carabinieri bari JPG
carabinieri bari JPG
Cronaca

Estorsione aggravata dal metodo mafioso, arrestato 36enne ad Altamura

L'indagine partita lo scorso mese di luglio, quando l'uomo si sarebbe appropriato di abbigliamento per 3mila euro in un negozio

I carabinieri della compagnia di Altamura hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nella quale vengono riconosciuti gravi indizi di colpevolezza nel procedimento a carico di L.M., 36enne del luogo, pregiudicato, indagato per estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Secondo l'impostazione accusatoria accolta dal Gip, nel mese di luglio dello scorso anno, il 36enne, all'interno di un negozio della città federiciana, si sarebbe appropriato di capi di abbigliamento di vario genere, senza pagare il corrispettivo di circa 3 mila euro. L'episodio non è sfuggito ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Altamura, impiegati in un servizio di controllo del territorio, che, riconosciuto l'uomo perché sottoposto alla misura dell'affidamento in prova ai servizi sociali, dopo una lunga detenzione in carcere per una condanna per omicidio, hanno avviato approfonditi accertamenti.

Le indagini, condotte sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, hanno consentito presto di raccogliere gravi indizi per qualificare la condotta come una vera e propria estorsione ai danni del titolare dell'esercizio commerciale. Infatti, l'indagato, sotto la minaccia implicita, derivante dalla propria caratura criminale e di quella del padre, ritenuto esponente della criminalità organizzata di Altamura - recentemente tratto in arresto, tra l'altro, per associazione di tipo mafioso, nell'ambito dell'operazione Logos dei Carabinieri di Bari - avrebbe costretto il commerciante a consegnare la merce senza richiedere il relativo pagamento né sporgere denuncia. Nella circostanza, il 36enne non avrebbe avuto bisogno di accompagnare la richiesta con particolari argomentazioni, esercitando sulla vittima l'intimidazione propria delle organizzazioni mafiose e potendo contare sul fatto che la vicenda non sarebbe stata denunciata, così come di fatti è avvenuto.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Carabinieri per un giorno, l'esperienza degli alunni dell’Istituto Comprensivo “C. Bregante – A. Volta” Carabinieri per un giorno, l'esperienza degli alunni dell’Istituto Comprensivo “C. Bregante – A. Volta” Sono circa 10 gli alunni accolti a Monopoli dal comandante del locale comando
Operazione dei Nas a Monopoli, sequestrati 1800 pezzi di bigiotteria Operazione dei Nas a Monopoli, sequestrati 1800 pezzi di bigiotteria Gli articoli erano privi dell’indicazione, in lingua italiana, nell’etichetta, della composizione dell’oggetto e delle sostanze utilizzate per la produzione
Lieto fine per il 60enne scomparso a Bari, trovato a Giovinazzo Lieto fine per il 60enne scomparso a Bari, trovato a Giovinazzo L'uomo non aveva più dato notizie di sé da ieri mattina
Bari Vecchia, sequestrati un appartamento e due motocicli a due persone Bari Vecchia, sequestrati un appartamento e due motocicli a due persone Si tratta di una donna di 39 anni e suo figlio di 21
Blitz contro il clan Moccia a Napoli, arrestato anche l'ex consigliere comunale barese Finocchio Blitz contro il clan Moccia a Napoli, arrestato anche l'ex consigliere comunale barese Finocchio L'accusa che gli viene mossa è di traffico di influenza
Arresti nel clan Di Cosola, in cinque accusati di due sparatorie e Ceglie Arresti nel clan Di Cosola, in cinque accusati di due sparatorie e Ceglie Gli agguati furono commessi, il primo, nella pubblica via in pieno centro abitato e, il secondo, con l’irruzione armata in un circolo ricreativo
Botte e minacce a un agente di commercio per un finanziamento falso da 30mila euro, due arresti Botte e minacce a un agente di commercio per un finanziamento falso da 30mila euro, due arresti L'indagine dei carabinieri ha portato in manette un 23enne e un 24enne di Bari, colti sul fatto dai militari
Furti in appartamento, cinque arresti. C'è anche il 23enne ferito al San Paolo il 19 marzo Furti in appartamento, cinque arresti. C'è anche il 23enne ferito al San Paolo il 19 marzo Maxi operazione dei carabinieri a Bari per colpi commessi tra Binetto, Cassano, Toritto e Acquaviva
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.