L'officina abusiva
L'officina abusiva
Cronaca

Officina abusiva in casa, denunciato "meccanico" di Turi

Il lavoro veniva svolto nel garage, sequestrati anche 1300 litri di gasolio detenuto illegalmente

Nel garage di casa di circa 50 metri quadri aveva attrezzato una officina meccanica con tutto il necessario per le riparazioni meccaniche, compreso un ponte sollevatore idraulico per auto, senza alcuna autorizzazione commerciale e/o amministrativa, priva della documentazione contabile e fiscale prevista per l'esercizio dell'attività di impresa.

I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell'ambito dei controlli a contrasto del sommerso d'azienda e dei traffici illeciti, l'hanno scoperta in quanto insospettiti dalla frequente presenza nelle vicinanze di alcune autovetture con il vano motore aperto.

L'attività di controllo è proseguita presso l'abitazione del meccanico e si è conclusa con la scoperta di oltre 1.300 litri di gasolio agricolo agevolato detenuto illecitamente per riscaldamento domestico. Il prodotto petrolifero era in gran parte stoccato in una cisterna metallica del vano caldaia mentre la restante parte era contenuto in una trentina di taniche riposte sul lastrico solare dell'abitazione in assenza di qualsivoglia precauzione antincendio.

Infine, sono state rinvenute altre 46 taniche vuote della capacita di 25/30 litri cadauno che hanno permesso di accertare un quantitativo di gasolio agricolo agevolato consumato in frode pari a 1.275 litri. Il gasolio è stato sottoposto a sequestro penale e tutta la strumentazione rinvenuta (banchi da lavoro, attrezzi vari, compressori, ecc.) è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Il meccanico è stato denunciato a piede libero all'Autorità giudiziaria per contrabbando di prodotti energetici, illecito stoccaggio di prodotti infiammabili e/o esplodenti e segnalato alla competente Camera di Commercio di Bari per l'irrogazione delle previste sanzioni amministrative per l'esercizio abusivo di autoriparatore che vanno da 5.164,00 euro a 15.493,00 euro.

Seguiranno accertamenti, anche di natura fiscale, per la quantificazione del volume d'affari sottratto al fisco oltre al recupero delle accise sul carburante di contrabbando.
  • Guardia di Finanza
Altri contenuti a tema
Libertà, nascondeva le sigarette di contrabbando nel biliardino. Denunciato Libertà, nascondeva le sigarette di contrabbando nel biliardino. Denunciato I finanzieri hanno sequestrato oltre 10 chilogrammi di tabacchi lavorati d'importazione illegale
Retata sul molo San Nicola, sequestrato pesce mal conservato. Multe per 33mila euro Retata sul molo San Nicola, sequestrato pesce mal conservato. Multe per 33mila euro Operazione coordinata dalla Questura contro la vendita di prodotti ittici non tracciabili. Decaro: «Condizioni igieniche non si barattano»
Controlli anti contraffazione nelle province Bari e Bat, sequestrati 10mila articolo Controlli anti contraffazione nelle province Bari e Bat, sequestrati 10mila articolo Sono otto i soggetti denunciati dalla Guardia di finanza, nove le sanzioni amministrative elevate
San Pasquale, sorpreso a cedere dosi di marijuana. Arrestato San Pasquale, sorpreso a cedere dosi di marijuana. Arrestato Nella sua abitazione di Japigia il pusher aveva altre sostanze stupefacenti e oltre 7mila euro in contanti
Putignano, vendeva illegalmente gasolio. Denunciato titolare di un'autorimessa Putignano, vendeva illegalmente gasolio. Denunciato titolare di un'autorimessa In corso gli accertamenti dei finanzieri per quantificare le accise evase dal carburante di contrabbando
Educatrici sottopagate, arrestato gestore di asili nelle province di Bari e Brindisi Educatrici sottopagate, arrestato gestore di asili nelle province di Bari e Brindisi L'uomo corrispondeva alle lavoratrici cifre inferiori del 40 percento rispetto al contratto. Sue le due strutture sequestrate a Valenzano nel 2018
Scarpe e borse contraffatte al mercato di Altamura, scattano i sequestri Scarpe e borse contraffatte al mercato di Altamura, scattano i sequestri La Guardia di Finanza ha intensificato l'attività anche per tutelare al massimo l'utenza
Cala Ponte di Polignano nel mirino della Finanza. Perquisita anche la Popolare di Bari Cala Ponte di Polignano nel mirino della Finanza. Perquisita anche la Popolare di Bari Nei guai i quattro imprenditori della famiglia Fusillo, che dovranno rispondere del reato di bancarotta fraudolenta
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.