Pane e Pomodoro
Pane e Pomodoro
Vita di città

Bari, sedie per disabili usate come carriole a Pane e Pomodoro, Caradonna chiede spiegazioni

Il presidente provinciale dell'ANMIC vuole vederci chiaro dopo la denuncia di una mamma in merito all'utilizzo improprio della strumentazione

Sedie per disabili usate dai bagnini come carriole per trasportare l'attrezzatura a fine giornata. La denuncia, attraverso un giornale locale, viene da una mamma di un disabile, che a Pane e Pomodoro ha dovuto assistere a tale improprio utilizzo della strumentazione necessaria a suo figli per poter fare il bagno e godere appieno della giornata in spiaggia.

Per vederci chiaro sulla vicenda l'ex consigliere comunale Michele Caradonna, presidente provinciale di ANMIC (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili) ha presentato una richiesta di informazioni al comandante della polizia locale, Michele Palumbo, e al sindaco di Bari, Antonio Decaro.

«In merito alle disavventure di un ragazzo con disabilità utente della spiaggia di Pane e Pomodoro - si legge nella nota - si richiedono i seguenti chiarimenti: numero delle sedie "J.o.b" realmente presenti e funzionanti sulle spiagge comunali Pane e Pomodoro e Torre Quetta; numero delle sedie "J.o.b." che contrattualmente devono essere rese disponibili dal fornitore di servizi per le spiagge comunali; provvedimenti disciplinari e amministrativi adottati nei confronti del fornitore dei servizi per l'utilizzo improprio delle attrezzature a lui affidate; risoluzioni adottate dall'amministrazione comunale al fine di ripristinare il servizio in tempi e modalità adeguate a salvaguardare il diritto delle persone con disabilità ad usufruire del servizio accessibile per le spiagge comunali mediante utilizzo della sedia "j.o.b"; regolamento per l'utilizzo della sedia "j.o.b" e modalità di comunicazione dello stesso agli utenti del servizio (dati richiesti all'utente e modalità della loro trattazione e conservazione ai sensi della normativa sulla privacy in vigore); esiti delle verifiche effettuate da parte del comando della Polizia Locale»
  • Disabilità
  • Pane e Pomodoro
Altri contenuti a tema
Bari, continua il divieto di balneazione a Pane e Pomodoro Bari, continua il divieto di balneazione a Pane e Pomodoro Lo comunicano dalla Polizia Locale, dopo lo sversamento di qualche giorno fa acqua ancora sporca
Ruba lo zaino a due turisti a Pane e Pomodoro, denunciato 25enne Ruba lo zaino a due turisti a Pane e Pomodoro, denunciato 25enne L'uomo aveva approfittato del fatto che i giovani si stessero facendo il bagno, pronto l'intervento della polizia locale
Bari, turisti e baresi affollano la spiaggia di Pane e Pomodoro Bari, turisti e baresi affollano la spiaggia di Pane e Pomodoro Al sicuro i bagnanti con la Scuola Cani Salvataggio Nautico operativa
Prima domenica d'estate, a Bari alcuni eventi all'aria aperta Prima domenica d'estate, a Bari alcuni eventi all'aria aperta Domani a Pane e Pomodoro letture e rugby sulla spiaggia poi di sera il festival bio
Prima giornata d'estate a Bari, arrivano i bagnanti a Pane e Pomodoro Prima giornata d'estate a Bari, arrivano i bagnanti a Pane e Pomodoro Temperature oltre i trenta gradi, c'è chi ne approfitta per fare una nuotata e prendere un po' di sole
Stagione nuova problemi vecchi, un topo a Pane e Pomodoro Stagione nuova problemi vecchi, un topo a Pane e Pomodoro La segnalazione di una cittadina sulla bacheca del sindaco Antonio Decaro
Bari, volontari e cittadini ripuliscono il litorale di Pane e Pomodoro Bari, volontari e cittadini ripuliscono il litorale di Pane e Pomodoro Successo per il flash mob "Iì sò dell'ambiènte". Raccolte decine di sacchi di rifiuti
Prime giornate calde e a Bari è già estate Prime giornate calde e a Bari è già estate Tanti hanno deciso di prendere il sole a Pane e Pomodoro, da domani però tornano le nuvole
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.