Sequestro pesce molo San Nicola
Sequestro pesce molo San Nicola
Cronaca

Retata sul molo San Nicola, sequestrato pesce mal conservato. Multe per 33mila euro

Operazione coordinata dalla Questura contro la vendita di prodotti ittici non tracciabili. Decaro: «Condizioni igieniche non si barattano»

Maxi retata e multe salate questa mattina sul molo San Nicola, dove si è svolta un'importante operazione di polizia amministrativa. Sono state contestate una serie di violazioni compiute da alcuni operatori, quali la vendita di prodotti ittici senza tracciabilità o conservati senza le corrette procedure di refrigerazione.

L'intervento, coordinato dalla Questura, è stato eseguito congiuntamente dalle squadre della Polizia Locale, della Capitaneria di Porto, della Asl/Sian con il supporto decisivo delle Forze di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. È stato scoperto del pescato messo a bagno in una zona di mare interdetta per ragioni igieniche. Sono stati, inoltre, rinvenuti una serie di banconi frigo presenti sul posto contenenti merce varia conservata in stato non idoneo. Si è riscontrato anche l'utilizzo di acqua di mare prelevata dal vicino specchio d'acqua portuale per trattare impropriamente parte dei prodotti ittici successivamente posti in vendita.


Complessivamente sono stati elevati 17 verbali amministrativi per un totale di 33mila euro di sanzioni pecuniarie contestate. Cinque soggetti sono stati identificati sul posto, mentre all'arrivo delle forze di polizia si sono dileguati tre ignoti, per la cui identificazione sono in corso accertamenti grazie all'ausilio del sistema di videosorveglianza.

Tra il materiale sequestrato, 300 chili di prodotti ittici (avviati alla distruzione), 400 bevande, 2 bilance, numerose attrezzature e frigoriferi utilizzati per la vendita e la loro somministrazione diretta sono stati sequestrati ai fini della confisca; sono stati reimmessi in mare circa 3000 ricci vivi. Parte del prodotto ittico sequestrato era già pronto per la vendita in una situazione completamente priva dei requisiti igienico-sanitari.

«Non intendo usare mezzi termini: sul molo San Nicola è stata riscontrata un'attività illecita ai danni della salute di tutte le persone, baresi e turisti - commenta il sindaco di Bari Antonio Decaro, rispondendo a chi gli chiedeva su Facebook di "chiudere un occhio". Noi siamo i primi a voler valorizzare le nostre tradizioni e la nostra cultura enogastronomica ma non a questo prezzo. Non si può barattare la salute dei cittadini e la totale mancanza di qualsiasi regola igienico-sanitaria in cambio di qualche like su facebook sotto una foto di qualche turista. Questa non è la strada giusta, né per far crescere la nostra economia né per valorizzare la città. N'terr a la lanz, il molo San Nicola, è uno dei luoghi più belli e più caratteristici di Bari, forse la cartolina che più di tutte negli ultimi anni ha fatto il giro del mondo. Per questo, con gli stessi operatori e con la cooperativa dei pescatori, da qualche anno abbiamo cercato di avviare un'attività di riqualificazione degli spazi e delle attrezzature proprio per promuovere, nel rispetto delle regole, la tradizione barese. Vorremmo che su quella banchina possa esserci un vero mercatino di degustazione di prodotti tipici, a partire dal pesce crudo, ma con la massima garanzia delle condizioni igienico-sanitarie, della qualità e del decoro».
  • Guardia di Finanza
  • Polizia di Stato
  • Antonio Decaro
  • Asl Bari
  • Guardia Costiera
  • polizia locale
Altri contenuti a tema
Decaro telefona all'anziano multato in corso Mazzini: «Abbiamo sbagliato entrambi» Decaro telefona all'anziano multato in corso Mazzini: «Abbiamo sbagliato entrambi» Il sindaco fa ammenda per l'episodio dell'altro giorno: «Sento il dovere di proteggere la comunità»
Emergenza Coronavirus, a Bari i check point della polizia locale: 14 multe oggi Emergenza Coronavirus, a Bari i check point della polizia locale: 14 multe oggi Nuova giornata di controlli in città nei pressi di supermercati e arterie principali di scorrimento
Non si ferma all'alt della polizia e tenta la fuga in bici, arrestato pusher 23enne Non si ferma all'alt della polizia e tenta la fuga in bici, arrestato pusher 23enne Il giovane è stato trovato in possesso di marijuana. Era già stato arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri
Covid19, 25 casi a Villa Giovanna. Asl Bari prende controllo della struttura per anziani Covid19, 25 casi a Villa Giovanna. Asl Bari prende controllo della struttura per anziani Sono risultati positivi al Coronavirus 18 ospiti e 7 operatori sanitari. I pazienti contagiati sono in isolamento sorvegliato
Bari, ambulatori "a distanza" per i piccoli di neuropsichiatria infantile Bari, ambulatori "a distanza" per i piccoli di neuropsichiatria infantile Medici, psicologi e terapisti possono “andare a domicilio” dei pazienti, già oggi sono circa 800 quelli raggiunti e coinvolti
Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Non possiamo aspettare oltre, servono risorse per garantire servizi ai cittadini»
Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Decaro: «Cittadini, associazioni e imprese si stanno mostrando attenti e generosi in questa emergenza»
Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Firmata l'ordinanza del sindaco di Bari. Possibile richiedere la spesa a casa tramite prenotazione telefonica
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.