gilet arancioni
gilet arancioni
Scuola e Lavoro

Gilet arancioni, continua la protesta. Il 14 febbraio dalla Puglia si sposta a Roma

Riesplode l'agitazione degli agricoltori dopo il flop del Decreto legge "Semplificazioni"

Gilet arancioni, gli agricoltori pugliesi, ancora sul piede di guerra nei confronti delle istituzioni. I loro trattori scaldano i motori per riprendere la marcia di protesta, stavolta in direzione Roma: il 14 febbraio, giorno di San Valentino, le organizzazioni agricole che hanno fondato questo libero movimento – Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi Agricoltori - daranno vita ad una grande manifestazione di protesta, insieme ai sindacati degli operai e ai Sindaci, contro il governo, disattento alle richieste degli agricoltori del sud, per sensibilizzare l'approvazione di misure vere in favore dell'olivicoltura pugliese ed italiana, massacrata da calamità naturali senza precedenti.

A precedere la grande mobilitazione degli agricoltori pugliesi ci saranno presidi fissi in diversi Comuni della Puglia. È quanto stabilito durante l'assemblea che ha visto la partecipazione di oltre 500 agricoltori.

«Siamo una fabbrica a cielo aperto, la più importante in Puglia ed in Italia, non arretriamo nemmeno di un millimetro: è una questione di dignità - spiega il portavoce dei Gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli. La data della manifestazione è simbolica: il giorno di San Valentino rinnoviamo la promessa d'amore alla nostra terra».

Da lunedì 4 febbraio, infatti, partirà una settimana dedicata alle assemblee nelle città olivicole più rilevanti della Regione, da Cerignola a Leuca. Nei vari consessi verranno anche pianificati i percorsi che seguiranno i trattori che partendo da ogni angolo della Puglia arriveranno a Roma il 14 febbraio. Sono in programma anche diversi incontri con gli olivicoltori delle altre regioni italiane che in massa stanno manifestando solidarietà e sostegno al movimento pugliese

«Il 14 febbraio sarà mobilitazione nazionale, bisogna salvare realmente l'olivicoltura italiana - conclude Spagnoletti Zeuli. Serve un decreto con risorse reali ed una serie di interventi per rilanciare uno dei settori più importanti dell'agricoltura italiana».
  • Protesta
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
Patto per la Puglia olivicola, il ministro Centinaio incontra i gilet arancioni in prefettura Patto per la Puglia olivicola, il ministro Centinaio incontra i gilet arancioni in prefettura Gli agricoltori hanno presentato un documento di dieci punti per risolvere la crisi Xylella e gelate 2018
Decreto legge emergenze, il ministro Centinaio a Bari Decreto legge emergenze, il ministro Centinaio a Bari Appuntamento domani mattina in Prefettura, incontrerà una delegazione dei Gilet Arancioni e Coldiretti Puglia
Roma si colora di arancione, la protesta della Puglia raccontata in diretta Roma si colora di arancione, la protesta della Puglia raccontata in diretta La giornata dell'orgoglio pugliese a Montecitorio
Agricoltura pugliese in subbuglio, le risposte di Di Gioia Agricoltura pugliese in subbuglio, le risposte di Di Gioia Xylella, comparto vivaistico e risarcimento per le gelate i temi affrontati
Bari, protesta dei pescatori in piazza Prefettura Bari, protesta dei pescatori in piazza Prefettura Dopo gli agricoltori ora è la volta del comparto pesca contro norme Ue e caro gasolio
Proteste gilet arancioni, Centinaio promette: "Da domani piano Olivicolo nazionale" Proteste gilet arancioni, Centinaio promette: "Da domani piano Olivicolo nazionale" I manifestanti che da Bari si sono spostati a Roma chiedono la declaratoria di calamità atmosferica, fondi per compensare le perdite e defiscalizzazione in un settore in ginocchio
In diretta l'incontro tra il presidente Emiliano e i gilet arancioni In diretta l'incontro tra il presidente Emiliano e i gilet arancioni Il governatore a colloquio con i manifestanti
A Bari la protesta di 3.000 gilet arancioni: «Chiediamo aiuti per gelate e Xylella» A Bari la protesta di 3.000 gilet arancioni: «Chiediamo aiuti per gelate e Xylella» Le associazioni: «Nessun provvedimento contro la crisi». Gentile (Pd): «Politica regionale si adoperi per emergenza economica del Sud»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.