Stazione satellitare
Stazione satellitare
Cronaca

Capitaneria di porto, 318 persone salvate nel 2021

Il bilancio della Stazione satellitare italiana COSPAS-SARSAT

318 sono state, nel 2021, le persone in pericolo di vita soccorse e salvate con il solo ausilio della tecnologia satellitare, 306 delle quali in aree sottoposte alla giurisdizione italiana. 30 sono state, nel complesso, le operazioni di ricerca e assistenza supportate, delle quali 9 relative a soccorsi marittimi, 20 riguardanti incidenti aeronautici ed 1 inerente ad un evento terrestre.
Questi i numeri del bilancio annuale della Stazione satellitare italiana COSPAS-SARSAT di Bari che, alle dirette dipendenze funzionali del Dipartimento della protezione civile ed operative del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera, garantisce un servizio finalizzato alla salvaguardia della vita umana, a beneficio dell'Italia e di altri 19 paesi (tra Europa, Asia ed Africa), così da garantire la copertura di un'area che dal Mediterraneo centrale arriva fino al Corno d'Africa.
Il dato appare, in termini di vite umane salvate, particolarmente significativo, risultando più che triplicato ove lo si raffronti con quello relativo agli anni precedenti (98 persone soccorse nel 2020, 63 nel 2019, 59 nel 2018). L'attività della Stazione satellitare italiana COSPAS-SARSAT è svolta, 24 ore al giorno e per 365 giorni all'anno, da personale militare altamente specializzato del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera che, disponendo di due potenti antenne riceventi e di una centrale operativa all'avanguardia, gestisce la ricezione, elaborazione e distribuzione alle competenti organizzazioni nazionali di soccorso di messaggi di allerta, generati da trasmettitori satellitari di emergenza installati su vettori marittimi, aerei e terrestri.
Il servizio italiano s'inserisce nell'ambito del Programma internazionale COSPAS-SARSAT che, a livello globale, fino ad oggi è stato in grado di supportare circa 16.000 operazioni di ricerca e soccorso contribuendo a salvare, in tutto il mondo, oltre 55.000 vite umane.
  • Guardia Costiera
Altri contenuti a tema
Acquascooter a tutta velocità tra i frangiflutti del lungomare di Bari, multa da 4mila euro Acquascooter a tutta velocità tra i frangiflutti del lungomare di Bari, multa da 4mila euro La guardia costiera ha intercettato il responsabile: si tratta di un 32enne. Scatta la sospensione del mezzo
Pesce senza etichetta e mal conservato destinato ad un ristorante, sequestro e multa da 3mila euro Pesce senza etichetta e mal conservato destinato ad un ristorante, sequestro e multa da 3mila euro La sanzione elevata a carico del titolare dell'attività
Navigazione illegale degli acquascooter, via alla sospensione delle patenti Navigazione illegale degli acquascooter, via alla sospensione delle patenti L'iniziativa nata a contrasto della presenza di moto d’acqua nelle acque di balneazione
Affonda rimorchiatore a largo di Bari, cinque morti. La procura apre un'inchiesta Affonda rimorchiatore a largo di Bari, cinque morti. La procura apre un'inchiesta Sono quattro i corpi recuperati, l'altro è stato individuato. Solamente il comandante è stato portato in salvo
Pescatori di frodo a Monopoli, multa e attrezzature sequestrate Pescatori di frodo a Monopoli, multa e attrezzature sequestrate Avevano equipaggiato la propria barca (una lancia di colore blu) con diverse attrezzature da pesca professionale
Traghetto italiano in fiamme, gli aggiornamenti della Guardia Costiera Traghetto italiano in fiamme, gli aggiornamenti della Guardia Costiera Ci sarebbero ancora 12 passeggeri dispersi. In partenza da Bari una unità disinquinante della flotta Castalia
Pala meccanica abusiva in azione a Monopoli, stop della guardia costiera Pala meccanica abusiva in azione a Monopoli, stop della guardia costiera Tali interventi, quando consentiti, devono essere effettuati con modalità che salvaguardino la schiusa delle uova del fratino
Vasca idromassaggio vista mare in area a vincolo paesaggistico, scatta il sequestro Vasca idromassaggio vista mare in area a vincolo paesaggistico, scatta il sequestro Il proprietario di una villa aveva incaricato una ditta di eseguire i lavori ricadente anche nei trenta metri dal confine con il demanio
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.