Carsharing
Carsharing
Attualità

Car sharing e scooter sharing, dal prossimo autunno a Bari a disposizione 500 mezzi

“Puntiamo ad avere sempre più sistemi innovativi di mobilità sostenibile e integrata" sottolinea l'assessore Di Sciascio

Dal prossimo autunno, la città di Bari avrà anche il servizio di car sharing e scooter sharing.

È stato pubblicato, infatti, sul sito istituzionale del Comune i Bari, a questo link, l'avviso pubblico per la manifestazione d'interesse finalizzata all'individuazione di soggetti interessati allo svolgimento dell'attività di car e scooter sharing sul territorio comunale. Il totale dei mezzi ammessi è pari a 500 - 200 per il car sharing e 300 per lo scooter sharing - con un numero massimo di operatori pari a 6. I soggetti interessati potranno presentare proposte che prevedono una flotta composta da un minimo di 30 autovetture e/o 50 scooter e che riguardano esclusivamente le attività di car sharing o scooter sharing, o proposte che le prevedano entrambe. L'offerta di sharing dovrà essere disponibile all'utenza secondo lo schema a flusso libero, con utilizzo secondo la modalità "one way" (ovvero la possibilità di rilasciare il veicolo in un punto diverso da quello di prelievo).

"Terminate tutte le procedure amministrative - commenta l'assessore alla Mobilità Giuseppe Galasso -, entro la fine del prossimo autunno cittadini e turisti potranno contare su un sistema di mobilità in condivisione molto più articolato e coerente con le esigenze di flessibilità e sostenibilità sempre più avvertite. A breve, dunque, chi vive o visita Bari potrà scegliere tra diverse tipologie di mezzi per spostarsi in città in modo sicuro, efficiente e compatibile con l'ambiente".

"Puntiamo ad avere sempre più sistemi innovativi di mobilità sostenibile e integrata - dichiara l'assessore alla Trasformazione digitale Eugenio Di Sciascio - che consentano la pianificazione della mobilità da parte dei cittadini in modalità MAAS (mobility as a service) attraverso una piattaforma che integrerà tutti i servizi disponibili in città".

Con riguardo al car sharing, le flotte dovranno essere composte da mezzi:
  • elettrici
  • ibridi
  • a metano
  • a gpl
  • a benzina (euro 6 o succ.)
  • a gasolio (con emissioni non superiori al limite euro 6).

Con riferimento allo scooter sharing, invece, i veicoli dovranno essere esclusivamente elettrici.
Inoltre, al fine di incentivare l'uso dei mezzi in sharing, sono previste le seguenti facilitazioni:
  • sosta gratuita nelle zone ZSR delimitate da strisce blu (car sharing)
  • sosta gratuita nelle aree con sosta a pagamento esterne alla ZSR delimitate da strisce blu (car sharing)
  • sosta gratuita presso l'aeroporto internazionale Karol Wojtyla di Bari in numero limitato di posti auto che potranno essere individuati a seguito di convenzione tra l'amministrazione comunale e la società Aeroporti di Puglia (car sharing).
Dal canto suo l'amministrazione comunale, per promuovere l'opzione del mezzo condiviso, potrà mettere a disposizione degli utenti sconti e agevolazioni a proprio carico. In particolare i soggetti che proporranno lo sharing di autovetture elettriche potranno istallare, a proprie cura e spese, su suolo pubblico, previo accordo con l'amministrazione circa la localizzazione, colonnine di ricarica ad uso esclusivo delle autovetture in sharing in numero non superiore al 10% del numero di autovetture elettriche della flotta.

La manifestazione di interesse dovrà pervenire al Comune di Bari, entro le ore 14 del 18 giugno prossimo, a mezzo PEC, all'indirizzo: traffico.comunebari@pec.rupar.puglia.it.
  • Mobilità sostenibile
Altri contenuti a tema
E-Lite, da Barletta il futuro degli skateboard elettrici E-Lite, da Barletta il futuro degli skateboard elettrici Alessio ed Erminio, due professionisti uniti dalla passione per la mobilità green
Piedibus, bicibus e carpooling scolastico, il Comune investe sulla mobilità sostenibile Piedibus, bicibus e carpooling scolastico, il Comune investe sulla mobilità sostenibile Romano: "Siamo convinti che anche nella nostra città siano maturi i tempi per avviare servizi strutturati di questo tipo"
Bando MUVT, finiti i fondi disponibili. Arrivate 1.355 domande Bando MUVT, finiti i fondi disponibili. Arrivate 1.355 domande Proseguono le verifiche sulla correttezza e la completezza delle richieste pervenute
Bando MUVT, disponibili gli elenchi dei rivenditori. Ecco come fare richiesta Bando MUVT, disponibili gli elenchi dei rivenditori. Ecco come fare richiesta Possibile avere incentivi sull'acquisto di mezzi tradizionali o elettrici, tutte le informazioni necessarie
Settimana europea della Mobilità sostenibile, tutti gli eventi a Bari Settimana europea della Mobilità sostenibile, tutti gli eventi a Bari Due le iniziative organizzate dal Comune in collaborazione con l’ASD scuola di Ciclismo Franco Ballerini e della Fiab Bari Ruotalibera APS
Bari a sostegno della mobilità elettrica, presto 44 nuove postazioni di ricarica Bari a sostegno della mobilità elettrica, presto 44 nuove postazioni di ricarica "Il prossimo passo sarà quello di attrezzare anche un sistema di trasporto pubblico totalmente elettrico"
Mobilità ecologica a Bari, le proposte di Legambiente per rendere la città più green Mobilità ecologica a Bari, le proposte di Legambiente per rendere la città più green Presentata questa mattinala conclusione della campagna "Clean Cities: ripartiamo dalle città", che ha fatto tappa l’1 e il 2 aprile nel capoluogo pugliese
Bari, continua la scommessa sui monopattini. Arriva Dadoda Bari, continua la scommessa sui monopattini. Arriva Dadoda L'azienda 100% barese va ad arricchire la flotta già disponibile in città, si parte con tariffe scontate
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.