Baby Gang
Baby Gang
Cronaca

Baby gang al parco due giugno, arrestati due diciottenni

Sono ritenuti colpevoli di tre aggressioni insieme ad altri quattro ed un ragazzo minorenne

Nella mattina di oggi, i carabinieri della compagnia di Bari Centro hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica del luogo, nella quale vengono riconosciuti gravi indizi di colpevolezza (accertamento compiuto nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa) nel procedimento a carico di 2 soggetti indagati per "rapina", "tentata rapina aggravata e continuata", "lesioni personali pluriaggravate" e "violenza privata aggravata".
I provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria recepiscono le risultanze investigative svolte dai carabinieri della stazione di Bari Carrassi, mediante l'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona e l'escussione di diversi testimoni, in ordine a tre aggressioni, tutte ai danni di minorenni, avvenute il 30 dicembre, il 9 gennaio e il 4 febbraio scorsi.
Secondo l'impostazione accusatoria accolta dal Gip (fatta salva la valutazione nelle fasi successive con il contributo della difesa), i due giovani, entrambi 18enni, unitamente a un minorenne, e ad altre quattro persone al momento ignote, nel primo episodio, avrebbero circondato un 15enne, che si trovava in compagnia di alcuni coetanei, impedendogli di allontanarsi e colpendolo più volte con dei pugni e schiaffi al fine di impossessarsi, senza riuscirci, del denaro e del telefono cellulare. Nella circostanza, uno degli indagati avrebbe sferrato anche ripetuti schiaffi all'indirizzo di un altro minorenne, costringendolo ad allontanarsi dal parco. Nel secondo episodio, gli stessi indagati, mediante violenza e minaccia, avrebbero costretto un 16enne ad allontanarsi dal parco 2 Giugno. Nell'occasione, dopo averlo minacciato, dicendo di aver già "rotto il naso a uno" e che quella era "zona loro", uno degli indagati lo avrebbe colpito con una testata al setto nasale. Il 4 febbraio, infine, uno degli indagati si sarebbe impossessato del telefono cellulare di un 13enne. In particolare, con la falsa accusa di aver "guardato in modo maligno" il proprio amico, dopo averlo costretto a inginocchiarsi, lo avrebbe colpito con un calcio e dei pugni intimandogli di consegnare il cellulare.
I due arrestati, come disposto dall'Autorità Giudiziaria mandante, sono stati ristretti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.
Il minorenne è stato invece indagato a piede libero dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni per "lesioni personali aggravate e continuate" e "minaccia", per l'aggressione del 19 gennaio scorso, commessa, unitamente ai due 18enni, per "motivi abbietti di mero stampo bullistico".
È importante sottolineare che i procedimenti si trovano nella fase delle indagini preliminari e che, all'esecuzione della misura cautelare odierna, seguirà l'interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa degli indagati, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.
  • aggressione
Altri contenuti a tema
Dottoressa aggredita a Bari, Palese: "Faremo quanto possibile per rafforzare la sicurezza" Dottoressa aggredita a Bari, Palese: "Faremo quanto possibile per rafforzare la sicurezza" Tanti i messaggi di solidarietà, l'episodio qualche giorno fa in una guardia medica nel quartiere Japigia
Japigia, dottoressa della guardia medica aggredita da un paziente Japigia, dottoressa della guardia medica aggredita da un paziente La denuncia della Fimmg: «Bisogna mettere in sicurezza il lavoro dei colleghi»
Rider 22enne aggredito a Poggiofranco, naso rotto ed escoriazioni Rider 22enne aggredito a Poggiofranco, naso rotto ed escoriazioni Il giovane sarebbe stato colpito in quanto aveva ripreso il gruppo mentre buttava a terra i resti delle pizze consumate
Picchiata e abbandonata in strada, 31enne in gravi condizioni Picchiata e abbandonata in strada, 31enne in gravi condizioni La donna sarebbe di origini africane, la polizia indaga per ricostruire la vicenda
Docente aggredito al Majorana per una nota, la preside: «I fatti non sono andati così» Docente aggredito al Majorana per una nota, la preside: «I fatti non sono andati così» La dirigente scolastica: «Ho acquisito testimonianze e deposizioni e sto attendendo i genitori»
Preso a schiaffi per una nota, la brutta storia ha visto per protagonista un docente a Bari Preso a schiaffi per una nota, la brutta storia ha visto per protagonista un docente a Bari L'accaduto è avvenuto al Majorana, indaga la polizia di Stato che avrebbe già individuato i responsabili
Morto l'anziano colpito dal compagno di stanza in una Rssa Morto l'anziano colpito dal compagno di stanza in una Rssa L'aggressione al San Paolo li scorso 30 agosto
Assistente sociale aggredita nella sede del Municipio V, il Croas: «Occorre prevenzione» Assistente sociale aggredita nella sede del Municipio V, il Croas: «Occorre prevenzione» La professionista sarebbe stata minacciata con un martello da una donna per non aver erogato immediatamente un servizio
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.