Inceneritore
Inceneritore
Territorio

No all'inceneritore Newo, giovedì mattina manifestazione in via Capruzzi

Appuntamento presso il Consiglio Regionale, Borraccino (SI): «Tali strutture non risolvono il problema dei rifiuti e danneggiano la salute»

Il fronte del No all'inceneritore Newo è sempre più ampio, nonostante la Regione stia continuando per la sua strada. E dopo le diverse posizioni sempre negative espresse sia dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, che da quello di Modugno, Nicola Magrone, giovedì mattina le diverse entità facenti parti del fronte del no si danno appuntamento al Consiglio Regionale in via Capruzzi per protestare proprio contro la costruzione dell'impianto, e contro il muro che la Regione sembra aver posto. Si unisce alla protesta anche il consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali, Mino Borraccino, che ha diffuso oggi una nota in merito.

«Alla mobilitazione delle associazioni ambientaliste di Bari, Bitetto, Modugno e Palo del Colle - dichiara Borraccino - che il 25 gennaio prossimo manifesteranno pacificamente sotto la sede del Consiglio Regionale, va l'adesione convinta mia personale e di Sinistra Italiana/Liberi e Uguali. La politica degli inceneritori, che ha caratterizzato la Destra pugliese e che abbiamo combattuto in passato, non può essere resuscitata dalle scelte di Emiliano. Questo sembra di capire, dopo l'autorizzazione della Regione Puglia all'impianto per il coinceneritore per rifiuti pericolosi e non, rilasciato alla società Newo nella zona industriale di Bari».

«Un provvedimento - sottolinea - assunto nonostante i pareri negativi dei Sindaci del territorio. Invece di incoraggiare la raccolta differenziata dei rifiuti, che dovrebbe caratterizzare il nuovo Piano regionale, si procede per la strada più facile, quella degli inceneritori, trascurando gli effetti dannosi per la salute che essi producono e non tenendo conto delle perplessità chiaramente espresse dall'ARPA».

«E' una strada senza prospettive - conclude Borraccino - senza consenso e senza buon senso. Raccoglieremo, quindi, le ragioni dei territori interessati e chiederemo al Governo regionale di rivedere queste scelte dannose per le comunità interessate e per la Puglia».
  • ambiente
  • Amiu
Altri contenuti a tema
Il nuovo centro comunale di raccolta rifiuti sorgerà il largo Pacha, la giunta approva Il nuovo centro comunale di raccolta rifiuti sorgerà il largo Pacha, la giunta approva L'area di 3mila metri quadri, attualmente destinata a parcheggio pubblico, verrà riconvertita con deposito zonale
"Bari di notte", la pulizia delle strade arriva nei pressi delle scuole. Tutti i divieti "Bari di notte", la pulizia delle strade arriva nei pressi delle scuole. Tutti i divieti Gli interventi straordinari da parte di Amiu andranno avanti dal 7 al 20 settembre
Amiu, assunti i primi 37 autisti vincitori del concorso a Bari Amiu, assunti i primi 37 autisti vincitori del concorso a Bari Per la sede di Bari è prevista l'immissione di un totale di 160 addetti
Trattamento dell'organico, a Bari il primo impianto pubblico per la chiusura del ciclo rifiuti Trattamento dell'organico, a Bari il primo impianto pubblico per la chiusura del ciclo rifiuti Oggi il sopralluogo. Decaro: «Con i risparmi puntiamo a ridurre la tariffa Tari per i cittadini»
"Bari di notte", partito da Palese il lavaggio straordinario delle strade "Bari di notte", partito da Palese il lavaggio straordinario delle strade Le operazioni andranno avanti in tutta la città fino al prossimo 6 settembre
Differenziata porta a porta, quartiere San Paolo verso il completamento. Distribuiti i kit Differenziata porta a porta, quartiere San Paolo verso il completamento. Distribuiti i kit Il servizio partirà dal prossimo 3 ottobre. Pronti a essere eliminati circa 500 cassonetti stradali
Lavaggio straordinario di strade e marciapiedi, parte lunedì il programma "Bari di notte" Lavaggio straordinario di strade e marciapiedi, parte lunedì il programma "Bari di notte" Decaro: «Chiediamo a tutti i baresi la massima collaborazione. Toccheranno le strade e le piazze più frequentate»
A Bari scatta il piano anti zanzare, al via gli interventi straordinari A Bari scatta il piano anti zanzare, al via gli interventi straordinari Il programma è stato predisposto per far fronte a una situazione anomala e imprevedibile
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.