Frutta e verdura
Frutta e verdura
Attualità

Puglia, frutta e verdura in tavola contro l'influenza

Troppo spesso sulle nostre tavole mancano gli alimenti utili a combattere i malanni di stagione. Ecco quali sono

Elezioni Regionali 2020
Solo 1 pugliese su 10 consuma frutta e verdura 5 volte al giorno, andando molto sotto la soglia minima di 400 grammi al giorno, secondo le quantità raccomandate per una corretta alimentazione dal Consiglio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

È quanto emerge da un'analisi di Coldiretti Puglia, sulla base della sorveglianza passi dell'Istituto Superiore di Sanità, in occasione del Vitamina Day.

«In quasi un caso su quattro i bambini non consumano ortofrutta a tavola almeno una volta al giorno, sintomo di una alimentazione scorretta che aumenta il rischio di malattie stagionali. Oltre a frutta a verdura ricca di antiossidanti nella dieta per sconfiggere l'influenza non devono mancare latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici quali yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l'aglio, che contiene una sostanza, l'allicina, particolarmente attiva nella prevenzione», commenta il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.

Fondamentale è assumere verdure di stagione soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente), perché danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull'organismo.

La specializzazione strutturale dell'orticoltura pugliese, legata alla spiccata vocazionalità pedoclimatica, flessibilità e tradizione imprenditoriale, consente di proporre una amplissima gamma di prodotti e si manifesta anche in termini di performance produttive. Il 27% delle aziende presenta una produzione di ortive, mentre il 58% in quella di fruttiferi, insiste Coldiretti Puglia. Grazie al successo della medicina anti-aging e del superfood, prima i frutti del melograno erano relegati ad elementi decorativi in cucina, oggi sono richiestissimi sui mercati con un balzo dei consumi dal 2014 ad oggi del +30%. La quasi totalità della produzione italiana si concentra in Puglia (dove si trova circa il 60% della superficie coltivata).

«Il succo di agrumi e melegrane - aggiunge Muraglia - sono i migliori rimedi naturali contro le malattie stagionali. Dato che ad essere i più colpiti sono proprio i bambini, sane e corrette abitudini alimentari devono diffondersi nelle famiglie che già hanno aumentato il ricorso alle vaschette di frutta già tagliata e sbucciata, pronta all'uso senza doversi "sporcare le mani" e da gustare come snack rompi-digiuno durante la giornata o come risparmia-tempo. Tutti gli agrumi sono ricchi di vitamine, innanzi tutto quelle dei gruppi C e P» conclude il presidente Muraglia.

Nella dieta non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l'organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. Per la frutta di grande importanza per il grande contenuto di vitamina C, è il consumo di frutta di stagione come i kiwi, clementine e arance rigorosamente italiane per evitare che i trasporti ne riducano il contenuto vitaminico. Va anche ricordato che in un soggetto normale l'assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8 - 1,3 grammi di proteine per chilo di peso corporeo, per cui una buona dose di carne nella dieta non può fare che bene.
  • Coldiretti
  • coldiretti puglia
  • Influenza
Altri contenuti a tema
Grano solo made in Puglia? In tre mesi aumentata del 50% l'importazione dall'estero Grano solo made in Puglia? In tre mesi aumentata del 50% l'importazione dall'estero Coldiretti: "Serve più trasparenza e una riscoperta anche di grani antichi"
Etichetta made in Italy su salumi Etichetta made in Italy su salumi Coldiretti Puglia: "Una vittoria, lo ha chiesto il 93 per cento degli italiani"
Contenimento Xylella in provincia di Bari, arrivano 10 milioni per il monitoraggio Contenimento Xylella in provincia di Bari, arrivano 10 milioni per il monitoraggio I fondi provengono dal piano rigenerazione olivicola. Solo nell'area infetta risultano contaminati 183mila ettari di terreno
Fauna selvatica, in Puglia trecento incidenti in un anno Fauna selvatica, in Puglia trecento incidenti in un anno Si tratta soprattutto di cinghiali, ma anche i lupi segnalati a Mercadante
Cementificazione e abbandono della terra, in Puglia a rischio il 57% della superficie disponibile Cementificazione e abbandono della terra, in Puglia a rischio il 57% della superficie disponibile Secondo Coldiretti restano ancora 162mila ettari mentre abbiamo già perso un quarto delle campagne
Apertura centri estivi, ok anche per le masserie didattiche Apertura centri estivi, ok anche per le masserie didattiche Occhio ad organizzarsi per tempo con il bonus baby sitter
La primavera "pazza" distrugge l'agricoltura, Coldiretti Puglia: «Raccolti compromessi» La primavera "pazza" distrugge l'agricoltura, Coldiretti Puglia: «Raccolti compromessi» L'associazione di categoria: «La gravità dei cambiamenti atmosferici ha peggiorato la crisi dovuta al Covid»
Clima impazzito, milioni di euro di danni all'agricoltura in Puglia Clima impazzito, milioni di euro di danni all'agricoltura in Puglia Verificata la perdita di più di un frutto su tre, con il crollo dei raccolti fino al 90% delle ciliegie primizie e della ‘Ferrovia
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.