questa mattina linaugurazione della nuova palestra della scuola Rita Levi Montalcini a Torre a Mare
questa mattina linaugurazione della nuova palestra della scuola Rita Levi Montalcini a Torre a Mare
Territorio

Torre a Mare, inaugurata la palestra coperta della scuola Levi Montalcini

Conclusi i lavori da 600mila euro. Decaro: «Sarà aperta anche il pomeriggio. Un servizio dedicato a tutto il quartiere»

La scuola media Rita Levi Montalcini e tutto il rione Torre a Mare di Bari hanno una palestra coperta. Si è tenuta questa mattina l'inaugurazione dei nuovi realizzata al servizio del plesso scolastico, in largo Leopardi 2. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Antonio Decaro, l'assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano, il presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti e la dirigente scolastica Anna Maria Lagattolla.

La nuova palestra coperta, i cui lavori di realizzazione ammontano complessivamente a 600mila euro, è stata costruita a seguito della demolizione dell'immobile che ospitava le due sezioni della scuola materna "Ardito". Sarà accessibile da via Bonghi e via Di Tullio.

La palestra costituisce un corpo autonomo rispetto all'edificio scolastico, dotato di impianti di illuminazione e riscaldamento e di accesso esterno, in modo da consentire anche ai residenti di usufruirne in orari extrascolastici. La struttura dispone di un campo polivalente per la pallavolo e la pallacanestro con pavimentazione in gomma, di due ampie zone servizi divise per sessi, comprensive anche di spazi spogliatoio per insegnanti, e dei rispettivi servizi igienici, di uno spogliatoio per il personale e un bagno per persone con disabilità, oltre a locale predisposto per eventuali visite mediche e pronto soccorso. Il lungo corridoio luminoso di raccordo tra gli spogliatoi e la palestra potrà essere utilizzato anche per l'allestimento di attività espositive, contando sull'illuminazione garantita da un patio. Completa l'opera un piccolo spazio esterno recintato che consentirà l'accesso alla palestra in totale sicurezza.
inaugurazione palestra torre a mareinaugurazione palestra torre a mare
«Questa è una scuola che non ha mai avuto una palestra né uno spazio idoneo all'attività sportiva dei ragazzi - ha dichiarato Decaro. Oggi quindi, attraverso la realizzazione di questa struttura, non abbiamo solo dato alla scuola un luogo dedicato allo sport ma uno spazio al servizio del quartiere dove stare insieme, incontrarsi, organizzare attività per adulti e bambini. Un'opera pubblica non è solo cemento e pilastri, l'opera pubblica è anche comunità. Opere pubbliche come questa rappresentano anche la nostra idea di politiche educative, perché qui i ragazzi impareranno a rispettare le regole attraverso lo sport, perché questo è un investimento sul benessere e su una migliore qualità della vita, perché qui durante le ore scolastiche o nel pomeriggio alunni e residenti, di ogni età, potranno fare attività fisica e movimento. Qui i ragazzi avranno un'alternativa alla strada d'estate o durante le ore pomeridiane, gli anziani potranno organizzare serate danzanti o tornei di burraco, fare attività motoria, qui la comunità potrà riunirsi quando ci saranno decisioni da prendere. Da oggi Torre a Mare ha un nuovo spazio pubblico ma anche un punto di riferimento, e tutti i bambini che affronteranno il loro percorso scolastico in questo quartiere non avranno mai a che fare con una scuola senza palestra, come purtroppo è successo a tanti di noi».

«Questa è la prima delle palestre scolastiche che inauguriamo - ha sottolineato Paola Romano - a cui seguiranno quelle della scuola Massari Galilei e della Cirielli al San Paolo. Questi lavori sono stati seguiti direttamente dai ragazzi che hanno coprogettato con noi l'opera grazie al percorso di Save the Children, dandoci spunti molto interessanti. Le palestre rappresentano non solo un luogo dove fare educazione fisica ma dove poter stare insieme e giocare, e in questo caso non solo in favore degli studenti ma dell'intera comunità di Torre a Mare».

«Finalmente anche l'istituto Rita Levi Montalcini del Municipio I ha la sua palestra scolastica - ha concluso Lorenzo Leonetti. Uno spazio coperto e attrezzato per svolgere attività sportive non solo durante le ore scolastiche ma anche dopo, quando il suono della campanella sarà sostituto da quello del fischietto dell'allenatore durante una seduta di allenamento. Un impegno preso con la comunità del quartiere di Torre a Mare, che oggi finalmente possiamo onorare. Questa palestra diventerà, quindi, un valido contenitore sportivo al servizio della comunità torreamarese, sogno anche di molti ex alunni».
  • Antonio Decaro
  • Paola Romano
  • torre a mare
  • lorenzo leonetti
Altri contenuti a tema
Bari, al via le uscite dei medici volontari per monitorare situazioni di fragilità Bari, al via le uscite dei medici volontari per monitorare situazioni di fragilità Stamattina la prima "vestizione". Decaro: «Tanti professionisti e cittadini hanno già dato la loro adesione»
Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Il sindaco parla della ripresa dopo la pandemia. Intanto un lido di Bari si attrezza con ombrelloni a distanza di sicurezza
Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Emergenza Coronavirus, Rotary Bari Castello dona 6mila euro in buoni spesa ai bisognosi Decaro: «Tante le realtà cittadine che in questo momento stanno dimostrando la loro solidarietà»
Coronavirus, Decaro: «A Bari 217 positivi e 500 persone in quarantena» Coronavirus, Decaro: «A Bari 217 positivi e 500 persone in quarantena» Nella diretta del sindaco il dipendente Amiu contagiato: «Voi che potete, restate a casa»
Emergenza Coronavirus, una lavanderia di Bari dona 5mila euro al Comune Emergenza Coronavirus, una lavanderia di Bari dona 5mila euro al Comune I soldi saranno distribuiti ai bisognosi come buoni spesa da consumare nei supermercati del gruppo Megamark
Emergenza Coronavirus, due banche di Bari propongono "microfinanziamenti sociali" Emergenza Coronavirus, due banche di Bari propongono "microfinanziamenti sociali" Consegnato al sindaco il progetto da presentare alla città. Decaro: «Gesto di fiducia in famiglie e imprese»
Coronavirus, a Bari sono 207 i casi positivi Coronavirus, a Bari sono 207 i casi positivi Lo comunica il sindaco Decaro: «Le persone in quarantena sono 368»
Coronavirus, un contest per gli studenti di Bari: «Raccontate la vostra quarantena» Coronavirus, un contest per gli studenti di Bari: «Raccontate la vostra quarantena» L'iniziativa #QuelliDiIeri è stata lanciata dal Comune di Bari. Romano: «Chiediamo a bimbi e ragazzi di dar sfogo alla fantasia»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.