porto di Bari
porto di Bari
Cronaca

Porto di Bari, fermo per due navi da parte della Guardia Costiera

Si tratta della nave portarinfuse denominata “LODESTAR PACIFIC” e del traghetto “ST DAMIAN”,  entrambe unità battenti bandiera panamense

Nell'ambito dell'attività finalizzata alla salvaguardia della vita umana in mare e alla tutela dell'ambiente marino e costiero, il personale della Guardia Costiera di Bari del "Nucleo Port State Control (PSC)", ha adottato negli ultimi due giorni un provvedimento di fermo nei confronti della nave portarinfuse denominata "LODESTAR PACIFIC" e del traghetto "ST DAMIAN", entrambe unità battenti bandiera panamense.

Il provvedimento di fermo nei confronti della "bulk carrier" è stato adottato in quanto l'unità, successivamente ad una ispezione effettuata dagli ispettori PSC, è risultata priva dello "Statement of Compliance" relativo al Reg. (EU) n. 1257/2013 (riciclaggio delle navi). Il Regolamento europeo, entrato in vigore il 31 dicembre 2018, dispone, infatti, che il naviglio mercantile che approda nei porti comunitari sia in possesso di un'appropriata certificazione che riconosce tutti i materiali pericolosi (hazardous materials) impiegati nella costruzione della nave, ai fini di un corretto riciclo della stessa al termine del suo ciclo di vita. Al Comandante della nave, in solido con l'armatore, è stata, inoltre, comminata una sanzione amministrativa di 10 mila euro.

L'unità RO/RO Passeggeri ST, DAMIAN, è arrivata da pochi giorni a Bari per essere impiegata sulla nuova linea di collegamento Bari – Valona (Albania). In questo caso è prevista dalla Direttiva (UE) 2017/2110 una visita di pre-avvio da parte dell'Autorità Marittima italiana, e proprio a seguito di questa attività ispettiva sono emerse diverse carenze relative sia alla sicurezza della navigazione (leva di accelerazione di una imbarcazione di salvataggio bloccata – un ombrinale di deflusso delle acque in garage ostruito – informazioni di emergenza per i passeggeri assenti in alcune cabine e in alcuni punti di riunione – griglie di aerazione del fumaiolo bloccate), che alla tutela dell'ambiente marino (impianto di trattamento delle acque nere di bordo risultato non operativo).

Al momento le unità sono ferme nel porto di Bari in attesa dei controlli da parte degli ispettori dei Registri di Classifica responsabili del rilascio della certificazione di sicurezza e dello Stato di Bandiera (Panama), e potranno ripartire solo dopo aver posto rimedio alle carenze accertate.

L'attività ispettiva di Port State Control e di Flag State Control, quest'ultima relativa al naviglio nazionale, vede costantemente impegnata la Guardia Costiera, vigilando e verificando che le unità che scalano i porti italiani siano in regola con le vigenti normative in materia di sicurezza della navigazione.

Nell'anno in corso sono state ben 9 le navi sottoposte a detenzione nei porti pugliesi della giurisdizione della Direzione marittima di Bari.
  • Guardia Costiera
  • Porto di Bari
Altri contenuti a tema
Operazione ASIA della Guardia Costiera, in un ristorante sushi di Bari trovato pesce congelato e prodotti ittici scaduti Operazione ASIA della Guardia Costiera, in un ristorante sushi di Bari trovato pesce congelato e prodotti ittici scaduti In totale una tonnellata di prodotto ittico sequestrato per 50 mila euro di sanzioni, oltre alla denuncia all’autorità giudiziaria di 6 soggetti per fatti penalmente rilevanti
Bari, tampone a terra e l'ingresso nella 'bolla sociale': ecco come ripartono le crociere Bari, tampone a terra e l'ingresso nella 'bolla sociale': ecco come ripartono le crociere Prima tappa nel capoluogo pugliese della MSC Splendida, una tra le navi più moderne e tecnologicamente avanzate della flotta
Opere abusive nel Parco di Costa Ripagnola, sequestrata un'area di 14mila metri quadri Opere abusive nel Parco di Costa Ripagnola, sequestrata un'area di 14mila metri quadri La Guardia Costiera ha proceduto in seguito al precedente sequestro avvenuto lo scorso marzo in località "Pietra Egea"
Bari, la denuncia: «Richiesta di asilo negata a 6 stranieri al porto» Bari, la denuncia: «Richiesta di asilo negata a 6 stranieri al porto» Asgi: «Hanno riferito di essere stati costretti con la forza a salire sul traghetto che li avrebbe portati in Grecia»
Sicurezza in mare, ecco il nuovo spot della Guardia Costiera Sicurezza in mare, ecco il nuovo spot della Guardia Costiera Obiettivo richiamare l’attenzione del grande pubblico sul numero per le emergenze in mare “1530”
Bari, scoperti con 30 dosi di vaccino Astrazeneca su una nave diretta in Albania Bari, scoperti con 30 dosi di vaccino Astrazeneca su una nave diretta in Albania Denunciati due cittadini tedeschi di nazionalità iraniana
Monopoli, sequestrati uno specchio d'acqua di 100 mq e due mezzi. Rischio inquinamento Monopoli, sequestrati uno specchio d'acqua di 100 mq e due mezzi. Rischio inquinamento L'operazione si è resa necessaria allo scopo di bloccare il getto pericoloso in mare di materiale calcareo misto di cava
B&B abusivo e strutture in area a vincolo paesaggistico, quattro indagati in provincia di Bari B&B abusivo e strutture in area a vincolo paesaggistico, quattro indagati in provincia di Bari Il sequestro sul litorale a sud di Bari, e più precisamente in località "Pietra Egea" del Comune di Polignano a Mare, di un terreno di circa 13.000 metri quadri
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.