Lo striscione
Lo striscione
Politica

Anpi Bari contro CasaPound, parte la denuncia per diffamazione

Il casus belli uno striscione comparso stamattina sul ponte di Corso Cavour

Anpi Bari denuncia CasaPound per diffamazione. Il casus belli è stato uno striscione comparso in mattinata, e affisso da CasaPound, sul ponte di corso Cavour recante la scritta: "Anpi difende i titini? Negazionismo e quattrini".

«Continua la vergognosa strumentalizzazione della tragedia delle foibe da parte dei neofascisti comunque camuffati, in uno con gli attacchi all'Anpi - dichiarano - Da stamane, sul parapetto del cavalcavia di corso Cavour fa mostra uno striscione di CasaPound in cui si accusa l'associazione dei partigiani di prendere soldi per (o nonostante) le sue posizioni negazioniste. L'Anpi di Bari ha già sporto denuncia per diffamazione; anche di questa infamante menzogna, oltre che dell'aggressione di via Eritrea, i "fascisti del terzo millennio" dovranno rispondere in tribunale».

«L'associazione ha più volte espresso, in documenti ufficiali e in convegni, la sua ferma condanna delle stragi perpetrate ai confini orientali nel secondo dopoguerra - sottolineano - E non ha certo bisogno di fornire prove della sua assoluta fedeltà ai valori della democrazia, della pace, della fratellanza fra i popoli. La volgare campagna denigratoria di cui è fatta bersaglio dimostra appunto che l'Anpi rappresenta un sicuro baluardo contro le tentazioni reazionarie, e ci sprona a moltiplicare il nostro impegno contro i predicatori di odio e gli apologeti della violenza, a difesa dei principi della Costituzione repubblicana e antifascista».
  • Denuncia
  • anpi
Altri contenuti a tema
Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista Bari ricorda la difesa del porto a 77 anni dall'attacco nazifascista La cerimonia è stata organizzata da Comune, Anpi, Ipsaic, Cgil e Arci
Gira con un coltello da 30 cm in piazza Garibaldi, denunciato ultra 70enne Gira con un coltello da 30 cm in piazza Garibaldi, denunciato ultra 70enne L'uomo si è giustificato dicendo che lo aveva per spaventare alcuni giovani che lo avevano infastidito
Fermato a Bari dove non poteva essere per un Daspo urbano, denunciato un 40enne Fermato a Bari dove non poteva essere per un Daspo urbano, denunciato un 40enne L'uomo è stato sorpreso da una volante della polizia in zona cimitero, fermato anche un 33enne pregiudicato tunisino al C.P.R.
Festa della Liberazione, Decaro:  «Viviamo una guerra, dobbiamo trovare dentro di noi gli ideali per reagire» Festa della Liberazione, Decaro: «Viviamo una guerra, dobbiamo trovare dentro di noi gli ideali per reagire» Cerimonia commemorativa a Palazzo di Città con il sindaco Decaro e il prefetto Bellomo che hanno deposto una corona d'alloro sulla lapide ai caduti
Festa della Liberazione, Pappalardo: «Nostalgici del regime sono fuori dalla storia» Festa della Liberazione, Pappalardo: «Nostalgici del regime sono fuori dalla storia» Il presidente dell'Associazione partigiani Bari: «Col ritorno dei nazionalismi si rischia nuova guerra. La sfida europea: progredire o tornare indietro»
Vede la polizia e scappa, era uscito senza motivo. Denunciato Vede la polizia e scappa, era uscito senza motivo. Denunciato L'uomo è un pregiudicato di Monopoli, sottoposto a fermo il ciclomotore su cui si trovava
Triggiano, riuniti in un box in barba al decreto, denunciati Triggiano, riuniti in un box in barba al decreto, denunciati Il sindaco Donatelli: «Stiamo intensificando i controlli. Forse non è ancora chiaro a qualcuno: dovete restare a casa»
Ruba energia elettrica al condominio a Bari, denunciata Ruba energia elettrica al condominio a Bari, denunciata Gli agenti sono intervenuti in seguito ad una lite scoppiata tra proprietario ed inquilina
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.