La manifestazione davanti all'Usr di Bari
La manifestazione davanti all'Usr di Bari
Scuola e Lavoro

Pulizia nelle scuole, sit-in davanti all’Ufficio Scolastico Regionale di Bari

Sindacati e dipendenti chiedono certezze, in 800 rischiano di oerdere il posto se non dovesse esserci l'internalizzazione

L'internalizzazione non arriva ed i lavoratori protestano davanti all'Ufficio Scolastico Regionale di Bari. Sono ex Lsu e lavoratori degli appalti storici impiegati nei servizi di pulizia, ausiliariato e manutenzione delle scuole che, da oltre 20 anni, attendono certezze. Anche oggi al loro fianco c'erano le segreterie regionali e provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti Uil. All'incontro con i dirigenti dell'Ufficio Scolastico Regionale Puglia, i sindacalisti hanno espresso la preoccupazione dei lavoratori.

Sono tre le paure principali. La prima riguarda i tempi delle procedure di internalizzazione: secondo la legge 145/2018 i lavoratori dovrebbero entrare nell'organico del Ministero dell'Istruzione (Miur) a partire dal prossimo 1° gennaio. Eppure le voci insistenti, circa lo slittamento di questa scadenza, suonano come un campanello d'allarme. Gli stessi dirigenti dell'Usr hanno detto, durante l'incontro, di non aver ricevuto ancora notizie ufficiali, non avendo ricevuto il decreto interministeriale che stabilirà tempi e modi della procedura. La seconda paura riguarda il contingente di posti accantonati e disponibili per la stabilizzazione della platea di lavoratori interessati nella nostra Regione: si parla di 1.600 assunti su una platea di 2.400 lavoratori. E mentre il Governo tergiversa, le aziende affidatarie dei servizi hanno già avviato le procedure di licenziamento collettivo. Ciò significa che senza l'internalizzazione dal 1° gennaio va profilandosi una situazione di grave emergenza sociale. Infine la terza paura, che riguarda la consistenza oraria dei contratti individuali di lavoro che saranno assegnati a ciascun lavoratore che transiterà alle dipendenze del Miur. I sindacati chiedono che sia a tempo pieno per tutti i dipendenti delle imprese d'appalto in possesso dei requisiti.

I lavoratori e le rappresentanze sindacali hanno chiesto all'Usr di farsi interprete presso il Miur di queste preoccupazioni, sollecitando risposte che tengano nella giusta considerazione le richieste di internalizzazione e stabilizzazione oggi avanzate da chi ha finora garantito i servizi di pulizia nelle scuole statali.
  • Sindacati
  • manifestazione
Altri contenuti a tema
Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia La comunicazione ai sindacati da Margherita Distribuzione, domani incontro a Roma per la procedura di mobilità delle sedi precedentemente aperta dall'impresa
Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Scontro anche tra i sindacati sulla vicenda che coinvolge l'istituto barese, entro fine marzo il piano dei commissari su esuberi e assetto delle filiali
Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Firmato l'accordo dopo una trattativa durata tre mesi, Uilm: «Necessario mantenere alta l'attenzione sulla vertenza»
Conad a Casamassima, sono 130 i dipendenti che rischiano il posto Conad a Casamassima, sono 130 i dipendenti che rischiano il posto Fumata nera dall'incontro tra sindacati e azienda, Filcams Cgil: «Mai firmeremo un accordo che tuteli solo parte dell'occupazione»
Bari ricorda il primo incontro di Maria Sofia di Baviera con Francesco di Borbone Bari ricorda il primo incontro di Maria Sofia di Baviera con Francesco di Borbone L'evento avvenne 161 anni fa nel palazzo dell’Intendenza, corteo storico in abiti d'epoca per celebrare l'occasione
EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" Garantita la retribuzione solo per il mese corrente, i sindacati: «Pronti alla mobilitazione se non arriveranno segnali della presa in carico dei problemi da risolvere»
Auchan chiude per diventare Conad a Casamassima e (forse) arriva Primark Auchan chiude per diventare Conad a Casamassima e (forse) arriva Primark Cinque giorni per il cambio di insegna. Voci sempre più insistenti parlano dell'arrivo del colosso inglese in parte dell'ipermercato
Non c'è pace per gli ex Om, sit-in a Bari per la mobilità in deroga Non c'è pace per gli ex Om, sit-in a Bari per la mobilità in deroga Nonostante le conferme nessun sussidio è arrivato da giugno scorso, intanto si dilatano i tempi per la reindustrializzazione
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.