Una delle opere in mostra
Una delle opere in mostra
Eventi e cultura

"Souvenir", tredici artisti in mostra allo Spazio Murat

L'esposizione visitabile dallo scorso 27 giugno al 4 agosto, progetto conclusivo del campo estivo decicato all'arte contemporanea

Elezioni Regionali 2020
Il territorio pugliese, le sue peculiarità, la sua storia e la sua luce, fonte d'ispirazione per le opere dei 13 artisti di nazionalità diverse coinvolti nella residenza artistica di Spazio Murat e 63rd 77th STEPS - Art Project Staircase, e che dal 27 giugno esporranno in Souvenir, la mostra collettiva e multidisciplinare, a conclusione di Souvenir Art Summer Camp, il campo estivo dedicato all'arte contemporanea, finanziato dalla Regione Puglia nell'ambito del Programma Straordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo.

Gli artisti hanno lavorato giorno e notte per realizzare le oro opere site-specific, svelate lo scorso 27 giugno, frutto del lavoro intenso svolto durante i laboratori e i workshop realizzati nel corso del Summer Camp. Attraverso le diverse attività, infatti, ogni artista si è lasciato coinvolgere in un viaggio immersivo che lo ha contaminato e ispirato nella produzione dell'opera da presentare al termine del percorso di residenza. Le performance dal vivo lasceranno spazio a installazioni che ne mantengono e ne restituiscono la vitalità, ribaltando l'attività nella staticità, la presenza nell'assenza.

Nelle opere presentate dai tredici artisti - in esposizione dal 27 giugno al 4 agosto - si può notare come tutti abbiano lavorato sugli scostamenti costruiti tra significanti e significati, tra riconoscibilità e irriconoscibilità, conosciuto e sconosciuto; prendono forza dalle dislocazioni di senso, materiche e vocali, e sfruttano le potenzialità relazionali del dialogo e del contatto. In mostra ci sono: AGF Hydra (Italia), Alessandro Aiello (Italia), Gianmaria Andreetta (Svizzera), Mariantonietta Bagliato (Italia), Ivan Cheng (Australia), Stefania Dipierro (Italia), Jade Fourès-Varnier & Vincent de Hoÿm (Francia), Giuseppe Lana (Italia), Bruno Mokross (Germania), Isabella Mongelli (Italia), Evelyn Plaschg (Austria), Fabio Santacroce (Italia), Edin Zenun (Macedonia del Nord).

Ognuno ha utilizzato diversi linguaggi e materiali, testando e sfruttandone le potenzialità, il tutto per coinvolgere gli spettatori in esperienze che possono essere immersive o frammentarie, individuali o collettive. La selezione di opere dà forma a un percorso contrassegnato da riferimenti pop, animazioni, suoni, burattini, realtà virtuali. Souvenir permette di affrontare su più livelli e secondo diverse modalità, discorsi che abbracciano l'economia dell'arte, la sostenibilità, la dimensione socio-politica attuale e le relative dinamiche di potere, di produzione e riproduzione, le proporzioni tra comfort e disagio, tra familiare ed estraneo. Il percorso fa leva su varie forme di umanità, tramite elementi archetipici, leggendari, immaginari e reali rivisitati, (ri-)costruendo così un'architettura che ha fondamenta critiche ma propone accenni a modalità di vita alternative.

«Ciascuno di loro, durante il periodo di residenza, si è lasciato coinvolgere e ispirare direttamente dal territorio pugliese per la realizzazione di un progetto artistico site-specific. Le opere prodotte in situ rappresentano le tracce del loro incontro con la nostra terra e con gli artisti locali emergenti coinvolti durante la precedente rassegna e durante il periodo di residenza - affermano i curatori -. I lavori esposti sono il riflesso dunque di un work-in-progress iniziato con gli incontri sull'arte contemporanea che si sono tenuti per tutto il 2018 e sviluppati durante il periodo di residenza; sono il risultato di una contaminazione tra i bagagli culturali personali, le prospettive degli artisti e la realtà locale esplorata. Per questo Souvenir è un progetto complesso, poliedrico e collettivo che siamo felici di aver portato e realizzato a Bari».

