Una scuola post Covid
Una scuola post Covid
Scuola e Lavoro

Anno scolastico 2020/2021, ecco il calendario della Regione Puglia

Si comincia il 24 settembre e si finisce l'11 giugno, tutti i ponti e le festività. Le scuole possono modificarlo in base alle loro esigenze

Elezioni Regionali 2020
Dopo le indiscrezioni di qualche giorno fa, la Giunta regionale ha approvato il calendario scolastico per l'anno scolastico 2020/2021, vincolandone l'efficacia all'emanazione dell'ordinanza del ministero dell'istruzione concernente l'inizio delle lezioni per l'anno scolastico 2020/2021 e alla compatibilità con i contenuti della stessa.

Il calendario approvato dalla Regione Puglia ha come data di inizio attività didattica il 24 settembre 2020, mentre la data del termine attività didattica sarà l'11 giugno 2021 (per le scuole dell'infanzia il 30 giugno). In tutte le scuole le lezioni saranno sospese, oltre che per le festività nazionali, anche per:
  • 7 dicembre 2020 (ponte)
  • dal 23 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 (vacanze natalizie)
  • dal 1 aprile 2021 al 6 aprile 2021 (vacanze pasquali)
  • ricorrenza del santo patrono (qualora coincida con un giorno in cui non si effettuino lezioni o attività educative e didattiche non si darà luogo ad alcun recupero).

L'esecutivo regionale ha inoltre stabilito che per la scuola dell'infanzia, nel periodo successivo all'11 giugno 2021, può essere previsto che, nell'ambito delle complessive attività individuate dal Piano dell'offerta formativa, funzionino le sole sezioni ritenute necessarie in relazione al numero dei bambini frequentanti, sulla base delle effettive esigenze rappresentate dalle famiglie.

Nelle scuole primarie e secondarie il periodo delle lezioni è determinato in 202 giorni (201 se la festa del santo patrono coincide con un giorno di lezione). Nelle scuole dell'infanzia il periodo delle attività educative è determinato in 219 giorni (218 se la festa del santo patrono coincide con un giorno di attività).

Le istituzioni scolastiche, nell'ambito dell'autonomia organizzativa loro riconosciuta, possono disporre adattamenti al calendario scolastico stabilito dalla Regione in relazione alle esigenze derivanti dall'attuazione del proprio piano dell'offerta formativa, promuovendo al riguardo ogni forma utile di raccordo con le altre istituzioni scolastiche operanti nel medesimo territorio e con gli enti locali, tenuti all'organizzazione dei servizi di supporto.

«Suonerà nella seconda metà di settembre la campanella per migliaia di studenti e studentesse della Puglia - dice l'assessore regionale all'Istruzione Sebastiano Leo. L'emergenza sanitaria da Covid 19 ha pesantemente inciso nell'organizzazione dell'avvio dell'anno scolastico ma è importante fare tutto il necessario per rendere la scuola un luogo sicuro per i nostri ragazzi e per i nostri docenti. È stata fissata al 24 settembre la data di inizio dell'anno scolastico 2020/2021 che si concluderà l'11 giugno, fermo restando l'autonomia scolastica e la riapertura al 1 settembre delle scuole pugliesi per tutte le attività propedeutiche alla ripresa. La scelta della data, condivisa con le organizzazioni sindacali, è ricaduta nella seconda metà nel mese, 4 giorni dopo rispetto all'anno precedente, per permettere agli enti locali di portare a termine tutti i lavori necessari, nell'ambito dell'edilizia scolastica, dopo l'emergenza sanitaria e ai dirigenti scolastici di riorganizzare i tempi-scuola. Proprio in queste ore sono in corso, infatti, i tavoli tecnici tra dirigenti scolastici, Comuni e Province per capire gli interventi e le strumentazioni necessarie per una ripartenza in totale sicurezza».

«Resta aperto - prosegue Leo - anche il fronte dell'organico dal momento che quanto previsto nella bozza di decreto interministeriale all'esame della conferenza Stato-Regioni non sembra essere sufficiente rispetto al fabbisogno. La Regione Puglia, unitamente ad altre regioni italiane sosterrà con forza la causa, ribadendo anche la necessità di garantire per l'anno scolastico 2020-2021 almeno lo stesso numero di autonomie scolastiche (con dirigenti e DSGA) dell'anno scolastico in corso. L'inizio dell'anno scolastico è stato fissato anche sulla base della data delle elezioni regionali che si svolgeranno il 20 e 21 settembre. È stato necessario posticipare al dopo elezioni l'avvio della scolastico perché una riapertura anticipata avrebbe portato ad un inefficace stop immediato delle attività per la scuola con relativi oneri di sanificazione degli ambienti prima e dopo il voto».
  • Regione Puglia
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Coronavirus, in Puglia sette nuovi casi su oltre 2mila tamponi Coronavirus, in Puglia sette nuovi casi su oltre 2mila tamponi Sono tre le positività registrate in provincia di Bari. Non ci sono decessi
Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Orari scaglionati per ingressi e uscite e percorsi separati. Segnaletica sul distanziamento e sanificazione costante degli spazi. Critiche le opposizioni
L'Italia festeggia i 50 anni delle regioni, Emiliano e i governatori incontrano Mattarella L'Italia festeggia i 50 anni delle regioni, Emiliano e i governatori incontrano Mattarella Il presidente della Regione Puglia: «Questi enti dimostrano ancora oggi di avere di avere velocità e modernità straordinarie»
Coronavirus, in Puglia sette nuovi casi positivi Coronavirus, in Puglia sette nuovi casi positivi Sono 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia. Non ci sono decessi
Psr Puglia, in arrivo finanziamento da 82 milioni per pagamenti a 423 aziende Psr Puglia, in arrivo finanziamento da 82 milioni per pagamenti a 423 aziende La Regione ha dato seguito alla sentenza del Tar: verificati 3.212 piani economici presentati in risposta al bando
Riccardo Scamarcio ospite del Consiglio Regionale della Puglia per parlare di Aldo Moro Riccardo Scamarcio ospite del Consiglio Regionale della Puglia per parlare di Aldo Moro L'attore andriese: «Il cinema deve tornare a occuparsi di politica, perché è rappresentazione di quel che accade nel mondo»
Coronavirus, in Puglia si registrano 9 nuovi casi Coronavirus, in Puglia si registrano 9 nuovi casi Tre nel barese, cinque in provincia di Lecce e uno in provincia di Foggia, dove si verifica l'unico decesso
In Puglia un nuovo piano ospedaliero, 1255 posti in più e raddoppio terapia intensiva In Puglia un nuovo piano ospedaliero, 1255 posti in più e raddoppio terapia intensiva Il Ministero della Salute approva la riorganizzazione della Regione. Emiliano: «Il virus circola, mascherine e distanziamento sono fondamentali»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.