Agricoltura
Agricoltura
Territorio

CIA Puglia: “Noi non ci fermiamo”, a Bari si riunisce la Puglia degli agricoltori

Il prossimo 26 gennaio un incontro-assemblea sulle principali emergenze

"Noi non ci fermiamo e non ci fermeremo fino a che gli agricoltori e la nostra agricoltura non avranno risposte su tutte le questioni che abbiamo messo in evidenza lo scorso 8 gennaio, durante la conferenza stampa sulle emergenze ancora insolute da cui dipendono il presente e il futuro del comparto primario". È Gennaro Sicolo, presidente di CIA Puglia e vicepresidente nazionale di CIA Agricoltori Italiani, ad annunciare con queste parole l'incontro-assemblea con gli agricoltori pugliesi a Bari per venerdì 26 gennaio, alle ore 10.30, presso l'Hotel Parco dei Principi.

"Bisogna ripartire subito dalla riforma della PAC, che così com'è evidenzia limiti e fallimenti evidenti, ma occorre che le istituzioni a tutti i livelli prendano coscienza anche della necessità di interventi che riducano i costi di produzione, dal gasolio alle materie prime", aggiunge Sicolo. "L'Europa deve essere amica dell'agricoltura, occorre ci metta nelle condizioni di produrre di più, non che freni il comparto addossandogli colpe che non ha, come sull'ambiente: con miliardi di autovetture che inquinano e migliaia di industrie che scaricano i loro veleni, è ridicolo che si punti il dito sugli agricoltori che, invece, sono custodi dell'ambiente e delle aree rurali di tutto il Vecchio Continente. Il Governo nazionale punti realmente sul vero Made in Italy che, di questo passo, rischia di scomparire un pezzo alla volta anno dopo anno".

Per non parlare delle conseguenze di calamità e fitopatie, con gli agricoltori lasciati a se stessi. CIA Agricoltori Italiani di Puglia non si ferma, perché le questioni su cui gli imprenditori agricoli hanno diritto a risposte vere ed efficaci sono sempre di più: lotta alla Xylella, rigenerazione olivicola nei territori colpiti dal batterio, limiti del sistema Agricat, taglio del sostegno all'accesso agevolato alle assicurazioni, concorrenza sleale sempre più sfrontata e selvaggia".

Venerdì 26 gennaio, a Bari, si tornerà a discutere anche del sostegno alle filiere, delle misure che garantiscano e applichino i criteri di certificazione e tracciabilità dei prodotti, la situazione delle cartelle esattoriali emesse dai Consorzi di Bonifica commissariati. Un capitolo fondamentale, inoltre, è quello che riguarda le zavorre della burocrazia. Al centro delle rimostranze degli agricoltori ci sono anche le questioni dei contributi e del mancato esonero Irpef: "Così il Governo penalizza soprattutto i giovani. La mobilitazione continua su ciascuna delle questioni evidenziate, compresa la richiesta al Governo di attivare immediatamente il Registro Telematico e tutte le azioni previste da Granaio Italia. Noi non ci fermiamo, l'agricoltura e i nostri agricoltori pretendono risposte".
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
Grano, al porto di Bari la protesta degli agricoltori: dieci richieste alla politica Grano, al porto di Bari la protesta degli agricoltori: dieci richieste alla politica Cia Puglia: «Servono controlli in porti e magazzini, attivazione Granaio Italia, sostegno alla produzione, Cun»
Agricoltura, la Regione Puglia rinnova l'ordinanza per tutelare i lavoratori nelle ore più calde Agricoltura, la Regione Puglia rinnova l'ordinanza per tutelare i lavoratori nelle ore più calde Vietata l'attività in condizioni di esposizione prolungata al sole, dalle ore 12:30 alle ore 16:00 nei mesi estivi
Ciclovie, in arrivo 26 milioni per la provincia di Bari. Gli agricoltori: «Intervenire su strade rurali» Ciclovie, in arrivo 26 milioni per la provincia di Bari. Gli agricoltori: «Intervenire su strade rurali» Cia Puglia protesta: «Occorrono fondi per il rifacimento delle strade e degli assi comunali strategici per le aziende agricole»
ReStart, il programma di Rai 2, a Bisceglie per raccontare le difficoltà della filiera dell’agroalimentare ReStart, il programma di Rai 2, a Bisceglie per raccontare le difficoltà della filiera dell’agroalimentare La puntata in onda domani ospita Mauro Curci, Mauro Mastrototaro della Mastrototaro Food e Moreno Bellinzona di Megamark
Tutta la professionalità della Musto sas di Aldo Musto in una nuova officina di 1000 mq Tutta la professionalità della Musto sas di Aldo Musto in una nuova officina di 1000 mq Servizi professionali di riparazione e allestimento veicoli industriali, inoltre una vasta scelta di attrezzature e articoli per l'agricoltura
Conte Spagnoletti Zeuli: «Agricoltura prima industria in Puglia. Siccità? Bisogna tesorizzare l'acqua» Conte Spagnoletti Zeuli: «Agricoltura prima industria in Puglia. Siccità? Bisogna tesorizzare l'acqua» La seconda parte dell'intervista al Presidente emerito di Confagricoltura e leader dell'associazione RESTART
Agricoltura, il Conte Spagnoletti Zeuli: «Nei prossimi due anni ci giochiamo il futuro di questo settore» Agricoltura, il Conte Spagnoletti Zeuli: «Nei prossimi due anni ci giochiamo il futuro di questo settore» La prima parte dell'intervista al Presidente emerito di Confagricoltura e leader dell'associazione RESTART curata dalla nostra redazione
NO CAP seleziona 50 braccianti extracomunitari da inserire nella filiera bio-etica contro il caporalato NO CAP seleziona 50 braccianti extracomunitari da inserire nella filiera bio-etica contro il caporalato Il raccolto sarà trasformato in conserve di pomodoro bio a marchio “IAMME” distribuite nei supermercati del Gruppo Megamark
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.