inaugurazione giardino emanuela loi
inaugurazione giardino emanuela loi
Territorio

Bari ricorda la strage di via D'Amelio, intitolato un giardino a Emanuela Loi

Dopo due anni e mezzo all'agente della scorta di Paolo Borsellino viene intitolata un'area verde nei pressi del parco 2 giugno

Nel ventisettesimo anniversario della strage di via D'Amelio, in cui morirono in giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, Bari ha ricordato quel tragico 19 luglio 1992 e le vittime della mafia. Dopo oltre due anni e mezzo, infatti, nei pressi del parco 2 Giugno, gra viale della Resistenza e viale della Costituente, è stato inaugurata l'area verde intitolata all'agente di scorta Emanuela Loi, medaglia d'oro al valor civile per aver sacrificato la propria vita in difesa dello Stato e delle istituzioni.

Il 25 novembre 2016 il Comune di Bari decideva di intitolare tre giardini cittadini ad altrettante donne, Francesca Morvillo, moglie di Falcone morta con lui nella strage di Capaci, Emanuela Loi, membro della scorta di Borsellino, e Palmina Martinelli, la giovane fasanese simbolo di forza e coraggio il cui processo si è riaperto lo scorso anno. Con l'inaugurazione del giardino Emanuela Loi e l'apertura del giardino Francesca Morvillo del 23 maggio scorso il quadro si è finalmente completato.

«Quest'anno, nel ricordare Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta, uccisi dalla mafia nella strage di via d'Amelio - ha detto il sindaco Antonio Decaro nel suo discorso -, abbiamo voluto accostare al valore della memoria un gesto che rappresenti un inizio e guardi al futuro della nostra comunità. Perché nel custodire e tramandare il ricordo di ciò che è accaduto vogliamo investire sul futuro: un futuro diverso, in cui la lotta alle mafie non sia affidata alla passione e al sacrificio di pochi ma diventi una battaglia civile e politica condivisa che non conosce distinzione di ruoli, classi o schieramenti. Oggi onoriamo la memoria del giudice Borsellino, che fino alla fine, da uomo delle istituzioni, pur consapevole della solitudine della sua battaglia, non ha arretrato di un passo. E lo facciamo intitolando questo giardino ad Emanuela Loi, che nella strage di via d'Amelio ha perso la vita a soli 24 anni insieme ai suoi colleghi di scorta. In questa cerimonia c'è il desiderio di tutti noi di rendere evidente come il sacrificio di Emanuela può aver contribuito alla nostra libertà, al tenere unita una comunità nazionale che dopo le stragi del '92 ha avuto il coraggio di reagire contro la violenza mafiosa. Ed è grazie al lavoro delle forze dell'ordine e della magistratura, alla reazione della società civile di fronte al sangue versato, alla compattezza delle istituzioni in quella stagione segnata dalla barbarie mafiosa, se oggi viviamo in un Paese migliore. Il frutto del giusto è un albero di vita, recita la Bibbia, e con questa intitolazione noi vogliamo che gli alberi di questo giardino ci ricordino quanto sia stata giusta Emanuela e possano spingere tanti bambini a chiedersi com'è possibile che i sogni, le speranze, i desideri di una ragazza di 24 anni dallo sguardo fiero e sorridente siano stati cancellati dalla brutalità mafiosa. È questo il valore del sacrificio di Emanuela e dei suoi colleghi, di Paolo Borsellino e di tanti altri magistrati come Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, di Cesare Terranova e di tanti esponenti delle forze di polizia, perché, come ha detto Claudia Loi (sorella di Emanuela) la memoria vuol dire impegno e il valore della memoria e del bene deve diventare patrimonio della società per consentire a tutti i cittadini di diventare persone felici, giuste, utili e per bene».
  • Antonio Decaro
  • mafia
Altri contenuti a tema
Loseto, conclusi gli interventi nel primo lotto del parco urbano Loseto, conclusi gli interventi nel primo lotto del parco urbano Lo annuncia Decaro con un video: «Installati gazebo per adulti e bambini. Ma c'è chi qui abbandona la spazzatura»
Bari, proseguono i lavori per la nuova fogna bianca in viale Di Vittorio Bari, proseguono i lavori per la nuova fogna bianca in viale Di Vittorio Previste 130 caditoie. Decaro: «Intervento che servirà a migliorare lo smaltimento delle acque meteoriche»
Crisi di governo, Decaro: «Serve una maggioranza per approvare la finanziaria» Crisi di governo, Decaro: «Serve una maggioranza per approvare la finanziaria» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Alcuni comuni rischiano il default senza i necessari correttivi»
Bari, 3mila ingressi al Margherita per la mostra On Board Bari, 3mila ingressi al Margherita per la mostra On Board L'esposizione a ingresso gratuito sui porti resterà attiva fino al 31 agosto. Bene anche i dj set al Fortino
Ferragosto di lavoro per forze dell'ordine e ospedali, Decaro in visita al comando della Polizia locale Ferragosto di lavoro per forze dell'ordine e ospedali, Decaro in visita al comando della Polizia locale Il sindaco si è recato anche alla centrale dei Vigili del fuoco e alla sala operativa del Policlinico: «Grazie a nome della città»
Bari, botta e risposta tra Magrone e Decaro sui cattivi odori Bari, botta e risposta tra Magrone e Decaro sui cattivi odori Il sindaco di Modugno non ci sta e attacca: «La competenza è della Città Metropolitana e della Regione Puglia»
Ragazza investita a Santo Spirito, Decaro: «In un anno stesse vittime di una guerra civile» Ragazza investita a Santo Spirito, Decaro: «In un anno stesse vittime di una guerra civile» Il sindaco interviene sulla morte della 17enne coinvolta in un incidente: «Aveva il nome e l’età di mia figlia. State attenti alla guida»
SSC Bari, superata quota 5mila abbonamenti. Anche Decaro rinnova SSC Bari, superata quota 5mila abbonamenti. Anche Decaro rinnova Oggi ultimo giorno per la prelazione sul posto. Conferma della tessera dello scorso anno fino al 20 agosto
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.