Levento sullantimafia sociale
Levento sullantimafia sociale
Politica

Bari, si discute di antimafia sociale con Lattanzio ed Emiliano

L'appuntamento è stato organizzato dal deputato pentastellato: «Dobbiamo costruire una rete cittadina che sia attiva ed efficace nella lotta alle mafie»

«A che punto è l'antimafia sociale a Bari? È questa la domanda da cui partire per avviare una riflessione seria che porti alla costruzione di un percorso comune, coinvolgendo la società civile e le associazioni che si occupano di lotta alle mafie». Lo ha detto Paolo Lattanzio, portavoce alla Camera per il Movimento 5 Stelle, aprendo il momento di confronto da lui promosso, intitolato "Costruiamo un'antimafia diffusa".

«Ho organizzato questo incontro per riattivare un tessuto sociale antimafia e per costruire una rete cittadina che sia attiva ed efficace nella lotta alle mafie - ha spiegato Lattanzio - L'antimafia non è una questione di partito, ma è una battaglia che deve unirci tutti, al di là di bandiere e colori politici. Anzi, al contrario: l'antimafia è e deve essere la nostra unica bandiera comune. E il punto di partenza, a mio avviso, è il coinvolgimento delle comunità. A Bari stiamo vivendo un periodo di pax mafiosa, ma sappiamo benissimo che gli affari dei diversi clan del territorio sono più che attivi ed è opportuno rimettere in sesto le esigue forze di antimafia per essere pronti e preparati. Penso ad un'antimafia diffusa e partecipata, che coinvolga dal basso le cittadine e i cittadini e che soprattutto si basi anche su percorsi e modalità non repressive».

«È questa una battaglia per cui mi batto da anni - ha evidenziato Lattanzio - prima attraverso il mio impegno civile e adesso con la mia attività parlamentare, in maniera speciale all'interno della Commissione Antimafia. Sono reduce da una missione tra Foggia e Taranto, giornate importanti in cui abbiamo raccolto dati e informazioni sui fenomeni mafiosi che riguardano la nostra Regione. La Squadra Stato c'è e sta lavorando attivamente sul doppio canale: repressivo e investigativo. Ma questo non basta e non sarà mai e poi mai sufficiente, se mancano l'apporto e i contributi della società civile. Su questo punto abbiamo moltissimo da lavorare, purtroppo anche nella nostra città dove un vero e proprio movimento propulsivo e culturale di antimafia manca o non è abbastanza forte e attivo. Ecco perché ho voluto oggi invitare chi a Bari si occupava o si dovrebbe occupare di antimafia. Lo considero un nuovo punto di partenza e sono disponibile a raccogliere proposte e istanze per costruire una rete che sia davvero comune e partecipata e che sappia dialogare con tutte le parti della società, toccando ambiti diversi: dall'economia alla cultura».

All'incontro erano presenti il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che è intervenuto durante il dibattito oltre alla portavoce regionale del Movimento 5 Stelle e già presidente della Commissione speciale antimafia della Regione Puglia, Rosa Barone e la candidata sindaca di Bari, Elisabetta Pani insieme ai rappresentanti di alcune associazioni del territorio, cittadine e cittadini interessati al tema
  • antimafia
Altri contenuti a tema
Confiscati ristoranti, immobili e auto a un 49enne affiliato ai clan Parisi e Capriati Confiscati ristoranti, immobili e auto a un 49enne affiliato ai clan Parisi e Capriati L'uomo, di Bitonto, negli anni ha subito numerose condanne definitive tra cui quella per l'omicidio di Michele Manzari al San Paolo
Estorsioni, gioco d'azzardo e guerre di mafia. La mappa dei clan criminali a Bari Estorsioni, gioco d'azzardo e guerre di mafia. La mappa dei clan criminali a Bari Pubblicata la relazione della Dia relativa al secondo semestre 2018 che individua la spartizione del territorio fra le famiglie
Santeramo, estorsioni e minacce per farsi assumere da un imprenditore. Presi in cinque Santeramo, estorsioni e minacce per farsi assumere da un imprenditore. Presi in cinque I fatti contestati si sono svolti fra il 2016 e il 2019. Dalle prime ore dell'alba l'esecuzione delle misure cautelari
Associazione mafiosa, estorsione e traffico di droga. In corso operazione dell'antimafia di Bari Associazione mafiosa, estorsione e traffico di droga. In corso operazione dell'antimafia di Bari Cinquanta i provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di esponenti di primo piano delle famiglie mafiose "La Piccirella" e "Nardino", egemoni nel territorio di San Severo
Giro di scommesse illegali, arrestato a Malta latitante barese vicino alla 'Ndrangheta Giro di scommesse illegali, arrestato a Malta latitante barese vicino alla 'Ndrangheta Il 43enne è accusato di associazione mafiosa e truffa aggravata ai danni dello Stato. Il suo nome era emerso nell'indagine "Galassi" della Gdf
Il Comune di Bari a Brindisi alla marcia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie Il Comune di Bari a Brindisi alla marcia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie L'assessore Paola Romano: «Essere qui significa testimoniare in favore dei cittadini per bene che si ribellano alle logiche mafiose»
Valenzano (Bari), il Tar dà ragione al sindaco: nessuna infiltrazione mafiosa Valenzano (Bari), il Tar dà ragione al sindaco: nessuna infiltrazione mafiosa La sentenza ribalta quanto stabilito finora e dichiara illegittimo lo scioglimento della giunta e il commissariamento
Messaggi in codice per "ordinare" la droga, otto arresti a Bari Messaggi in codice per "ordinare" la droga, otto arresti a Bari Una persona è ancora ricercata, disarticolata una rete di spaccio che quotidianamente riforniva consumatori di ogni categoria professionale
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.