Ruggine sulle giostre di sant'Anna
Ruggine sulle giostre di sant'Anna
Politica

Bari, polemica sulle giostrine di Sant'Anna. Il M5S: «Sono arrugginite»

Anche la consigliera Irma Melini denuncia: «Sono state abbandonate in un deposito»

Continuano a destare non poche polemiche le nuove attrezzature ludiche installate nel rione Sant'Anna di Bari. I consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno denunciato segni di ruggine sulle giostrine, evidenziando la pericolosità per i bambini.

«Quando si è pubblici amministratori non sono ammessi errori di questo tipo - dice Sabino Mangano, portavoce M5S al Comune di Bari. Una volta rimosso il reticolato del cantiere dall'area delle giostrine, queste risultano accessibili e fruibili. Tant'è che questo pomeriggio (ieri, NdR) erano presenti anche dei bimbi, insieme alle loro mamme».

Il prossimo passo annunciato dal Movimento sarà chiedere alla Ripartizione Lavori Pubblici intervento urgente e risolutivo oltre a verificare responsabilità dirette nella certificazione dei lavori.

«Evidenti segni di ruggine proprio dove i bimbi più piccoli, giocando con i tabelloni, infilano le dita o le mani, rappresentano un reale pericolo per la loro incolumità perchè potrebbero tagliarsi e nel peggiore dei casi andare incontro ad infezioni più gravi», aggiunge Italo Carelli portavoce M5S del Municipio 1. «Un vero peccato - continua Carelli - l'occasione persa di consegnare dei lavori eseguiti a regola d'arte così come ci si aspetta soprattutto nelle forniture di arredi urbani destinati ai più piccoli, ma ormai questa amministrazione passerà alla storia per le tante opere incompiute».

A rincarare la dose è anche Irma Melini, consigliera del Gruppo misto e candidata sindaco di Bari: «L'amministrazione - attacca Melini - esulta per le giostrine inaugurate a Sant'Anna e prova, ancora una volta, a prendere in giro noi baresi. Sì, perché si tratta di giostrine già arrugginite e, di conseguenza, estremamente pericolose per i nostri bambini: il simbolo di come questa amministrazione stia ingannando tutti noi da anni, anche quando la verità è palese».

«Le giostre consegnate sono arrugginite perché sono state abbandonate nei depositi a causa del pasticcio voluto da Leonetti e dal primo cittadino - dice la consigliera ricostruendo i fatti. Sono due anni che denuncio una verità che tutti conoscono: le giostre erano destinate al giardino pubblico di via Suglia 62 a Japigia (progetto approvato e finanziato prima di Decaro). A causa dell'intervento inopportuno del vice presidente Leonetti, però, le giostre sono state destinate su Sant'Anna con una variante che ha solo creato disagi e danni anche alle casse del Comune. L'esito finale è che la variante, voluta da Leonetti e approvata dal sindaco, ha comportato sia la sospensione dei lavori di riqualificazione del giardino di via Suglia 62 a Japigia - la cui consegna era prevista per agosto 2016 - con un danno erariale derivante anche dalle successive vandalizzazioni, sia che l'acquisto delle giostrine destinate a Japigia sono state lasciate arrugginire nei depositi prima di essere montate a Sant'Anna. Per di più, lo spostamento a Sant'Anna è avvenuto grazie alle economie risultanti dai lavori di via Suglia, risorse che invece io avevo chiesto fossero investite sempre su Japigia per piantumare nuovi alberi».

«Galasso, Leonetti ed il sindaco inaugurano le giostre senza rendersi conto che sono arrugginite. O forse hanno semplicemente sperato nessuno di noi baresi lo notasse», dice Melini.
Le giostre arrugginite di Sant'AnnaLe giostre arrugginite di Sant'Anna
  • Movimento 5 Stelle
  • irma melini
  • Quartiere Sant'Anna
Altri contenuti a tema
A Bari l'incontro sulla cultura del Movimento 5 Stelle. Lattanzio: «10 milioni alle borse di studio» A Bari l'incontro sulla cultura del Movimento 5 Stelle. Lattanzio: «10 milioni alle borse di studio» Antonella Laricchia, portavoce in consiglio regionale: «Nostro obiettivo è trasparenza e oggettività nella gestione dei fondi pubblici»
Inceneritore a Bari, M5S e Comitato agguerriti dopo il sequestro a Gioia Inceneritore a Bari, M5S e Comitato agguerriti dopo il sequestro a Gioia I deputati pentastellati: «Segnale inquietante da cogliere», Depalo: «Regione sospenda autorizzazione in attesa degli esiti dell'indagine»
Ladri in azione nel centro di neuropsichiatria infantile di Bari. Rubati i computer Ladri in azione nel centro di neuropsichiatria infantile di Bari. Rubati i computer Sottratti i server con tutti i dati dei piccoli pazienti. Melini: «Grave problema di sicurezza»
Tribunale di Bari, Decaro a Bonafede: «Risposte subito o manifestazioni eclatanti» Tribunale di Bari, Decaro a Bonafede: «Risposte subito o manifestazioni eclatanti» Il sindaco: «Trovata intesa sul polo della giustizia ma qualcosa si è inceppato». Melini: «Solidarietà ai magistrati»
Carbonara, degrado nel mercato di via Vaccarella. Il sottoscala è una discarica Carbonara, degrado nel mercato di via Vaccarella. Il sottoscala è una discarica La denuncia del Movimento 5 Stelle corre via social: «Mai adottata nessuna soluzione»
Movimento 5 Stelle, il 2 marzo a Bari "evento Rousseau" con i ministri Lezzi e Bonisoli Movimento 5 Stelle, il 2 marzo a Bari "evento Rousseau" con i ministri Lezzi e Bonisoli Appuntamento in piazza Prefettura per parlare di innovazione per le arti e i beni culturali
Voto in Abruzzo, il consigliere della Regione Puglia Conca (M5S): «Far finta di nulla è deleterio» Voto in Abruzzo, il consigliere della Regione Puglia Conca (M5S): «Far finta di nulla è deleterio» In seguito alla notizia della caduta dei 5stelle e dell'avanzamento della destra interviene anche Emiliano: «Il nostro avversario sarà Salvini»
Cara di Palese verso la chiusura, Melini: «Che fine faranno ospiti e lavoratori?» Cara di Palese verso la chiusura, Melini: «Che fine faranno ospiti e lavoratori?» Mentre si fa sempre più concreta la possibilità che il centro non continui la sua attività, la consigliera scrive al prefetto
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.