Al Souvenir Art Summer Camp hanno partecipato anche alcuni studenti delle Accademie di Belle Arti pugliesi, selezionati attraverso una call pubblica e artisti emergenti che hanno scelto di avvicinarsi ed essere coinvolti nella realizzazione di un progetto di arte così complesso e farne parte. Spazio Murat, infatti, ha offerto a una decina di questi giovani studenti-artisti la possibilità di assistere a tutti i workshop affidati agli artisti locali e internazionali in residenza e ad una lezione interattiva sul come orientarsi nel sistema dell'arte dopo l'accademia, oltre che affiancare gli artisti e assistere alla creazione dei loro progetti. Le residenze sono da sempre considerate un'occasione per giovani artisti di immergersi totalmente nella propria ricerca, di confrontarsi con altri artisti con esperienza e formazione diverse, di sperimentare, costruire e de-costruire la propria pratica artistica, di esporre e farsi conoscere. Ed è questo quello che Spazio Murat ha voluto fare per la sua terra.

Una pubblicazione, disegnata e studiata appositamente per accompagnare la mostra, riflette la poliedricità dell'intero progetto e ne richiama gli intenti: 12 cartoline raffiguranti lavori degli artisti sono inserite tra le pagine del libretto e possono essere estratte e riutilizzate, proprio come i Souvenir, i ricordi di un viaggio. Souvenir Art Summer Camp e Souvenir sono stati organizzati da The Hub Bari srl, concessionario dello Spazio comunale, in collaborazione con 63rd 77th STEPS - Art Project Staircase.


  • Arte e spettacolo
  • mostra
Altri contenuti a tema
A Bari arriva "Piazze Verticali", la strada si trasforma in palcoscenico A Bari arriva "Piazze Verticali", la strada si trasforma in palcoscenico Ci sarà la partecipazione dei residenti e di artisti circensi, musicisti, narratori, illustratori, educatori e volontari, le limitazioni al traffico
Albo telematico degli operatori culturali, a Bari via all'aggiornamento Albo telematico degli operatori culturali, a Bari via all'aggiornamento Necessario che gli operatori culturali e di spettacolo che intendono iscriversi lo facciano online, ecco come funziona
Anche a Bari manifestano i lavoratori dello spettacolo, la protesta davanti al Piccinni Anche a Bari manifestano i lavoratori dello spettacolo, la protesta davanti al Piccinni Gli operatori del settore chiedono un tavolo di confronto sulle riaperture con Governo e sindacati
Una mostra d'arte per accogliere i clienti da Salvo Binetti bytonypellegrino a Bari Una mostra d'arte per accogliere i clienti da Salvo Binetti bytonypellegrino a Bari A partire da domani, anche nel salone cittadino, arriva "I giardini spettinati" di Ornella Gullotta
Solfrizzi, Stornaiolo, Giustiniani, Basso, Paniate: grandi ospiti di “A Viva Voce” Solfrizzi, Stornaiolo, Giustiniani, Basso, Paniate: grandi ospiti di “A Viva Voce” In diretta alle 21.00 l’appuntamento sul network Viva… tutto da ridere
“A Viva Voce”: diretta dedicata al mondo della radio sul network Viva “A Viva Voce”: diretta dedicata al mondo della radio sul network Viva Presentano Pako Carlucci e Lele Sgherza, start alle ore 21.30
L’urlo del mondo dello spettacolo: “The show must go on” L’urlo del mondo dello spettacolo: “The show must go on” “Let’s live all - on stage” domenica 17 maggio in diretta dal DF di Bisceglie
Nasce "A Viva Voce", in diretta tutti i lunedì sera sul network Viva Nasce "A Viva Voce", in diretta tutti i lunedì sera sul network Viva Pako Carlucci e Lele Sgherza in onda con un nuovo show dal 4 maggio
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.