Il relatore
Il relatore
Eventi e cultura

Memoria storica delle Marina Militare, a Bari il ricordo dell'Impresa di Alessandria

Intervista allo scrittore e relatore Michele Fiorentino

Una nuova pagina di storia del passato della gloriosa Marina Militare Italiana sarà il contenuto di un incontro dal titolo "L'impresa di Alessandria - 19 Dicembre 1941" che si terrà a Bari giovedì 2 dicembre alle 17 nella sede dell'associazione Nastro Verde e associazione Mauriziana.

Un'occasione per scoprire accadimenti storici di rilevanza nazionale e non solo. I saluti di benvenuto e l'intervento di presentazione dell'iniziativa saranno a cura dell'Ammiraglio (R) Michele Dammicco, presidente dell'associazione Nastro Verde di Bari, mentre il relatore Michele Fiorentino, studioso e scrittore, 1 ^ Luogotenente (R) della Marina Militare, curerà la conferenza storica. L'incontro tratterà dell'eroica azione degli uomini della X^ Flottiglia Mas. Per saperne di più e dare qualche cenno sull'iniziativa che racconterà un'importante pagina di storia della Regia Marina abbiamo posto qualche domanda allo studioso originario di Giovinazzo, sempre alla ricerca attenta di documenti da diffondere con il preciso obiettivo di non dimenticare, oltre che valorizzare, la storia passata.

LA NOSTRA INTERVISTA ALLO SCRITTORE E RELATORE MICHELE FIORENTINO

Che cosa ricorda la celebre impresa di Alessandria?

«L'impresa di Alessandria avvenuta il 18 e 19 dicembre 1941 rievoca l'incursione da parte dei mezzi subacquei SLC ( siluri a lenta corsa) denominati con il nomignolo " Maiali" effettuata dagli Operatori Subacquei appartenenti alla Flottiglia X MAS. I tre equipaggi violarono le ostruzioni del porto e collocarono le testate esplosive sotto le catene delle unità nemiche ; affondarono le Corazzate Valiant, Queen Elisabeth e la Petroliera Sagona».

Quale sarà il punto rilevante su cui lei soffermerà l'attenzione?

«Questa azione rappresenta lo spirito combattivo degli Italiani e la loro grande audacia e professionalità che tutt'oggi viene rappresentato dal Reparto Consubin-Incursori e dalla Componente Sommergibili della Marina Militare».

Da queste pagine di storia intrise di racconti emergono la dedizione e lo spirito di sacrificio degli uomini della marina militare. Gli accadimenti storici dei quali si racconterà nell'incontro hanno una valenza civile e sociale. Quali esempi di impegno e dovere emergono da questo avvenimento?.

«Consapevoli di andare incontro alla morte, nello spirito di questi grandi ma semplici uomini di mare, emergeva un sentito attaccamento al dovere e di amor proprio verso la Patria. Si trattava di gente umile, militari di carriera che con atti di estremo coraggio hanno lottato a volte in scontri impari per nobili valori che hanno contribuito alla crescita dei valori della nostra Nazione, distrutta e divisa dal secondo conflitto mondiale. Ecco il perché le loro gesta vanno ricordate e trasmesse alle future generazioni».

  • Marina Militare
Altri contenuti a tema
L'anello non si sfila? Noi te lo togliamo con la tronchesina L'anello non si sfila? Noi te lo togliamo con la tronchesina Una 28enne barese militare a La Maddalena denuncia i suoi superiori: "Una sofferenza allucinante"
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.