Tecnologia
Tecnologia
Politica

Domani si vota, niente foto alle schede

Un piccolo vademecum sui comportamenti adeguati in cabina elettorale, multa fino a 15 mila euro per gli scatti

Sarà anche scontato ma tanto vale ripeterlo. Portare il cellulare nella cabina elettorale può costare davvero molto caro, addirittura una sanzione da 15mila euro per chi fotografa la scheda.

Lo si legge a chiare lettere in una sentenza della Cassazione penale, sez. V, sentenza 01/03/2018 n° 9400, confermando la decisione della Corte d'Appello di Firenze che si era limitata a trasformare la pena detentiva in pecuniaria per la violazione della legge sulla segretezza del voto (articolo 1 legge 96/2008). Il difensore del "fotografo" negava la consumazione del reato. A suo avviso, infatti, il presidente del seggio avrebbe dovuto prevenire l'azione con l'invito a non portare in cabina mezzi di riproduzione visiva, cosa che non era avvenuta. In subordine l'imputato chiedeva la non punibilità per particolare tenuità del fatto (articolo 131-bis). I giudici della quinta sezione penale respingono però il ricorso. Lo scrive Il Sole 24 ore

La Suprema corte conferma che il presidente di seggio deve invitare l'elettore a lasciare i cellulari in custodia insieme al documento, entrambi da restituire all'uscita. Tuttavia non sono previste conseguenze penali per il presidente che viene meno al suo dovere, mentre la stessa cosa non si può dire per l'elettore che porta in cabina il cellulare o altri dispositivi con i quali si può fotografare. Un divieto (comma 1 della legge) la cui sola violazione fa scattare il reato. E l'imputato era andato anche oltre «attuando il pericolo che il precetto penale intende scongiurare, fotografando la sua espressione di voto». Azione che non può essere considerata di particolare tenuità.

Dunque domenica al voto attenzione, perchè i furbetti della cabina rischiano davvero grosso.

In generale rischia fino a mille euro di multa per chi porta il cellulare nella cabina. E' quanto chiarisce il Ministero dell'Interno "al fine di assicurare la libertà e segretezza della espressione del voto la legge fa divieto di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini". Il 4 marzo gli elettori, quindi, dovranno consegnare il proprio telefono ai componenti del seggio prima di entrare nella cabina elettorale. Al contrario, "chiunque contravviene a questo divieto - prosegue il Viminale - è punito con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1.000 euro".
  • Fotografia
  • elezioni
Altri contenuti a tema
Elezioni a Valenzano, Romanazzi vince al primo turno Elezioni a Valenzano, Romanazzi vince al primo turno Bassa l'affluenza, al termine delle consultazioni aveva votato solo il 60,26%
Valenzano, corsa a cinque per il ruolo di primo cittadino Valenzano, corsa a cinque per il ruolo di primo cittadino Le elezioni il prossimo 10 novembre, dopo il commissariamento per infiltrazioni mafiose. Ecco i candidati
Puglia, per le primarie del centrosinistra servono 6 mila firme Puglia, per le primarie del centrosinistra servono 6 mila firme Nella riunione di movimenti e partiti della coalizione predisposta la bozza di regolamento, ecco cosa prevede
Consiglio Metropolitano di Bari, oggi le elezioni Consiglio Metropolitano di Bari, oggi le elezioni Tre le liste presentate, votano i sindaci e i consiglieri dei 41 comuni
Città Metropolitana di Bari, Bronzini, Pani e Vaccarella in lizza nelle tre liste presentate Città Metropolitana di Bari, Bronzini, Pani e Vaccarella in lizza nelle tre liste presentate Le elezioni si svolgeranno il prossimo 6 ottobre, ecco tutti i candidati di Movimento 5 Stelle, Città Insieme e Centrodestra Metropolitano
Puglia, centrosinistra verso le regionali: «Prima i contenuti e poi i nomi» Puglia, centrosinistra verso le regionali: «Prima i contenuti e poi i nomi» Riunitosi ieri un tavolo, il 27 ottobre evento conclusivo dopo le diverse tappe intermedie
Wiki loves monuments, il concorso fotografico sbarca in Puglia Wiki loves monuments, il concorso fotografico sbarca in Puglia Dal 1 al 30 settembre è aperta la competizione. In palio premi da 70 a 30 euro
Sacro e profano a Conversano, è polemica per le tette a due passi dalla Basilica Sacro e profano a Conversano, è polemica per le tette a due passi dalla Basilica Molti cittadini hanno ritenuto inadeguato il posizionare delle gigantografie dei nudi di Letizia Battaglia vicino a luoghi religiosi
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.