terapia intensiva covid policlinico di bari
terapia intensiva covid policlinico di bari
Enti locali

Emergenza Covid in Puglia, la Regione: «Necessario assumere medici, Oss e infermieri»

Il governatore Emiliano ha pubblicato una delibera con le azioni di contrasto alla pandemia. In arrivo anche nuove ambulanze e strutture da campo

Interventi «Da attivare con massima urgenza» per contrastare l'epidemia da Covid-19 «In considerazione del rapido evolversi della seconda ondata dell'epidemia stante l'incremento verticale di casi sul territorio regionale». È il contenuto di una delibera firmata dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, lo scorso 20 novembre.

Entro 30 giorni sarà necessario «Assumere a tempo determinato per tre anni medici, infermieri, Oss, per il rafforzamento dell'organico sia nei setting ospedalieri, sia nei setting territoriali, nelle more della ridefinizione dei Piano triennale dei fabbisogni di personale 2020-2022». Inoltre, bisognerà «Accelerare e monitorare la determinazione delle degli approvvigionamenti e la distribuzione di attrezzature e dispositivi (anche sul territorio) per consentire al personale di operare in sicurezza». Sarà necessario «Porre in essere azioni finalizzare alla erogazione di prestazioni sanitarie non Covid con percorsi e protocolli validati e differenziati, tenendo conto degli sviluppi della epidemia in corso». Sono in corso di elaborazione «Le stime aggiornate al 31 dicembre» sul fabbisogno di posti letto «Che renderanno necessaria l'adozione di successivi provvedimenti di aumento dei posti letto e di ulteriori azioni a cautela della popolazione e di coloro che sono portatori di patologie estranee alla portata e agli effetti del coronavirus".

Tra gli interventi urgenti figura anche «L'accelerazione e il monitoraggio dell'attività di realizzazione di strutture temporanee di terapia intensiva per aumentare la capacità di gestione di picchi e per consentire l'attività ordinarie, individuando prioritariamente tre aree idonee a coprire il territorio pugliese in tutta la sua estensione». Il riferimento è al Covid hospital che sarà realizzato all'interno della Fiera del Levante di Bari e ad altre due strutture da creare probabilmente in provincia di Lecce e Foggia.

All'attenzione del presidente anche l'esigenza di «Porre l'intera rete per la gestione delle chiamate il 118 sotto il controllo e la gestione di un coordinatore». Il documento si concentra anche nella valutazione dell'acquisto di«Aautoambulanze per il rafforzamento del sistema di trasporto e aumentare i punti di prelievo dei tamponi con walk through individuando l'area di riferimento nel distretto sanitario e squadre appositamente dedicate che rispondono dipartimenti di Prevenzione, incrementando l'utilizzo dei test antigenici», per «Una riduzione dei tempi di risposta». Nonostante «Le precedenti azioni poste in essere», gli elementi di criticità rilevati creano la necessità «Di porvi rimedio con azioni mirate ad una più rivisitazione dell'organizzazione del sistema sanitario e della programmazione delle attività».

A oggi l'incremento «Del numero dei contagiati corrisponde ad un aumento del numero dei ricoveri, con conseguente difficoltà a gestire i pazienti nei pronto soccorso, con una crescita dei tempi di attesa ed una connessa saturazione dei posti letto nei presidi ospedalieri». All'aumento del numero di casi di tracciamento «Corrisponde una difficoltà a gestire il volume dei focolai ed il riscontro ai soggetti sottoposti ai tamponi. Emerge un ritardo dell'adeguamento dei setting assistenziali, dovuto all'inidoneità delle aree di attesa davanti ai Pronto Soccorso, alla carenza di posti di astanteria, di posti letto ordinari e di terapia intensiva e subintensiva rispetto all'andamento dei contagi».

Per questo, entro 15 giorni sarà necessario «Sostenere azioni funzionali a decongestionare pronti soccorso ed al contenimento dei ricoveri ai casi strettamente necessari per elevata intensità delle cure nonché per il collegamento ospedale - territorio e per la gestione da remoto dei pazienti: attivazione della piattaforma H-Casa per la gestione a domicilio dei pazienti e dellacControl room in telemedicina».
  • Regione Puglia
  • Michele Emiliano
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Bollettino Covid, in Puglia 954 nuovi positivi. Sono circa il 10% dei tamponi fatti Bollettino Covid, in Puglia 954 nuovi positivi. Sono circa il 10% dei tamponi fatti Sono 8.623 i test effettuati, mentre i decessi di oggi sono 14 di cui 6 in provincia di Bari dove si contano un terzo dei nuovi casi
Coronavirus, in Puglia altri 1.023 casi. I ricoverati sono il 2,5% del totale Coronavirus, in Puglia altri 1.023 casi. I ricoverati sono il 2,5% del totale Effettuati 10.333 test. I decessi sono 11 di cui 7 in provincia di Bari, dove si registrano un terzo dei positivi di oggi
Bari, emergenza Covid e lockdown raccontati da adulti e adolescenti, arriva "Diari virali" Bari, emergenza Covid e lockdown raccontati da adulti e adolescenti, arriva "Diari virali" Il volume edito da Radici Future sarà disponibile nei prossimi giorni all'interno dei presidi del welfare cittadino
Focolaio in una Rsa ad Adelfia, 20 positivi. Il sindaco: «Situazione monitorata» Focolaio in una Rsa ad Adelfia, 20 positivi. Il sindaco: «Situazione monitorata» Nessuno dei contagiati ha manifestato sintomi, al momento sono stati isolati in un piano della struttura
Coronavirus, in Puglia 1.018 nuovi positivi. La provincia di Bari ne registra 370 Coronavirus, in Puglia 1.018 nuovi positivi. La provincia di Bari ne registra 370 Effettuati quasi 10 mila tamponi. I decessi in lieve aumento sono 31. Il totale dei casi si attesta intorno ai 54 mila
Covid, Teatri di Bari mette a disposizione i suoi spazi per la vaccinazione di massa Covid, Teatri di Bari mette a disposizione i suoi spazi per la vaccinazione di massa Vincenzo Cipriano, direttore dei Teatri di Bari: "Soluzione alla mancanza di strutture adatte"
Un positivo alla Carelli, scuola chiusa a Conversano Un positivo alla Carelli, scuola chiusa a Conversano Lo annuncia il sindaco Giuseppe Lovascio, da lunedì dovrebbe ripartire il servizio
Scuola in Puglia, superiori in classe dall'1 febbraio? Scuola in Puglia, superiori in classe dall'1 febbraio? La proposta al tavolo con la Regione viene dai sindacati, in giornata dovrebbe arrivare la nuova ordinanza
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.