno
Erasmus negato, finisce il sogno degli studenti baresi a Londra Erasmus negato, finisce il sogno degli studenti baresi a Londra Con l'entrata in vigore della Brexit niente più viaggi studio verso la Gran Bretagna
Un protocollo per identificare la leucemia acuta mieloide, la scoperta dei ricercatori di Bari Un protocollo per identificare la leucemia acuta mieloide, la scoperta dei ricercatori di Bari All'equipe di lavoro del professor Francesco Albano è dedicata la copertina della rivista scientifica internazionale Genes
Università di Bari, l'ex rettore Uricchio nuovo presidente di Anvur Università di Bari, l'ex rettore Uricchio nuovo presidente di Anvur Guiderà l'agenzia nazionale per la valutazione e la ricerca dal 7 gennaio 2020
L'Università di Bari istituisce il premio “Antonella Diacono” in Entomologia L'Università di Bari istituisce il premio “Antonella Diacono” in Entomologia Maria Grazia Mastronardi riceve il primo riconoscimento per la migliore tesi di laurea magistrale
Bari, un algoritmo aiuterà a sconfiggere i tumori? Bari, un algoritmo aiuterà a sconfiggere i tumori? La ricerca è stata portata avanti da quattro ricercatori dell'ateneo cittadino
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.