Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Mascherine, turni a mensa e distanziamento: così ripartono le scuole a settembre

Il Ministero dell'Istruzione ha recepito il documento prodotto dal Comitato tecnico scientifico. Gel igienizzanti in più punti dell'istituto

Elezioni Regionali 2020
Le scuole in tutta Italia riapriranno a settembre, con regole ben precise per limitare al minimo il rischio di contagio da Covid-19. Ieri il Ministero dell'Istruzione ha recepito il documento di indirizzo prodotto dal Comitato tecnico scientifico per disciplinare il rientro, progressivo e graduale, fra i banchi per il prossimo anno scolastico.

Le linee guida prevedono come presupposto fondamentale il distanziamento di almeno un metro fra la popolazione delle aule, considerando anche lo spazio necessario per il movimento. Per garantire la distanza nelle aule si provvederà a una riorganizzazione degli spazi interna: banchi, laboratori, aula magna, nei teatri scolastici. Il distanziamento sale a due metri per le attività svolte in palestra.

Resta garantita la possibilità di consumare il pasto a scuola, senza però dover rinunciare al distanziamento sociale. Si va, anche qui, verso una riorganizzazione degli spazi e dei tempi di fruizione con l'adozione di una turnazione per il servizio mensa. Sarà prevista, in caso di necessità, un'eventuale fornitura del pasto in "lunch box" per il consumo in classe.

Le attività di pulizia degli ambienti, poi, dovranno essere effettuate con cadenza quotidiana. Saranno installati dispenser contenenti prodotti igienizzanti per le mani in più punti della scuola, e durante le attività sarà necessario indossare la mascherina, ma non sono necessari altri dispositivi. Gli alunni sopra i 6 anni dovranno indossare il dispositivo di protezione facciale durante tutto il periodo di permanenza nei locali scolastici, tranne che per l'attività fisica, per il pasto o le interrogazioni, come già accadrà per gli gli studenti che dal 17 giugno dovranno sostenere gli esami di maturità. Gli alunni della scuola dell'infanzia non dovranno indossare la mascherina, in ossequio a quanto previsto per i minori di 6 anni.

Assembramenti il più possibile limitate nelle aree comuni: si preferiranno gli spazi esterni per la ricreazione, le attività motorie o per attività didattiche particolari e programmate. Ridotta al minimo anche la presenza dei genitori all'interno degli istituti.

Saranno adottati tutti i possibili accorgimenti organizzativi per differenziare l'ingresso e l'uscita dei ragazzi, attraverso uno scaglionamento orario o aprendo tutte le vie di accesso dell'edificio scolastico.

All'ingresso della scuola non sarà necessaria la rilevazione della temperatura corporea, ma sarà fondamentale per ridurre il contagio restare a casa per chiunque presenti una sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5 gradi.

Ciascun plesso scolastico elaborerà una mappatura e riorganizzazione dei propri spazi in rapporto al numero di alunni e alla consistenza del personale, così da garantire quanto più possibile la didattica in presenza, anche avvalendosi di spazi in più grazie a collaborazioni con i territori e gli Enti locali. Prima della riapertura della scuola sarà prevista una pulizia approfondita di tutti gli spazi.

Potranno essere organizzate apposite esercitazioni per tutto il personale della scuola, per prendere entrare "in confidenza" con le nuove misure di contenimento del contagio.

  • Scuola
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, in Puglia zero nuovi casi e un decesso Coronavirus, in Puglia zero nuovi casi e un decesso Sono 3926 i pazienti guariti e 68 sono i casi attualmente positivi in regione. I ricoverati scendono a 10
Provincia di Bari, Triggiano è covid free Provincia di Bari, Triggiano è covid free Donatelli:"Non sappiamo cosa ci riserva il futuro, manteniamo saldo il nostro senso di responsabilità".
Coronavirus, doppio zero in Puglia. Nessun nuovo caso e nessun decesso Coronavirus, doppio zero in Puglia. Nessun nuovo caso e nessun decesso I guariti sono arrivati a quota 3.924, mentre i positivi restano 71. I ricoverati sono ancora 12 ma nessuno grave
Coronavirus, c'è un nuovo positivo in provincia di Bari Coronavirus, c'è un nuovo positivo in provincia di Bari Non si registrano decessi, mentre i guariti diventano 3.924, gli attuali casi 71 e i ricoverati sono 12
Covid-19, si va verso la proroga al 31 dicembre dello stato di emergenza Covid-19, si va verso la proroga al 31 dicembre dello stato di emergenza Il premier Conte: «Decisione che dovrà essere presa dal Consiglio dei ministri. Teniamo il virus sotto controllo»
Coronavirus, 4 nuovi casi in Puglia. Tre di loro sono una famiglia rientrata dal Brasile Coronavirus, 4 nuovi casi in Puglia. Tre di loro sono una famiglia rientrata dal Brasile Non si registrano decessi, e gli attuali positivi sono 72 di cui 13 ricoverati e 59 in isolamento domiciliare
Duemila euro per autonomi e liberi professionisti, in Puglia arriva START Duemila euro per autonomi e liberi professionisti, in Puglia arriva START Come funziona e chi può accedere alla sovvenzione una tantum della Regione, si parte il 15 luglio
Nuovi anticorpi per la terapia del Covid, ecco lo studio tutto barese Nuovi anticorpi per la terapia del Covid, ecco lo studio tutto barese È stato presentato da un team dell'Università di Bari e potrebbe essere una svolta nella cura della malattia
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.