torre quetta
torre quetta
Cronaca

Troppe violazioni e multe, il Comune di Bari revoca la concessione di Torre Quetta

L'ultimo verbale il 18 settembre, ora 30 giorni per sgomberare. Decaro: «Decisione presa perché crediamo nella valorizzazione del demanio marittimo»

Verbali, multe e costanti violazioni della legge: il Comune di Bari esautora l'attuale gestione della spiaggia di Torre Quetta e revoca la concessione. È stata firmata oggi la determina della ripartizione Sviluppo economico che dispone la decadenza della concessione demaniale marittima per la gestione della spiaggia pubblica di Torre Quetta nei confronti dell'attuale concessionario, Rti composto da Il Veliero di Di Modugno Rosa (capogruppo) ed Esperia Nuoto (mandante), rilasciata lo scorso 31 maggio 2018 a seguito dell'espletamento di gara pubblica.

«La decadenza - recita la nota del Comune - è stata adottata a seguito dell'accertamento di numerose violazioni, in parte commesse direttamente dal concessionario ed in parte realizzate dagli affidatari della gestione dei chioschi, non debitamente controllati dal concessionario. Le violazioni sono state contestate a norma di legge e le osservazioni del concessionario non sono state ritenute adeguate dall'Amministrazione comunale. Inoltre, il complesso delle irregolarità rilevate, in varie circostanze, da Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Polizia locale e Ripartizione Ivop, per un totale di 19 verbali di contestazione (l'ultimo dei quali risale al 18 settembre scorso), insieme alla mancata rendicontazione delle spese sostenute dal concessionario, ha configurato un quadro ritenuto estremamente preoccupante sul fronte della regolare esecuzione del contratto. Analogamente è stata riscontrata la mancata organizzazione di eventi proposti in sede di offerta di partecipazione alla gara».

Con la decadenza, quindi, il Comune di Bari intima al concessionario ormai delegittimato di liberare l'immobile demaniale marittimo e le aree annesse da ogni arredo, suppellettile e struttura che non costituiscano oggetto della concessione, nonché di procedere alla riconsegna della spiaggia pubblica attrezzata di Torre Quetta entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento, pena la rimozione in danno.

«Questa amministrazione punta moltissimo sul mare e sulla costa. Proprio la grande attenzione a questo tema e a Torre Quetta giustifica questo provvedimento - dichiara il sindaco di Bari Antonio Decaro. Il Comune ha tutto l'interesse a garantire che quel luogo venga gestito nel migliore dei modi e messo a disposizione dei cittadini nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza e accessibilità, a tutela della pubblica fruizione. Ora, nei tempi previsti dalla norma, valuteremo le ulteriori azioni necessarie ad assicurare che la spiaggia pubblica di Torre Quetta continui ad essere aperta a tutti i cittadini e a rappresentare uno degli spazi in cui il ritrovato rapporto tra la città e il suo mare prende corpo e senso».
  • Antonio Decaro
  • Torre Quetta
  • Comune Bari
Altri contenuti a tema
Il sindaco di Bari sul nuovo Dpcm: "Noi primi cittadini manterremo unite le comunità" Il sindaco di Bari sul nuovo Dpcm: "Noi primi cittadini manterremo unite le comunità" Il presidente dell' Anci ha chiesto al Governo ristori immediati e a fondo perfuto
L'artista Fernando Capobianco dona una quadro alla città di Bari L'artista Fernando Capobianco dona una quadro alla città di Bari L'opera “Musica dal cielo” rappresenta i teatri e resterà esposta per alcuni giorni nella sala Massari del Comune
Bari Costasud, stanziati i fondi per progettazione esecutiva degli interventi Bari Costasud, stanziati i fondi per progettazione esecutiva degli interventi Le opere permetteranno di connettere la zona fra Japigia e il mare attraverso la creazione di nuove aree verdi
Bari open space, inizia la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte a Carbonara Bari open space, inizia la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte a Carbonara Oggi e domani l’intervento di urbanistica tattica sulla pavimentazione​. Decaro: «Pronta per la festa di San Michele domenica prossima»
Covid, i sindaci incontrano il ministro Lamorgese. Decaro: «Chiesti più agenti per controlli» Covid, i sindaci incontrano il ministro Lamorgese. Decaro: «Chiesti più agenti per controlli» La responsabile dell'Interno: «Ci saranno forze di polizia necessarie. Collaborazione anche su chiusure»
Bari riconosce la cittadinanza a una donna italoamericana "iure sanguinis" Bari riconosce la cittadinanza a una donna italoamericana "iure sanguinis" Decaro alla signora Julien Martin: «Un piacere accoglierti nella comunità in cui ha scelto di vivere»
Città metropolitana di Bari, Decaro istituisce la "stanza virtuale" con i 41 sindaci Città metropolitana di Bari, Decaro istituisce la "stanza virtuale" con i 41 sindaci Prima riunione online sui temi del nuovo Dpcm, del bando rigenerazione urbana e delle ciclovie in provincia
Nuovo parco della giustizia di Bari, Decaro incontra Bonafede. Prima pietra nel 2023? Nuovo parco della giustizia di Bari, Decaro incontra Bonafede. Prima pietra nel 2023? L'opera potrebbe essere inserita fra quelle che verranno realizzate con i finanziamenti europei del Recovery fund
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.