Violenza
Violenza
Cronaca

Violenza sulle donne a Bari, delitti in calo ma aumentano i "reati spia"

Il report comunicato dalla Questura. Resta costante, invece, il dato relativo agli ammonimenti

In base ai dati rilevati dalla Questura, nell'Area Metropolitana di Bari, per il periodo in corso, i delitti contro le donne sono generalmente in lieve flessione, nel raffronto tra il 2020 e il 2021; notevole è il dato relativo ai reati di "violenza sessuale" e "lesioni dolose" che nel primo semestre 2022 registrano un calo importante rispetto al primo semestre 2021.

In controtendenza, invece, i reati "spia", ovvero atti persecutori e maltrattamenti in famiglia, che nel confronto tra i primi semestri del 2021 e 2022 sono aumentati. A fronte di questi numeri, è stato registrato un incremento dell'attività operativa della Polizia di Stato: sono aumentati gli arresti, le denunce in stato di libertà e le misure cautelari adottate dall'Autorità Giudiziaria (allontanamenti dalla casa familiare e divieto di avvicinamento alla persona offesa).

Pur dovendosi considerare, nell'interpretazione di questi dati, l'incremento di condotte persecutorie e di casi di violenza domestica seguiti al periodo pandemico, si evidenzia che il maggior numero di denunce si può connettere anche alla maggiore consapevolezza delle vittime, dovuta anche ad una efficace campagna di informazione, e ad una incrementata fiducia nelle istituzioni.

Resta costante il dato relativo agli ammonimenti emessi dal Questore di Bari. Si segnala, tuttavia, un progressivo aumento dei casi di ammonimento relativi al reato di violenza domestica: questa rilevazione evidenzia una pronta risposta del sistema preventivo messo in atto dalla Polizia di Stato che, grazie al tempestivo intervento delle pattuglie impiegate nei servizi di controllo del territorio, consente l'emissione urgente dei provvedimenti di ammonimento del Questore.

I dati rilevati nell'area metropolitana nell'anno in corso, dal 1 gennaio 2022 ad oggi, consentono di tracciare un profilo del destinatario dei provvedimenti di ammonimento: su 42 ammoniti, 38 sono uomini e 4 donne. La maggioranza dei destinatari del provvedimento di ammonimento ha tra i 35 e i 55 anni, stessa fascia di età alla quale appartengono la maggioranza delle vittime. Le professioni sono le più disparate, segno che la categoria è assolutamente eterogenea.

La legge impone al Questore di indicare al destinatario dell'ammonimento le strutture che potranno offrirgli un supporto psicologico, senza che però l'ammonito abbia l'obbligo di seguire questa indicazione; a Bari, solo un terzo dei soggetti ammoniti si è poi presentato per ottenere supporto psicologico.

Report Statistico dei cosiddetti "Reati di genere" (n.b. vittime solo genere femminile)

AREA METROPOLITANA DI BARIANNO 2020

ANNO 2021
PRIMO SEMESTRE 2021
PRIMO SEMESTRE 2022
OMICIDI
0
0
0
0
TENTATI OMICIDI
7
2
1
1
ATTI PERSECUTORI
204
193
93
192
LESIONI DOLOSE
401
355
165
46
PERCOSSE
102
97
53
22
MINACCE
602
597
266
185
VIOLENZA PRIVATA
127
129
70
136
MALTRATTAMENTI FAMILIARI/CONVIVENTI
264
295
151
283
VIOLENZE SESSUALI
62
58
28
13
VIOLENZA SESSUALE SU MAGGIORI DI ANNI 14
60
58
26
13
VIOLENZA SESSUALE IN DANNO DI MINORI DI ANNI 14
2
0
2
0
VIOLENZA SESSUALE DI GRUPPO SU MAGGIORI DI ANNI 14
0
0
0
0
VIOLENZA SESSUALE DI GRUPPO IN DANNO DI MINORI DI ANNI 14
0
0
0
0
ATTI SESSUALI CON MINORENNI
7
3
2
2
SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E PORNOGRAFIA MINORILE
7
0
0
0


REATI di "GENERE" AREA METROPOLITANA BARI e PROVINCIA BAT (Periodo antecedente l'istituzione della nuova Questura Barletta-Andria-Trani) - RISULTATI ATTIVITA' OPERATIVA



REATI DI "GENERE"


ANNO 2018


ANNO 2019


ANNO 2020


ANNO 2021
I° Semestre
ANNO 2022
solo Area M. BARI

ATTI PERSECUTORI

292

203

204

193

192
VIOLENZA SESSUALE8764807513
PERSONE TRATTE IN ARRESTO1917161763
PERSONE DENUNCIATE IN STATO DI LIBERTA'719122859
AMMONIMENTI EMESSI132430 (*)36 (**)24 (***)
RICHIESTE DI AMMONIMENTO5644626932
MISURA CAUTELARE DELL'ALLONTANAMENTO DALLA CASA FAMILIARE5167717549
MISURA CAUTELARE DEL DIVIETO DI AVVICINAMENTO170204234258141
(*) di cui 27 per stalking e 7 per violenza domestica
(**) di cui 26 per stalking e 10 per violenza domestica
(***) di cui 9 per stalking e 15 per violenza domestica
  • violenza di genere
Altri contenuti a tema
Giornata contro la violenza sulle donne, Decaro: «Il ricordo non basta. Bisogna agire» Giornata contro la violenza sulle donne, Decaro: «Il ricordo non basta. Bisogna agire» Diverse le iniziative in città questa mattina
Giornata contro la violenza sulle donne, tutte le iniziative del Comune di Bari Giornata contro la violenza sulle donne, tutte le iniziative del Comune di Bari Obiettivo ribadire l’importanza della costruzione di una nuova cultura rispettosa delle differenze di genere
Violenza sulle donne, a Bari 170 interventi: 6 gli inserimenti in strutture protette Violenza sulle donne, a Bari 170 interventi: 6 gli inserimenti in strutture protette I dati comunicati alla presentazione del festival “Generare Culture Nonviolente”
Comune di Bari, al via la "call for art" contro le discriminazioni di genere Comune di Bari, al via la "call for art" contro le discriminazioni di genere Manifestazione in vista della giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre
A Bari nasce il primo centro contro le discriminazioni di genere e per l'identità sessuale A Bari nasce il primo centro contro le discriminazioni di genere e per l'identità sessuale Tra le iniziative, l'associazione Retake e l'artista Giuseppe D'Asta realizzeranno un murale dedicato a Raffaella Carrà
Picchia e minaccia la compagna per tre anni, arrestato 39enne a Turi Picchia e minaccia la compagna per tre anni, arrestato 39enne a Turi Analogo provvedimento per un 51enne di Valenzano, accusato di maltrattamenti contro madre e fratello
Tre anni della legge "Codice rosso", i baresi di Gens nova ne discutono a Montecitorio Tre anni della legge "Codice rosso", i baresi di Gens nova ne discutono a Montecitorio La Scala, presidente dell'associazione, ha anche chiesto l’innalzamento dei minimi edittali per alcuni reati
Lungomare, vandalizzata la panchina rossa contro la violenza sulle donne Lungomare, vandalizzata la panchina rossa contro la violenza sulle donne Bruciata e divelta la targa che spiegava il senso di quell'arredo urbano. Gens nova: «Terza volta in un anno»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.