C CC B A A A BAFCCA EEDD
C CC B A A A BAFCCA EEDD
Cronaca

Interravano rifiuti nelle campagne: un arresto e 14 indagati

I rifiuti provenivano da quattro aziende che avrebbero risparmiato circa 100mila euro sui costi di smaltimento dei materiali

Nelle prime ore della mattinata odierna in Adelfia, i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, al termine di articolate indagini, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare per l'applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari a carico di un imprenditore per il delitto di cui all'art. 452 bis c.p. L'attività di indagine, originata da un esposto, è proseguita in relazione ad illecite attività di smaltimento rifiuti, in prevalenza di natura edile, presso un'area privata sita in Adelfia.

Gli accertamenti, esperiti dagli investigatori anche mediante attività tecnica attuata con videosorveglianza dei luoghi e con intercettazioni di conversazioni, hanno permesso di acclarare la consumazione deli delitto di inquinamento ambientale introdotto dalla riforma del 2015 in cui i 14 indagati, a vario titolo, interravano ingenti quantitativi di rifiuti speciali di varia tipologia, costituiti perlopiù da inerti da demolizione, di natura sconosciuta, a cui spesso veniva appiccato il fuoco, per poi sotterrarli direttamente, al fine - altresì - di innalzare il "piano campagna" di un' area depressa, destinata ad uso agricolo con l'intenzione di costruire un parcheggio, abusivo, in totale assenza di permessi.

Tali inerti, smaltiti mediante tombamento, provenivano da almeno altre 4 aziende, i cui titolari, beneficiando del "servizio offerto" riuscivano ad evitare i costi di smaltimento e le lavorazioni che avrebbero reso i materiali innocui per l'ambiente e, per la maggior parte, riutilizzabili. La quantificazione dei soli costi di smaltimento "risparmiati" dagli imprenditori ammonta a circa 100.000 euro, senza considerare l'ingente danno ambientale che ha causato l'inquinamento del terreno che verrà successivamente quantificato.

I conferimenti, protrattisi per quasi tutto l'anno 2020 hanno comportato lo smaltimento illecito di circa 120 tonnellate di rifiuti speciali, anche pericolosi.

Nel corso delle operazioni i militari del NOE Carabinieri di Bari hanno anche sottoposto a sequestro l'area oggetto del tombamento, dell'estensione di circa 15.000 mq, ed i 7 automezzi utilizzati per gli illeciti conferimenti.
  • Carabinieri
  • Rifiuti
  • Bari
Altri contenuti a tema
Nascondono 12 chili di marijuana in casa: in manette due ragazzi Nascondono 12 chili di marijuana in casa: in manette due ragazzi I due hanno cercato di impedire l'ingresso dei carabinieri nell'abitazione chiamando subito il legale di fiducia
Auto rubata a maggio, arrestati due uomini a Bari Auto rubata a maggio, arrestati due uomini a Bari Entrambi del quartiere Libertà erano stati sorpresi a rovistare uno zaino la notte dell'evento
Bari, partita la potatura degli alberi nel quartiere Libertà Bari, partita la potatura degli alberi nel quartiere Libertà I lavori interesseranno circa 80 esemplari molto grandi che richiedono un'attenzione particolare. Gli interventi dureranno tutto il mese di dicembre
Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne L'episodio risale al 2015. L'uomo esplose colpi di pistola durante una festa privata in una villa ad Altamura
Covid e scuola, 61 casi positivi nell'ultima settimana a Bari Covid e scuola, 61 casi positivi nell'ultima settimana a Bari Il virus continua a circolare in maniera contenuta
Furti di energia elettrica, un arresto e una denuncia nel quartiere San Pasquale Furti di energia elettrica, un arresto e una denuncia nel quartiere San Pasquale I militari hanno trovato 12 dosi di cocaina nell'abitazione del 61enne arrestato
Bari, sindaci e associazioni contro la riapertura della discarica Martucci Bari, sindaci e associazioni contro la riapertura della discarica Martucci Protesta davanti al Kursaal Santalucia, chiesto un incontro con il governatore Emiliano
Nascondeva piante di cannabis nel ripostiglio, arrestato 26enne Nascondeva piante di cannabis nel ripostiglio, arrestato 26enne Il giovane aveva adibito una vera e propria serra all'interno della sua abitazione
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.