Don Valentino Campanella
Don Valentino Campanella
Cronaca

A fuoco l’auto del parroco antimafia di Triggiano, don Valentino Campanella

La scorsa settimana ignoti hanno dato alle fiamme il veicolo, sotto casa del sacerdote, a Cellamare

Elezioni Regionali 2020
La notte tra il 25 e il 26 agosto scorso, a causa di un atto doloso compiuto da ignoti, è stata data alle fiamme l'auto di don Valentino Campanella, parroco antimafia della parrocchia di San Giuseppe Moscati, a Triggiano. L'auto si trovava parcheggiata nei pressi dell'abitazione del sacerdote a Cellamare, ed è andata distrutta nell'incendio. Per fortuna non ci sono stati danni a persone. Già lo scorso anno, il predecessore di don Campanella aveva subito lo stesso danno, e anche in quel caso venne accertata la natura dolosa dell'atto.

Le forze dell'ordine stanno lavorando per individuare i responsabili del gesto, e non viene tralasciata nessuna pista. Si parla anche di alcune lettere anonime intimidatorie ricevute nei mesi scorsi dal religioso, oltre a cercare di capire se i due avvenimenti, quello dello scorso anno e questo, siano in qualche modo collegati tra loro. E a loro volta collegati con l'associazione antimafia Libera, la cui sede sul territorio si trova proprio nella parrocchia del parroco.

Dall'associazione, per ora, dichiarano di essere «A conoscenza della notizia, ma al momento attendiamo di conoscere l'esito delle indagini». Nulla di più ci si sente di dire ora, quando le indagini sono in corso e non ci sono certezze sulle reali motivazioni dietro questo gesto. Nel frattempo don Valentino Campanella non ha celebrato la messa nell'ultima settimana, facendosi sostituire per motivi di sicurezza.

Da più parti arriva solidarietà al sacerdote e al suo operato. Michele Laporta, consigliere comunale di Cellamare, esprime: «Piena vicinanza e solidarietà a don Valentino Campanella, destinatario di un vile atto intimidatorio. Sono certo che gesti come questo non fermeranno la fervida attività di un validissimo sacerdote che la comunità cellamarese ha avuto la fortuna di avere come parroco per tanti anni». Mentre il sindaco di Cellamare, Michele Desantis scrive: «Un atto intimidatorio che sicuramente non fermerà la chiesa, abituata a ben altro, ma non fermerà né il nostro Don Valentino né la società Civile. Abbiamo espresso tutta la nostra solidarietà, sia in pubblico che in privato, a Don Valentino, gli siamo vicini e può contare su tutta la cittadinanza Cellamarese. Questa gente senza scrupoli, senza dignità, non l'avrà vinta».
  • Auto
  • Incendio
  • antimafia
Altri contenuti a tema
Incendio alle porte della città di Bari, brucia Lama Balice Incendio alle porte della città di Bari, brucia Lama Balice Sul posto i vigili del fuoco mentre si attende l'arrivo di un canadair
Casamassima, ignoti appiccano fuoco agli alberi in villa Casamassima, ignoti appiccano fuoco agli alberi in villa Il sindaco Giuseppe Nitti: Se dietro queste azioni c'è l'intento di farci desistere dalla nostra azione di recupero degli spazi urbani, noi non arretreremo di un millimetro
Puglia, ecco come la mafia diventerà forte grazie al Coronavirus Puglia, ecco come la mafia diventerà forte grazie al Coronavirus La D.I.A. ha pubblicato la seconda relazione semestrale, un capitolo intero è dedicato all'emergenza sanitaria
Rogo nel ristorante "La Vetta dei Divi", arrestato presunto responsabile Rogo nel ristorante "La Vetta dei Divi", arrestato presunto responsabile L'accusa è di incendio doloso. Ora si trova ricoverato nell'ospedale Dimiccoli di Barletta
Bari, 19 anni fa l'omicidio di Michele Fazio, Decaro: «Lottare perché non accada più» Bari, 19 anni fa l'omicidio di Michele Fazio, Decaro: «Lottare perché non accada più» Cerimonia ieri sera nella città vecchia, presente il sindaco e il presidente Emiliano. Messa tenuta da don Angelo Cassano di Libera
Incendi nelle campagne di Bari, 3 denunce della polizia locale Incendi nelle campagne di Bari, 3 denunce della polizia locale Mirata attività di appostamenti con l'ausilio dei droni ha portato all'individuazione dei soggetti in due distinte operazioni
Torre a Mare, incendio di sterpaglie nella notte a Lama Giotta Torre a Mare, incendio di sterpaglie nella notte a Lama Giotta L'appello dei residenti: «Procedere immediatamente con il diserbamento»
Monopoli, veicoli a fuoco in via Cadorna Monopoli, veicoli a fuoco in via Cadorna Ancora ignote le cause dell'incendio. Polizia locale e carabinieri sul posto
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.