Raffaella Altamura
Raffaella Altamura
Attualità

Decreto sostegni una "delusione", Confesercenti Bari: «Non basta più evitare di lasciare indietro qualcuno»

La presidente Raffaella Altamura: «Occorre salvare le imprese, il loro lavoro, la loro dignità. Per il bene del nostro Paese»

A seguito dell'approvazione del Dl Sostegni, non si può non notare come le risorse assegnate alle imprese siano del tutto insufficienti: anche considerando le tranche di contributi a fondo perduto arrivati lo scorso anno, si copre meno del 7% del fatturato perso dalle attività economiche nel solo 2020. Senza considerare le tempistiche: queste risorse non arriveranno prima di fine aprile e non considerano il primo trimestre 2021, durante il quale si sperava in una ripresa, seppur graduale. Anche il sistema dell'autocertificazione – in piena rivoluzione digitale – ci fa capire quanto siamo ancora lontani dal potere utilizzare con efficacia le banche dati di cui disponiamo: pare che la tracciabilità, su cui negli ultimi anni, funzioni solo in un senso.

«Il sistema è sempre quello – commenta Raffaella Altamura, presidente Confesercenti Bari - del ristoro tampone, ormai del tutto insufficiente e inadeguato che potrebbe generare un collasso del sistema piccole imprese. Alcune cose, per fortuna, sono state superate come l'inclusione delle attività nate nel 2019 e nel 2020 e l'abbandono del codice ATECO come criterio per l'erogazione di contributi a fondo perduto, ora assegnati a tutte le imprese che abbiano perso almeno il 30% del fatturato. Ma l'allargamento della platea di beneficiari rende ancora più evidente quanto la dotazione del decreto sia esigua. Durante l'ultimo anno si è verificato una sorta di congelamento del tessuto imprenditoriale. Quello che si registra è, però, un forte calo delle iscrizioni delle nuove imprese. Fino ad ora il tessuto ha sostanzialmente retto ma da questo momento in poi oltre 4000 piccole imprese potrebbero essere in pericolo chiusura. È del tutto assente un piano di ripartenza per le imprese. Con questi numeri e valori dei ristori sommati al protrarsi delle chiusure è evidente che occorrerà un nuovo scostamento di bilancio e indennizzi anche per il 2021 con un solo obiettivo: non basta più evitare di lasciare indietro qualcuno, occorre salvare le imprese, il loro lavoro, la loro dignità. Per il bene del nostro Paese».


  • confesercenti bari
Altri contenuti a tema
Confesercenti Bari, la presidente Altamura eletta membro della presidenza nazionale Confesercenti Bari, la presidente Altamura eletta membro della presidenza nazionale "Per me è fonte di orgoglio, ma mi rende ancora più responsabile verso l’Associazione stessa e verso tutti gli associati”
Raffaella Altamura riconfermata all’unanimità Presidente Confesercenti Bari Raffaella Altamura riconfermata all’unanimità Presidente Confesercenti Bari Per l’occasione è stato presentato il Progetto “Confesercenti Bari InTour – Innovazione e Turismo per le Imprese”
Puglia, il 3 luglio partono i saldi. È polemica Puglia, il 3 luglio partono i saldi. È polemica Confesercenti: «Passare dalla non vendita alla svendita è un danno ancora più duro per le aspettative economiche del settore»
Manifestazione di terziario, commercio e turismo. Confesercenti lancia una petizione online Manifestazione di terziario, commercio e turismo. Confesercenti lancia una petizione online “Portiamo le imprese fuori dalla pandemia” porta oggi iniziative “a distanza di sicurezza” in tutte le Regioni e Province italiane
Confesercenti Bari chiede incontro al Prefetto: "Settore del commercio è in ginocchio" Confesercenti Bari chiede incontro al Prefetto: "Settore del commercio è in ginocchio" La presidente Raffaella Altamura: "Attività chiuse mentre la gente va in giro senza controlli"
Covid, Confesercenti Bari: "Chiudere le attività non è la soluzione" Covid, Confesercenti Bari: "Chiudere le attività non è la soluzione" La presidente Raffaella Altamura: "Non è nei negozi, nei bar e nei ristoranti che cresce il contagio”
Covid, in crisi la filiera della moda: le richieste di Confesercenti Bari Covid, in crisi la filiera della moda: le richieste di Confesercenti Bari Tra gennaio e settembre perdite di oltre l'11 per cento, con la seconda ondata rischiano molte attività
#compranellatuacittà è la campagna a tutela dei piccoli esercenti di prossimità #compranellatuacittà è la campagna a tutela dei piccoli esercenti di prossimità L'iniziativa lanciata da Confesercenti Terra di Bari
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.