Le riprese delle telecamere
Le riprese delle telecamere
Cronaca

Racket contro un supermercato del San Paolo, arrestato 54enne affiliato agli Strisciuglio

I carabinieri, grazie anche a delle telecamere nascoste, hanno sorpreso l'uomo mentre chiedeva 1.500 euro al commerciante

I carabinieri della compagnia di Bari San Paolo, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia, hanno arrestato in flagranza per "estorsione aggravata dal metodo mafioso" Michele Ruta, 54enne, pregiudicato, vicino all'articolazione del clan Strisciuglio, operante nel quartiere "San Paolo" di Bari.

L'operazione è stata condotta a seguito degli approfondimenti di una pregressa attività investigativa condotta dai Carabinieri di Bari San Paolo, nel corso della quale era emerso il possibile racket ai danni di un supermercato del quartiere ad opera di soggetti del clan, secondo modalità già ricostruite dai militari e che hanno portato, in passato, all'arresto di altri sodali. I militari hanno quindi avviato una delicata attività investigativa, condotta mediante prolungati servizi di osservazione in abiti civili e l'installazione di alcune telecamere nascoste. Tale attività ha consentito di documentare in diretta l'ingresso in negozio del 54enne e la sua richiesta avanzata all'esercente di pagare 1.500 euro, quota ritenuta frutto del racket imposto dal clan. Vista la caratura criminale del suo interlocutore e l'intimidazione subita, il commerciante si è visto costretto a consegnare, in una busta, la somma richiesta.

I carabinieri hanno quindi seguito all'uscita del negozio l'estorsore, procedendo al suo controllo una volta salito a bordo di un'autovettura, condotta da altro soggetto, tra l'altro, sprovvisto di patente di guida. Dopo aver recuperato l'importo estorto, i carabinieri hanno proceduto all'arresto di Ruta, estendendo il controllo al conducente del veicolo, trovato con in tasca due involucri di denaro in contante, per un totale di ulteriori 2.700 euro, la cui provenienza è in corso di accertamento.

Al termine dell'operazione, l'esecutore materiale dell'estorsione, è stato associato alla casa circondariale di Bari, mentre per il complice, denunciato per ricettazione, proseguono gli accertamenti volti a risalire alla provenienza della somma in suo possesso. Dopo la convalida dell'arresto il Giudice ha confermato la custodia carceraria.



  • mafia
Altri contenuti a tema
Beni confiscati alla mafia a Bari, la loro nuova vita in una mappa interattiva Beni confiscati alla mafia a Bari, la loro nuova vita in una mappa interattiva Inseriti al momento i primi undici beni, scelti fra quelli che con maggiore continuità offrono servizi socioculturali alla città
Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne L'episodio risale al 2015. L'uomo esplose colpi di pistola durante una festa privata in una villa ad Altamura
Mafia, in manette 24 persone: dipendenti comunali aiutavano il clan Mafia, in manette 24 persone: dipendenti comunali aiutavano il clan Un funzionario aveva offerto la propria consulenza ad un pregiudicato per regolarizzare la sua occupazione abusiva di un alloggio popolare
Blitz antimafia a Bari, coinvolto il comandante della polizia locale di Sammichele: "Fornì alibi ad omicida" Blitz antimafia a Bari, coinvolto il comandante della polizia locale di Sammichele: "Fornì alibi ad omicida" Otto persone arrestate ritenute colpevoli dell'omicidio Rafaschieri a Carbonara, e del ferimento del fratello. I nomi degli arrestati
Omicidio Rafaschieri, nove arresti a Bari nel clan Parisi/Palermiti Omicidio Rafaschieri, nove arresti a Bari nel clan Parisi/Palermiti Sono capi o affiliati, sono ritenuti responsabili anche del tentato omicidio del fratello della vittima
Bari, condannati per mafia percepivano reddito di cittadinanza: 109 denunce Bari, condannati per mafia percepivano reddito di cittadinanza: 109 denunce Tra i beneficiari del sussidio figurava anche un esponente di spicco di un clan
Bari, interdittiva antimafia per un 59enne titolare di un'azienda di Valenzano Bari, interdittiva antimafia per un 59enne titolare di un'azienda di Valenzano I carabinieri hanno accertato collegamenti con soggetti appartenenti agli ambienti della criminalità organizzata
Bari, gestivano scommesse con siti web irregolari: sequestrati beni per 22 milioni di euro Bari, gestivano scommesse con siti web irregolari: sequestrati beni per 22 milioni di euro Il gruppo criminale avrebbe realizzato e gestito una “struttura stabile”, conseguendo nel quadriennio 2012 – 2016 un volume di affari illecito di ben 650 milioni di euro
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.