Fitto lopalco
Fitto lopalco
Politica

Tamponi per diagnosticare il Covid19, in Puglia è scontro fra Fitto e Lopalco

L'eurodeputato di Fratelli d'Italia: «Nostra regione che ne ha fatti meno». L'epidemiologo: «La strategia ha funzionato»

Elezioni Regionali 2020
È scontro politico in Puglia sulla questione tamponi per diagnosticare il Covid19. A sollevare perplessità è stato Raffaele Fitto, eurodeputato di Fratelli d'Italia e papabile candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia. «Alla luce dei dati della Fondazione GIMBE, Istituto Superiore della Sanità e dell'Università Cattolica di Roma che danno la Puglia ultima in Italia per numero di tamponi - dice Fitto. Questo significa che le questioni che ho sollevato ripetutamente da tempo non erano 'polemiche politiche strumentali', ma preoccupazioni reali che ora sono diventate tali anche per la Regione Puglia che sembrerebbe finalmente aver deciso di effettuare i tamponi a tutti gli operatori sanitari degli ospedali e delle RSA».

Alla questione ha risposto Pier Luigi Lopalco, epidemiologo responsabile della task force regionale per l'emergenza Coronavirus, che in una nota dà la sua versione dei fatti: «Mi piacerebbe sapere in cosa la strategia di contenimento dell'epidemia in
Puglia sia stata sbagliata, vedendo i risultati che sono sotto gli occhi di
tutti.
Lungi da me dire che non ci sia stata alcuna sbavatura nella gestione di un evento tanto eccezionale quanto una pandemia, ma le elenco alcuni elementi che sono sicuro aiutino ad inquadrare correttamente il problema:
1. Abbiamo evitato un disastro epidemiologico legato all'afflusso di
circa 30.000 cittadini pugliesi. Grazie alla misura della quarantena e alla
sorveglianza attiva, abbiamo individuato ben 200 casi, che sarebbero altrimenti andati in giro ad attivare innumerevoli focolai epidemici;
2. L'ondata pandemica è passata dalla Puglia senza che il sistema ospedaliero, nemmeno per un giorno, fosse messo in crisi;
3. L'intera prima fase è stata gestita senza istituire neanche una gola zona rossa, che avrebbe portato serie conseguenze e disagi ai
cittadini;
4. La letalità sia grezza (10,4% contro 13,1%) che specifica per ogni
fascia di età è inferiore alla media nazionale, con l'esclusione di una
minima differenza nelle classi di età superiore a 80 anni;
5. Su oltre 500 RSA ed RSSA, sono stati segnalati focolai solo in 14 di
esse, per un totale di circa 700 casi su circa 17.000 ospiti;
6. Negli ospedali sono stati identificati solo 6 focolai; dalle risultanze degli studi sierologici solo una quota compresa fra 1% e 2% degli operatori sanitari sono entrati in contatto con il virus, a dimostrazione della efficiente protezione messa in atto durante il loro operato;
7. Questi risultati sono stati ottenuti grazie ad una azione scientifica e mirata di contact tracing da parte dei Dipartimenti di Prevenzione che, dall'inizio dell'epidemia, hanno eseguito quasi 28mila provvedimenti di sorveglianza sanitaria o isolamento fiduciario;
8. In pochissime settimane è stata messa in piedi una rete diagnostica
di laboratori che oggi consente una capacità di oltre 2.500 tamponi al giorno, più che sufficienti per garantire l'attività corrente che non è mai andata oltre i 2.000 tamponi al giorno;
9. Fin dall'inizio, mi sono sempre confrontato con i migliori esperti sia nazionali che internazionali per concordare la strategia di diagnostica e contact-tracing.
Tanto che molte delle nostre procedure le abbiamo derivate proprio dall'esperienza dei colleghi del Veneto che hanno una struttura territoriale molto simile alla nostra. Ebbene se confrontiamo il numero di
casi testati con il tampone in Veneto sul numero di casi totali, osserviamo
un caso individuato ogni 13,2 tamponi effettuati; in Puglia questo rapporto è pari a 12,7. In pratica se il numero assoluto di tamponi che sono stati effettuati in puglia sembra più basso è solo perché noi abbiamo avuto meno casi (4.300 contro i 18.700 del Veneto). La efficacia di questa strategia è dimostrata dal fatto che la stragrande maggioranza dei casi contenuti nel nostro archivio sono rappresentati da asintomatici o soggetti con lievissimi sintomi».
  • Regione Puglia
  • raffaele fitto
  • Coronavirus
  • Pier Luigi Lopalco
Altri contenuti a tema
Covid-19, un caso nel reparto di Ginecologia del Policlinico di Bari Covid-19, un caso nel reparto di Ginecologia del Policlinico di Bari La donna, pronta a partorire, è stata messa in isolamento. La struttura resta regolarmente operativa
Arpal Puglia, al via la procedura telematica per iscrizione ai concorsi Arpal Puglia, al via la procedura telematica per iscrizione ai concorsi L'agenzia regionale politiche del lavoro cerca nuove risorse per potenziare l'organico
Coronavirus, in Puglia 9 nuovi contagi su 1500 tamponi Coronavirus, in Puglia 9 nuovi contagi su 1500 tamponi Due positività registrate in provincia di Bari. Un decesso in provincia di Lecce
Regionali Puglia, fra Emiliano e Fitto è battaglia a colpi di sondaggio Regionali Puglia, fra Emiliano e Fitto è battaglia a colpi di sondaggio La rilevazione Tecné vede in vantaggio il centrodestra, mentre l'indagine Gfp premia il presidente uscente. Campioni di 1000 persone
Crisi Covid-19, dalla Regione Puglia altri 89 milioni per le imprese Crisi Covid-19, dalla Regione Puglia altri 89 milioni per le imprese Le risorse aggiuntive riguarderanno i settori del manufatturiero, del commercio e dei servizi
Stagione di caccia, in Puglia si inizia il 20 settembre Stagione di caccia, in Puglia si inizia il 20 settembre La giunta regionale ha approvato il calendario. Termine il 31 gennaio
Regione Puglia, dal 7 all'11 settembre il concorsone per 566 infermieri Regione Puglia, dal 7 all'11 settembre il concorsone per 566 infermieri La prova si svolgerà nei padiglioni della Fiera del Levante per le misure anti Covid. Sono 16.856 i candidati
Coronavirus, 5 nuovi casi in provincia di Bari. I positivi salgono a 170 Coronavirus, 5 nuovi casi in provincia di Bari. I positivi salgono a 170 In totale sono 1.908 i tamponi effettuati nella giornata di oggi, i guariti sono 3.973. Non si registrano decessi
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.