Presidio F D Costruzioni. <span>Foto Facebook Cgil Puglia</span>
Presidio F D Costruzioni. Foto Facebook Cgil Puglia
Scuola e Lavoro

Senza stipendio da 4 mesi, protestano i dipendenti F.D. Costruzioni a Bari

I venti lavoratori si sono dati appuntamento davanti all'Acquedotto Pugliese, Cgil: «Situazione punta di un iceberg fuori controllo»

Venti dipendenti senza stipendio da 4 mesi, dopo essere stati lo scorso anno per ben 10 mesi nella stessa situazione. Sono i lavoratori di F.D. Costruzioni, azienda dell'appalto di Acquedotto Pugliese, che sono di nuovo scesi in strada a protestare per vedere riconosciuto un loro diritto.

«Ancora una volta i lavoratori della F.D. Costruzioni - sottolineano da Cgil - sono costretti a protestare e scioperare per vedere riconosciuto il proprio diritto ad una vita dignitosa attraverso il lavoro, dopo che da 4 mesi non percepiscono salario, pur continuando a lavorare garantendo così un servizio essenziale alla cittadinanza. Cgil Puglia e Fillea Cgil Puglia impegnano da subito Acquedotto Pugliese e Regione Puglia a ricercare e assumere soluzioni definitive e alternative alla pratica degli appalti al massimo ribasso e di una gestione degli stessi che meriterebbe una regolamentazione maggiormente partecipata e quindi più trasparente. Quella dei lavoratori della F.D. Costruzioni è solo la punta di un Iceberg ormai fuori controllo, per questo i sindacati intendono portare al confronto con Acquedotto e Regione Puglia una riflessione su tutte le imprese impegnate negli appalti».

«È assurdo - interviene in merito la pentastellata Laricchia - che si debba scendere in piazza per il riconoscimento di un diritto e ci aspettiamo la linea dura da parte di AqP, come avvenuto in passato per la società Matarrese, con cui è stato rescisso il contratto per analoghe inadempienze nel bacino Ba 16. Proprio questa rescissione ha permesso a F. D Costruzioni in ati con HTC (di cui fa parte Aedificare, società che ha come Amministratore Delegato il figlio di Simeone Di Cagno Abbrescia) di subentrare nell'appalto a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato. Ci uniamo alla richiesta dei sindacati di un netto cambio di rotta da parte di AqP nella gestione degli appalti al massimo ribasso e invitiamo la società a fare il massimo anche in questa occasione. La linea dura non può essere applicata a fasi alterne».
  • Sindacati
  • lavoro
Altri contenuti a tema
Passaggio da Auchan a Conad, 6 mila esuberi. Nuovo sciopero Passaggio da Auchan a Conad, 6 mila esuberi. Nuovo sciopero I sindacati annunciano 16 ore di astensione dal lavoro, tra cui l'intera giornata del 23 dicembre
Lavoratori delle pulizie del Maugeri a rischio, sit-in il giorno dell'inaugurazione a Bari Lavoratori delle pulizie del Maugeri a rischio, sit-in il giorno dell'inaugurazione a Bari La società subentrante dell'appalto non garantisce l'occupazione, i sindacati ribadiscono la necessità di un confronto
Bosch di Bari, l'addio al diesel dell'Europa licenzia 650 dipendenti Bosch di Bari, l'addio al diesel dell'Europa licenzia 650 dipendenti L'azienda in una riunione in Germania ha confermato i tagli in tutte le sue filiali, domani si sciopera
Pulizia nelle scuole, sit-in davanti all’Ufficio Scolastico Regionale di Bari Pulizia nelle scuole, sit-in davanti all’Ufficio Scolastico Regionale di Bari Sindacati e dipendenti chiedono certezze, in 800 rischiano di oerdere il posto se non dovesse esserci l'internalizzazione
Lavoratori edili in piazza a Bari: «Noi non ci fermiamo» Lavoratori edili in piazza a Bari: «Noi non ci fermiamo» La manifestazione si è svolta a otto mesi dallo sciopero generale contemporaneamente in 100 piazze italiane
Lavoro in Puglia: l’identikit di chi è alla ricerca di una nuova occupazione Lavoro in Puglia: l’identikit di chi è alla ricerca di una nuova occupazione È fondamentale la conoscenza delle lingue straniere, soprattutto dell'inglese
Bosch di Bari, in seicento a rischio e il 28 novembre sarà sciopero Bosch di Bari, in seicento a rischio e il 28 novembre sarà sciopero Pochi giorni fa approvato un ordine del giorno alla Camera presentato da Galantino per tenere alta l'attenzione sulla situazione
Conad-Auchan, 3 mila gli esuberi, dubbi sul futuro di Casamassima e Modugno Conad-Auchan, 3 mila gli esuberi, dubbi sul futuro di Casamassima e Modugno Dall'incontro al Ministero emergono i numeri della crisi, anche l'ipermercato alle porte di Bari è in sospeso
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.