manifestazione operatori di spettacolo e cultura
manifestazione operatori di spettacolo e cultura
Scuola e Lavoro

A Bari scendono in piazza i lavoratori di spettacolo e cultura, i sindacati: «Sostegno subito»

Davanti alla Prefettura il sit-in convocato dalle sigle confederali per presentare un documento da sottoporre al Governo

I lavoratori dello spettacolo manifestano a Bari in piazza Prefettura, per sottolineare di essere stati fortemente colpiti dall'ultimo Dpcm con le norme anti-Covid, che impongono la chiusura di cinema, teatri e sale concerto dopo i precedenti mesi di chiusure, incassi ridotti e investimenti necessari per adeguarsi alle normative di distanziamento.

La manifestazione, convocata da Cgil, Cisl e Uil, ha prodotto un documento con le richieste dei sindacati indirizzate ai prefetti, affinché si facciano portavoce del disagio lavorativo della categoria con il governo nazionale.

«Individuare forme di sostegno certe e strutturate, a favore dei lavoratori dello spettacolo, per un arco temporale che offra copertura almeno sino a tutto il 2021 - si legge nel documento. Istituire un tavolo permanente tra sindacati confederali, Ministero dei Beni culturali, Ministero del Lavoro e le associazioni di rappresentanza delle imprese dello spettacolo per discutere gli stanziamenti dello Stato, le risorse derivanti dal Recovery fund, organizzare e agevolare forme di ripartenza in sicurezza diffuse e stabili, vigilare sul rispetto dei contratti nazionali, individuare, per tutta la fase dell'emergenza, criteri di assegnazione del Fus che leghino l'erogazione alla tenuta occupazionale. Riconoscere, ai fini previdenziali, tutto il periodo di emergenza Covid 19 che ha determinato il collasso dell'intero settore dello spettacolo».

I sindacati precisano: «Chiediamo la revisione del provvedimento sulla chiusura di cinema e teatri, a patto che venga attivato un protocollo sanitario nazionale, da definirsi nel tavolo permanente, che garantisca la sicurezza di lavoratrici e lavoratori. Va costruita una riforma complessiva per costruire un sistema di regole e tutele: individuare una continuità di reddito che riconosca tutti i periodi di lavoro, preparazione e formazione, e non solo quelli in cui si va in scena».

Le sigle sindacali chiedono di «Adottare drastiche misure di contrasto al lavoro nero nello spettacolo, come la semplificazione delle procedure e le agevolazioni fiscali a sostegno della produzione e programmazione. Riconoscere la Naspi e la copertura Inail anche ai lavoratori autonomi dello spettacolo e individuare requisiti per l'accesso che tengano conto della discontinuità lavorativa dei professionisti dello spettacolo. Includere nel bacino Ex-Enpals anche l'insegnamento di mestieri e professioni dello spettacolo».
manifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e culturamanifestazione operatori di spettacolo e cultura
  • Sindacati
  • Cgil
  • manifestazione
  • cisl
  • uil
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Venerdì il Dpcm "natalizio": Italia zona gialla ma coprifuoco alle 22. Decaro: «Non sarà liberi tutti» Venerdì il Dpcm "natalizio": Italia zona gialla ma coprifuoco alle 22. Decaro: «Non sarà liberi tutti» Ristoranti verso la chiusura alle 18, palestre ancora con le saracinesche abbassate. Misure in vigore fino al 10 gennaio
Arriva al pediatrico di Bari con emorragia cerebrale e positività al Covid, 12enne salvato dai medici Arriva al pediatrico di Bari con emorragia cerebrale e positività al Covid, 12enne salvato dai medici Dopo oltre 15 giorni di terapia intensiva ora il ragazzo è fuori pericolo. Oltre 50 i minori sono stati ricoverati per Coronavirus al Giovanni XXXIII
Santo Spirito (Bari) ancora chiusi per Covid i plessi Moro e Vacca Santo Spirito (Bari) ancora chiusi per Covid i plessi Moro e Vacca Da domani riprendono attività per le sezioni A, B e D mentre le altre restano in quarantena
Vaccino Covid-19, il presidente della Puglia incontra la Pfizer Vaccino Covid-19, il presidente della Puglia incontra la Pfizer Emiliano:"Saranno individuati centri che assicurino la catena del freddo"
Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, tutti gli anziani ospiti tornano negativi Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, tutti gli anziani ospiti tornano negativi Il sindaco Michele Longo: «Rinnoviamo vicinanza ai parenti delle 12 persone che non ce l'hanno fatta»
Coronavirus in Puglia, registrati 1.101 casi su 4.151 tamponi e altri 30 decessi Coronavirus in Puglia, registrati 1.101 casi su 4.151 tamponi e altri 30 decessi La metà dei positivi di oggi, 515, in provincia di Bari. I ricoverati sono 1.901 e l'età media è di 56 anni
Festeggiano un compleanno in casa nonostante il divieto, sanzionati 14 ragazzi Festeggiano un compleanno in casa nonostante il divieto, sanzionati 14 ragazzi Ad Altamura un 43enne è stato scoperto a consumare all'interno di un bar: multato e denunciato per aver aggredito i carabinieri
Altamura, positiva al Covid muore sola in casa. Asl Bari: «Avviate verifiche» Altamura, positiva al Covid muore sola in casa. Asl Bari: «Avviate verifiche» La donna, 44enne, soffriva di epilessia ma non è riuscita a fare il tampone se non privatamente
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.