carabinieri JPG
carabinieri JPG
Cronaca

Bari, pregiudicato viveva in un appartamento acquistato con falsa donazione: scatta il sequestro

I carabinieri hanno ricostruito l'attività criminale dell'uomo, accertando che il denaro utilizzato per comprare l'abitazione derivava da rapine e estorsioni

I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari, coordinati dalla DDA della Procura della Repubblica di Bari e coadiuvati da quelli della Compagnia di Bari San Paolo, hanno eseguito il Decreto emanato dall'Ufficio Misure di Prevenzione del Tribunale di Bari, con il quale è stato disposto il sequestro preventivo nei confronti di Carlo Volpicella.

L'uomonegli anni 90 entrò a far parte al clan "Montani" e, fino all'inizio d degli anni 2000, impose la propria egida criminale nel quartiere San Paolo. L'uomo viveva in un appartamento di sette vani, del valore di 250mila euro, acquistato a nome della moglie attraverso denaro all'apparenza donatole dai genitori.

Gli agenti del Comando provinciale di Bari sono riusciti a risalire all'origine delle fortune di Volpicella, dimostrando come il denaro utilizzato per l'acquisto dell'immobile fosse in realtà di illecita provenienza.
Il provvedimento firmato dalla Dott.ssa Giulia Romanazzi, Presidente della Terza Sezione Penale del Tribunale di Bari, ricostruisce infatti gli oltre venti anni di conclamata attività criminale del proposto, dimostrando come lo stesso non avesse in realtà alcuna capacità economica che gli consentisse di effettuare un investimento di così ampia portata. Sono stati, al contrario, i molteplici furti in abitazione, le rapine, le estorsioni ed il traffico di stupefacenti che hanno permesso al 45enne pregiudicato barese di accumulare il capitale necessario ad "investire nel mattone".
Dapprima una finta donazione dei suoceri, che permetteva alla moglie dell'uomo di procedere all'acquisto di una casa poi rivenduta, a distanza di qualche anno, ad un valore quasi triplicato. Immediatamente dopo, ecco il nuovo investimento e l'acquisto, nel 2011, dell'abitazione ove la coppia aveva stabilito la propria residenza.
Ma i puntuali accertamenti svolti dall'Arma barese, seguendo a ritroso la provenienza del danaro utilizzato, hanno evidenziato come in realtà tutto, fin dall'inizio, fosse frutto di una donazione fittizia, messa in scena solo per simulare l'illecita provenienza del danaro accumulato dal VOLPICELLA grazie alle sue scorrerie criminali. Nello specifico, grazie ad una accurata e dettagliata analisi effettuata dalla 4^ Sezione del Nucleo Investigativo, specializzata nel settore delle indagini patrimoniali, è stata constatata una sproporzione rispetto ai redditi dichiarati di oltre 370.000,00 euro, riscontro eseguito attraverso la verifica dei redditi dichiarati dal soggetto negli ultimi vent'anni.

Con tutta evidenza il coinvolgimento nella c.d. operazione "Marte" e gli anni di carcere scontati anche per una associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine, furti in abitazione e ricettazione, sono serviti al Volpicella per capire che le tracce della sua ingiustificata ricchezza andavano nascoste. Ma l'azione congiunta della Magistratura barese e dell'Arma dei Carabinieri ha permesso, ancora una volta, di sottrarre alla disponibilità di soggetti pregiudicati e socialmente pericolosi beni di ingente valore, riportando nell'economia reale – e legale – capitali sistematicamente fagocitati dalle mafie locali.
  • Carabinieri
  • Bari
Altri contenuti a tema
Bari, vendita abusiva di giocattoli davanti a una scuola: merce sequestrata Bari, vendita abusiva di giocattoli davanti a una scuola: merce sequestrata Il venditore si è dato alla fuga dopo l'arrivo degli agenti della polizia locale
Bari, 'bike strike' per protestare contro i cambiamenti climatici Bari, 'bike strike' per protestare contro i cambiamenti climatici La manifestazione, organizzata da Fridays for Future, è partita da Largo Giannella e si è conclusa al Parco 2 Giugno
Bari, estorcevano migliaia di euro al proprietario di un'agenzia di scommesse: arrestati sei affiliati al clan Strisciuglio Bari, estorcevano migliaia di euro al proprietario di un'agenzia di scommesse: arrestati sei affiliati al clan Strisciuglio L'uomo ere vittima di una duplice richiesta estorsiva dopo la richiesta di un prestito di 15mila euro
Covid, il report Asl Bari: contagi in discesa del 32,6% Covid, il report Asl Bari: contagi in discesa del 32,6% Salgono a 17 i Comuni senza alcuna nuova positività al Sars Cov 2, mentre sono 19 quelli attestati tra 1 e 5 casi
Spacciava in monopattino: arrestato pusher colombiano in provincia di Bari Spacciava in monopattino: arrestato pusher colombiano in provincia di Bari Il 34ennne è stato intercettato dai carabinieri a Turi
Bari, 7,5 milioni per collegare Pane e Pomodoro e Torre Quetta: approvato studio di fattibilità Bari, 7,5 milioni per collegare Pane e Pomodoro e Torre Quetta: approvato studio di fattibilità Le due spiagge saranno collegate da ampie aree pavimentate, in programma la realizzazione di una pista ciclabile affiancata a un percorso fitness
Bari, in Fiera arriva " Living dinosaurs": una mostra interattiva per tutta la famiglia Bari, in Fiera arriva " Living dinosaurs": una mostra interattiva per tutta la famiglia Dal 22 ottobre al 15 gennaio sarà possibile effettuare un "viaggio nel tempo" alla scoperta dei giganti della terra
World Press Photo Bari: più di tremila visitatori nel primo weekend di apertura World Press Photo Bari: più di tremila visitatori nel primo weekend di apertura Fotografi, famiglie e studenti hanno affollato lo spazio espositivo per ammirare i 159 scatti
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.