Inceneritore
Inceneritore
Territorio

Inceneritore Newo, se ne discute in Regione il prossimo 7 marzo

Audizione in V commissione dell'assessore all'ambiente e del dirigente al ramo, per l'esame dell'iter autorizzativo

Si svolgerà mercoledì 7 marzo alle ore 12:00 presso la sala Guaccero sita al secondo piano del palazzo del Consiglio regionale, l'audizione dell'assessore all'ambiente e del dirigente al ramo, per l'esame dell'iter autorizzativo dell'impianto Newo spa sito nella zona industriale di Bari-Modugno.

«L'iniziativa è stata presa da noi di Sinistra Italiana/Liberi e Uguali - dichiara Mino Borraccino - al fine di acquisire tutte le informazioni utili a conoscere lo stato dei fatti di questo impianto, per il quale siamo nettamente contrari alla realizzazione. Occorre fare chiarezza sulla vicenda, affinché si possano intraprendere gli opportuni provvedimenti. In particolare è importante riaprire il procedimento di Via e Aia per la realizzazione dell' impianto di trattamento e coincenerimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, alla luce dei nuovi fatti e trovare il modo di revocare in autotutela l'autorizzazione».

«Liberi e Uguali non condivide la realizzazione dell'inceneritore di rifiuti tra Bari e Modugno - sottolinea il consigliere regionale - come di nessun altro luogo della nostra bella Puglia, per non compromettere gli equilibri ambientali dei nostri territori. Per Liberi E Uguali la gestione dei rifiuti non può essere affidata a questi inceneritori, che possono determinare un impatto negativo sull'ambiente, sulla salute dei cittadini oltre che sui fattori socio economici. Occorre investire seriamente sulla raccolta differenziata, da incentivare in tutti i nostri comuni».

«Serve arrivare al più presto la chiusura del ciclo dei rifiuti con la costruzione di impianti di compostaggio aerobico - conclude - e impianti per il recupero di materia dal secco residuo ed attivare quell'economia circolare che rappresenta l'unica risposta efficace e rispettosa dell'ambiente e della salute».
  • Regione Puglia
  • inceneritore newo
Altri contenuti a tema
Punta Perotti, Comune di Bari e Regione Puglia condannati a risarcire costruttori Punta Perotti, Comune di Bari e Regione Puglia condannati a risarcire costruttori La Corte d'Appello ha però considerevolmente ridotto il pagamento: dai 540 milioni richiesti a 8,7
Covid, stop alla fabbrica pubblica di mascherine nella zona industriale di Bari Covid, stop alla fabbrica pubblica di mascherine nella zona industriale di Bari Oggi scade oggi il contratto fra Regione Puglia e la società che, in questo periodo, ha occupato dieci dipendenti
Un'estate di eventi e sport in Puglia, i riflettori della Tv nazionale sulla nostra regione Un'estate di eventi e sport in Puglia, i riflettori della Tv nazionale sulla nostra regione Dopo lo spettacolo a Melpignano con la "Notte della taranta", stasera a Polignano omaggio a Domenico Modugno che andrà su Rai Uno
Lutto in Regione Puglia, addio al dirigente Enrico Campanile Lutto in Regione Puglia, addio al dirigente Enrico Campanile Emiliano: «Una perdita umana e professionale gravissima per una persona insostituibile»
Ok all'inceneritore dal Consiglio di Stato, il Comitato: ​«Brutto scivolone» Ok all'inceneritore dal Consiglio di Stato, il Comitato: ​«Brutto scivolone» Da capire cosa sarà possibile fare ora per impedire la realizzazione dell'impianto ritenuto inquinante
Regione Puglia e ARIF, progettualità per la sesta provincia Regione Puglia e ARIF, progettualità per la sesta provincia Il punto con il direttore generale ARIF Ferraro e il capogruppo PD Puglia Caracciolo
Nel Puglia Village c’è la Spring Black Week Nel Puglia Village c’è la Spring Black Week Dal 27 al 30 maggio la promozione per rinnovare il guardaroba estivo è solo nella Land of Fashion di Molfetta
Un pugliese su tre va dallo psicologo: presentato a Bari il sondaggio regionale Un pugliese su tre va dallo psicologo: presentato a Bari il sondaggio regionale Gesualdo: “Sono dati che testimoniano la centralità della figura dello psicologo rispetto al periodo critico che stiamo vivendo”
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.